Al via il concorso artistico letterario “Il mio sogno 2017”

31 marzo 2017

Tre sono le grandi novità di questa sesta edizione: la prima riguarda il fatto che il concorso per la prima volta, oltre a essere rivolto agli studenti di Torino e cintura, si estende anche a quelle di Milano e cintura. L’ edizione 2017, infatti, viene promossa sia dall’Istituto Sociale di Torino sia dal Leone XIII di Milano.
La seconda novità riguarda il tema del concorso stesso che prende spunto dall’attualità dell’enciclica di Papa Francesco “Laudato si’” e dall’urgenza di un cambiamento del nostro rapporto con il Creato.
Gli effetti dei cambiamenti climatici, l’inquinamento, la carenza di acqua in intere zone del mondo, l’utilizzo dissennato delle risorse, la perdita della biodiversità con il conseguente deterioramento della qualità della vita umana, il diffondersi, nell’indifferenza più globale, dell’iniquità sono sotto gli occhi di tutti.
“Alla necessità di sentirci uniti da una stessa preoccupazione” fa eco la mancanza di una cultura necessaria per affrontare questa crisi: c’è bisogno di “costruire una leadership che indichi strade, cercando di rispondere alle necessità delle generazioni includendo tutti, senza compromettere le generazioni future” (Capitolo I, paragrafo VI).
Proprio dalla Scuola, dai suoi allievi, dalla loro visione del Mondo e dai loro sogni, possono arrivare indicazioni su cosa fare per garantire un futuro al nostro pianeta e alle prossime generazioni.
D’altra parte, già analizzando gli elaborati inviati nelle ultime edizioni, era emersa con chiarezza un’attenzione degli studenti sempre più forte e un sentimento di preoccupazione diffuso rispetto alle tematiche ambientali e alle trasformazioni climatiche; tale analisi ha orientato la scelta del tema del concorso di quest’anno sul concetto della sostenibilità e del rispetto del Creato, dell’ambiente e dell’uomo.
La terza novità è che l’edizione del 2017 avrà un padrino d’eccezione: lo scrittore Maurizio De Giovanni che scriverà l’incipit del componimento, che sarà quindi uguale per tutti, incipit dal quale gli scrittori in erba svilupperanno il loro scritto e il loro sogno.

Gli elaborati finalisti verranno raccolti in un volume che avrà la prefazione sempre di Maurizio De Giovanni e che sarà presentato al Salone del Libro di Torino.
Dopo l’edizione scorsa in cui il Mio Sogno ha voluto celebrare la ricorrenza dei 70 anni della Costituzione, invitando gli studenti a scrivere la propria costituzione ideale, la richiesta espressa dalla sesta edizione del concorso è di scrivere o disegnare il futuro del nostro pianeta.

Il sogno continua ad essere una delle sfide più appassionanti e impegnative per i ragazzi che si stanno preparando ad affrontare i gradi superiori del percorso scolastico, ossia riuscire a raccontare in poche righe o attraverso un disegno/una illustrazione a mano libera qual è il proprio sogno per il futuro e trovare le parole o il linguaggio espressivo più originali per descriverlo.
Proprio il Cardinale Carlo Maria Martini – Ex alunno del Sociale e Arcivescovo di Milano – in un importante intervento sul tempo della crisi diceva: “Lasciateci sognare”.
Oggi più che mai abbiamo bisogno di questo sguardo ampio e di ascoltare i sogni dei ragazzi, proprio come faceva il Cardinal Martini e come propone il nostro concorso.

In sintesi, in continuità con le passate edizioni:

  1. Una selezione dei migliori scritti selezionata dalla giuria sarà pubblicata in un volume dedicato dal titolo “Il Mio sogno 2017 che sarà presentato al Salone del Libro che si terrà a Torino nel maggio 2017”.
  2. Oltre alla categoria prevista per gli scritti, è data anche la possibilità di raccontare il proprio sogno con un disegno o illustrazione. Il disegno vincitore sarà utilizzato per la copertina del volume.
  3. Essendo il tema dell’internazionalità prioritario nella missione educativa dei collegi dei Gesuiti, il concorso prevede la possibilità di scrivere gli elaborati in lingua italiana o in lingua inglese.

