I ragazzi scrivono il futuro digitale degli enti culturali

31 marzo 2017

Gli alunni delle classi seconde dei Licei Classico e Scientifico hanno partecipato e vinto un concorso su una strategia di promozione degli spazi culturali della nostra città. La notizia è stata anche riportata sui giornali cittadini. Di seguito riportiamo un articolo di presentazione delle attività, scritto dai ragazzi stessi, corredato da alcune foto del loro lavoro e dall’articolo uscito su “La Stampa”.

Noi alunni della II classico e II scientifico abbiamo vinto il concorso AllenaMenti quotidiani: intervistando si impara , e venerdì 24 marzo, sei di noi si sono recati alla premiazione presso il liceo Massimo D’Azeglio di Torino, poiché il nostro progetto è stato valutato tra i tre migliori sugli oltre 9000 partecipanti.

Quest’anno il bando chiedeva di lavorare su una strategia di promozione degli spazi culturali delle nostre città focalizzata ad aumentarne l’attrattività, soprattutto tra i giovani. 

Una volta chiarito l’obiettivo, ossia la promozione degli spazi museali e dei teatri della città, ci siamo concentrati sull’analisi delle pagine culturali dei quotidiani che abbiamo ricevuto settimanalmente in classe.

In seguito siamo poi passati ad una fase operativa: siamo stati suddivisi in cinque gruppi di lavoro, ognuno dei quali dedicato ad un ambito in cui, a dir nostro, il rapporto tra giovani e cultura potesse essere migliorato. Il gruppo “Economato” si è occupato di immaginare nuove strategie economiche ed ha studiato offerte su misura per i giovani; il gruppo “Laboratori” ha pensato a quali attività gli enti culturali della nostra città potessero offrire ed ha proposto nuove idee mirate al coinvolgimento di ragazzi e ragazze sotto i vent’anni. Il gruppo “Social” ha proposto nuove vie utili all’ avvicinamento al mondo giovanile sfruttando al meglio le nuove tecnologie che ci vengono offerte, mediante l’uso del web. Il gruppo “Pubblicità” ha lavorato sulla promozione di musei, teatri e attività del nostro territorio e, infine, il gruppo “Revisione” si è occupato di verificare tramite ricerche le idee sviluppate dagli altri gruppi, in modo da non proporre strategie e offerte già esistenti.

Da una discussione comune abbiamo valutato quali idee meritassero di confluire nell’elaborato finale.

In generale, si può notare come molte delle nostre idee siano legate al mondo della tecnologia: tra le proposte ci sono state app che possano essere usate come guide virtuali, che comportino l’uso della realtà aumentata non per un gioco -come il famoso Pokemon Goma per rendere più accattivanti le sale museali interagendo personalmente con opere, dipinti o reperti; inoltre abbiamo pensato a blog di scambio di opinioni, newsletter che ci tengano sempre informati sulle iniziative culturali della città e siti che coordinino le prenotazioni ai vari musei cittadini.

Proprio grazie alla realizzazione di questo lavoro, la nostra classe è stata selezionata per intervistare Massimo Gramigni, uno dei più importanti promoter e organizzatori di eventi della città di Firenze, e di visitare gli Uffizi. Alessandro Capone e Alessia Scarabello hanno rappresentato la classe in questa esperienza, in data 15 marzo. 

Oltre alla soddisfazione per tale risultato, siamo orgogliosi del fatto che il giorno seguente sia stato pubblicato un articolo su “La Stampa” dedicato alla realizzazione dei progetti delle tre scuole vincitrici ed alla successiva premiazione.

Siamo inoltre grati alla scuola per averci dato la possibilità di aderire a tale iniziativa e per averci fornito i mezzi e le conoscenze necessari per raggiungere questo importante traguardo.

Silvia Capretti
Francesco Russo

Ecco le diapositive del lavoro presentato (cliccare sulle immagini per ingrandire):

Bacheca Download