Pedagogia ignaziana e nuove tecnologie: un convegno a Milano

17 ottobre 2013

jen_roland-new_tech_in_classroom[1]Venerdì 18 e sabato 19 ottobre si svolgerà presso il Leone XIII di  Milano un seminario nazionale dal titoloLeader IT@S: funzione pedagogico-didattica e tecnologia”. A questo seminario parteciperà un gruppo di sei docenti del Sociale, insieme agli altri docenti degli Istituti italiani della rete GesuitiEducazione che svolgono la funzione di Leader IT@S (Information Technology At School), sono cioè esperti di tecnologia applicata alla didattica. I Leader sono coordinati dalla prof.ssa Francesca Argenti, referente nazionale per le tecnologie. Il seminario sarà introdotto da una relazione di padre Vitangelo Denora S.I., Delegato del Provinciale per i Collegi e Gestore del nostro Istituto.

Di cosa si tratta esattamente? I collegi italiani dei Gesuiti da diverso tempo si sono dotati di strumentazione tecnologica all’avanguardia: dalle LIM, presenti in tutte le classi da ormai cinque anni, alle più recenti sperimentazioni di didattica con i Tablet. Sin dai primi momenti di questo investimento sull’innovazione tecnologica hanno creduto con convinzione che non bastasse introdurre la tecnologia nelle classi per essere veri innovatori in campo educativo: era necessario che una didattica come quella ignaziana, fondata sulla centralità dell’alunno come soggetto in grado di interpretare ed interiorizzare il senso profondo della conoscenza, potesse meglio respirare grazie alle possibilità offerte dall’ambiente tecnologico.

Si è sperimentato infatti che non tanto lo strumento in se stesso, quanto le opportunità che offre di condivisione, di dialogo, di confronto e di progettazione diventano nuovi ambienti a servizio della didattica ignaziana, che promuove un apprendimento significativo, sistematizzato, interiorizzato e reso azione nel suo aspetto valoriale più profondo, ossia crescere come uomini e donne per e con gli altri.

I Leader IT@S si collocano all’interno di questo progetto come animatori e valorizzatori di un processo che, senza negare le qualità peculiari di ogni docente, sa anzi potenziarle e renderle sempre più parte di una relazione didattica di qualità, che si fa carico e vive della pienezza e della completezza della persona.

Il seminario nazionale che si terrà a Milano sarà dunque un momento di progettazione comune, di lettura dei contesti legati ai diversi collegi e agli specifici ordini di scuola, di pianificazione di azioni che in modo graduale ma sistematizzato possano favorire la piena espressione di un agire educativo che oggi qualifica le relazioni e le competenze personali e sociali, capace soprattutto di costruire un percorso culturale di alto profilo, nella piena espressione delle specificità personali.

Bacheca Download