Progetto Juventus: impresa, sport e formazione

14 gennaio 2014

Il 22 gennaio alle ore 21.00, presso l’Istituto Sociale  di Corso Siracusa 10 a Torino nell’ambito del ciclo  “I battiti del tempo” si terrà il secondo dei tre incontri sul tema “Torino, costruire il futuro: formazione ed impresa”.  Tema della serata è il “Progetto Juventus: impresa sport e formazione”. Interverranno  il dottor Aldo Mazzia Amministratore Delegato e CFO della Juventus S.p.A., il dottor Stefano Braghin responsabile del settore giovanile della Juventus  e Padre Vitangelo Carlo Maria Denora S.J. gestore dell’Istituto Sociale e delegato dei collegi dei Padri Gesuiti d’Italia e di Albania, moderatore il dottor Pierluigi Bourlot, dottore commercialista ed ex-alunno dell’Istituto.

La serata sarà incentrata sull’illustrazione del progetto Juventus, che vuole essere vincente non solo nello sport: un progetto innovativo (almeno in Italia) di cui verranno illustrati proprio i contenuti non strettamente sportivi, dalla ristrutturazione dell’area Continassa al Liceo Sportivo. Una proposta da un lato di sviluppo e riqualificazione di una vasta area periferica della città, con ricadute positive anche in termini di posti di lavoro e, dall’altro, di attenzione alla formazione dei giovani calciatori.  Un messaggio positivo e di ottimismo alla città da parte di una società sportiva all’avanguardia in Italia in un momento difficile per la città ed il Paese intero.

In tale contesto, nella seconda parte della serata,  la Juventus e l’Istituto dialogheranno   sui rispettivi  progetti formativi  di liceo al servizio degli sportivi mettendo a confronto le reciproche esperienze dello Juventus College – Liceo Scientifico delle Scienze Applicate, partito nell’anno scolastico 2012/2013 e della sperimentazione della prima classe del Liceo Scientifico Sportivo da parte dell’Istituto Sociale, sperimentazione che si concreterà  dall’anno scolastico 2014/2015 con la prima classe del Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo.

Come dice il “padrone di casa”, Padre Denora, “Lo sport, fatto di prove e sacrifici, di gioie e delusioni, di traguardi da conquistare e sempre da rinnovare è una grande scuola di vita sulla quale poter puntare per aiutare i giovani a costruire i loro progetti ma anche il loro senso di responsabilità, di appartenenza e di dedizione al prossimo”

 Incontro Juventus

Bacheca Download