Un’avventura alle Eolie… o sulla Luna?

19 maggio 2013

Stromboli in eruzioneNoi, poveri esseri umani, viviamo in mezzo a mondi che conosciamo appena. Siamo circondati da ombre e questo ambiente tenebroso, all’interno del quale ci dibattiamo, ha qualcosa che sgomenta. I nemici intorno a noi sono innumerevoli; non si tratta solo del nemico uomo, né dei nemici che si trovano in lui, le passioni, i vizi, i difetti, gli errori ripetuti, ma anche della natura stessa. Siamo molto piccoli nell’immenso cosmo, eppure ci sentiamo più grandi per merito della nostra intelligenza. Tuttavia non sempre è sufficiente. Durante la nostra esperienza alle isole Eolie, infatti, ci siamo trovati di fronte ad uno degli spettacoli più rari ed emozionanti che l’universo sia in grado di offrirci. Ci è stata concessa l’opportunità di salire al di sopra di due famosi vulcani, uno dei quali è attualmente attivo ed erutta ad intervalli regolari. Abbiamo soggiornato per tre giorni a Lipari, visitando non solo l’isola stessa e le sue cave, ma anche Vulcano. Sulla sommità di quest’ultimo, abbiamo potuto apprezzare le solfatare (anche se per i nostri nasi non si potrebbe dire lo stesso!) e sotto i nostri occhi è apparso un panorama mozzafiato. Eravamo infatti in grado di vedere l’intero arcipelago, caratterizzato da un mare incredibilmente azzurro e limpido. Le sensazioni di libertà, leggerezza, spensieratezza, si sono fuse in noi creando stati d’animo completamente nuovi e mai provati prima. La camminata è stata breve e piuttosto faticosa, però la soddisfazione per il raggiungimento della meta e l’euforia ci hanno abbondantemente ripagati.

Tra un’uscita e l’altra sono anche avvenute vere e proprie lezioni, impartiteci dai nostri professori e da un esperto vulcanologo e naturalista, durante le quali venivano integrate le brevi spiegazioni ascoltate durante la giornata, grazie a cui abbiamo avuto modo di comprendere meglio la vasta realtà in cui eravamo proiettati.

eolie2Durante il tempo libero abbiamo visitato i vari luoghi in cui abbiamo soggiornato, constatando che la gente del posto era molto cordiale e disponibile, al contrario di ciò che accade al nord, dove la freddezza è padrona di casa. Ad esempio, non ci saremmo mai aspettate che, recandoci dal fruttivendolo, quest’ultimo si offrisse di lavarci la frutta perché potessimo mangiarla sul momento! E che dire di quando un barista, dopo essersi accorto che un nostro compagno aveva dimenticato lo zaino nel locale, ci ha rincorsi per restituirglielo?! I nostri sguardi allibiti sono valsi più di mille parole. Persino il clima si è rivelato piacevole, perché, a parte una giornata piovigginosa, il sole è stato il nostro compagno di viaggio per la maggior parte del tempo. A proposito di sole, possiamo assicurarvi che il tramonto dalla cima dello Stromboli è davvero sensazionale! Infatti, dopo una lunga ed impegnativa camminata, abbiamo potuto godere della vista delle eruzioni stromboliane, unite ad un pittoresco tramonto. La cena è stata breve e spartana: eravamo infatti seduti sulla sommità di un dirupo, dal quale osservavamo le esplosioni vulcaniche e la splendente stella che si tuffava neolie-2013-2el mare profondo. Una volta saziato il nostro sguardo, al calar del buio, abbiamo iniziato la nostra discesa. Eravamo forniti di un casco, sul quale abbiamo applicato una torcia, con la quale però non vedevamo al di là dei nostri piedi. Ciò che ci ha colpiti di più è stata la nostra marcia sulla sabbia. Ci sentivamo come tanti giovani Neil Armstrong, appena sbarcati sulla Luna! Sembrava infatti di essere senza peso e di procedere a grandi balzi, sfidando la forza di gravità.

Una volta arrivati in albergo, stanchi ma felici, ci siamo ritrovati nella terrazza di fronte alle nostre stanze per riposarci e condividere gli ultimi momenti della giornata, che si è conclusa in armonia e tranquillità.

Durante il viaggio di ritorno, abbiamo anche avuto il piacere di visitare Napoli, la cui fama non rende giustizia al suo fascino. La tappa è durata mezza giornata, che è stata sufficiente per apprezzare la città, ma non abbastanza da poterla vivere pienamente.

eolie-2013L’esperienza è stata formativa sia da un punto di vista prettamente scolastico, sia da un punto di vista più umano. I nostri legami si sono infatti rafforzati (così come i nostri muscoli!) e ci è stata regalata l’opportunità di trascorrere insieme degli istanti che difficilmente potremmo dimenticare. Non sono passati che pochi giorni, eppure sentiamo già la nostalgia di quei luoghi e delle intense sensazioni che li hanno accompagnati.

Carlotta Sanna e Alessia Cerullo
(prima liceo classico)

eolie 2013_4     eolie 2013_5     eolie 2013_6

Bacheca Download