Come per l’anno passato, oltre agli studenti delle terze classi della secondaria di primo grado, potranno partecipare anche quelli delle seconde.

COME PARTECIPARE AL CONCORSO
Possono partecipare al Concorso tutti gli studenti/studentesse iscritti al secondo e terzo anno di una scuola secondaria di I grado – statale o paritaria del Comune di Torino e cintura e del Comune di Milano e cintura, compresi gli studenti della Secondaria di I grado dell’ Istituto Sociale e del Leone X III.

Per partecipare è necessario scrivere un componimento inedito in lingua italiana o in lingua inglese della lunghezza di una cartella giornalistica (30 righe per 60 battute) o elaborare un disegno a mano libera (a colori o in bianco nero) su un foglio A4.

Il tema del componimento (che dovrà iniziare seguendo l’incipit indicato di seguito) e del disegno di quest’anno è il sogno personale da raccontare in forma libera, o illustrando il proprio pensiero sul futuro del nostro pianeta, sulla sostenibilità e sul rispetto del Creato e dell’ambiente.

Gli elaborati dovranno essere inviati in formato digitale a mezzo mail all’indirizzo ilmiosogno@istitutosociale.it oppure in formato cartaceo tramite posta ordinaria a: Istituto Sociale – Corso Siracusa 10, 10136, Torino.

INCIPIT DEGLI ELABORATI SCRITTI
Gli elaborati scritti dovranno iniziare nel seguente modo:

“Nel sogno correvo sull’erba, verso di lei. Sentivo il vento sulla faccia, l’odore della pioggia in arrivo e mi pareva di percepire il rumore del mare. Avevo voglia di ridere, e non sapevo perché; quello che sapevo era che mi sembrava impossibile che esistesse un posto come quello.
L’erba, il vento, la pioggia, il mare…..
…. Svegliarsi è stato un dolore. E un dolore è stato trovare il coraggio di alzarmi, trascinarmi fino alla finestra e guardare quello che c’è là fuori…..”.

La scadenza per la consegna dei lavori è fissata per il 12 MAGGIO 2017.

Nella mail/lettera dovranno essere chiaramente indicati:

  • nome e cognome dell’autore,
  • e‐mail e numero di telefono dell’autore
  • nome, cognome e numero di telefono di un genitore
  • dichiarazione che il testo o il disegno sono di esclusiva proprietà dell’autore
  • autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi della legge 675/96.

LA GIURIA
Presidente: Maurizio de Giovanni, scrittore
Membri:

  • Lucia Caretti giornalista de La Stampa
  • Ilaria Urbinati, illustratrice
  • Vincenzo Sibillo, Preside dei Licei del Leone XIII di Milano
  • Piero Cattaneo, Preside dei Licei dell’Istituto Sociale di Torino
  • Fabrizio Vespa, giornalista e scrittore

La giuria valuterà a proprio insindacabile giudizio gli elaborati scritti e grafici tenendo conto prioritariamente dei seguenti criteri:
– qualità di scrittura (stile e impianto narrativo)
– originalità (efficacia e validità del messaggio)

I PREMI
Il concorso riserva a ciascuno dei tre vincitori, due per gli elaborati scritti uno per il disegno, un iPad Apple. Ai quindici finalisti (comprensivi dei vincitori e complessivi, tra elaborati scritti e disegno) è assegnato uno sconto del 15% sulla retta del primo anno del Liceo Classico, Scientifico Internazionale e Scientifico Sportivo dell’Istituto Sociale di Torino o del Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo del Leone XIII di Milano.

Il vincitore della “Sezione Disegno” vedrà, altresì, la propria opera inserita sulla copertina del volume “Il Mio Sogno 2017”.

Tutti i partecipanti al Concorso parteciperanno all’estrazione di tre iPad Apple di ultima generazione.

L’iniziativa ha il Patrocinio della Città di Torino e la premiazione del concorso si terrà al Salone Internazionale del Libro di Torino (18 – 22 maggio 2017)

Per informazioni
Istituto Sociale di Torino, Corso Siracusa 10, 10136, Torino. Tel. 011 357835
info@istitutosociale.it
www.istitutosociale.it
www.leonexiii.it

Bacheca Download