Animazione spirituale

Il servizio dell’animazione spirituale è espressione della responsabilità educativa dell’Istituto Sociale . Ha come finalità di accompagnare gli alunni nella loro crescita spirituale, individualmente e in gruppo,  fino alla maturazione delle scelte fondamentali della vita secondo lo spirito e i criteri del Vangelo e di sostenere le famiglie e i docenti nel proprio impegno di educatori in una visione cristiana.

L’impegno degli educatori, nei rispettivi ruoli, concorre alla formazione dei giovani con le loro esperienze umane, cristiane, professionali e di servizio. Tale impegno si qualifica per la testimonianza di vita, la professionalità aggiornata, lo stile educativo centrato sull’attenzione alla persona dello studente e sullo sforzo di creare un ambiente che, con cordialità, coraggio, gradualità e continuità, stimoli i giovani a divenire progressivamente, in dialogo con il Signore e con le persone, artefici e protagonisti della propria formazione di credenti e leaders nel servizio.

L’animazione spirituale stimola, accompagna e sostiene l’esercizio responsabile della libertà del giovane nell’incontro personale con il Signore, nell’ascolto della sua Parola da cui ricevere sapienza, fiducia, criteri d’azione e di scelte per la propria vita, coraggio per testimoniarlo in un’esistenza di fede e servizio nella società e nel mondo di oggi.

L’animazione e il cammino spirituale personale ed ecclesiale si avvale e si svolge all’interno dell’azione educativa dell’Istituto che intende perseguire le proprie finalità attraverso la formazione della mente, del cuore, della volontà, della dimensione contemplativa e di quella sociale.

Il coordinamento dell’animazione spirituale all’Istituto Sociale è affidata ad una équipe pastorale composta da gesuiti, religiose e laici.

Le proposte sono differenziate per fasce di età e ciascuno può scegliere liberamente di partecipare alle attività che maggiormente incontrano la sensibilità personale ed aiutano la sua crescita umana e spirituale.

Alcune proposte sono anche aperte alle famiglie, ai genitori, agli ex-alunni, che in tal modo si dimostrano parte “viva e attiva” dell’Istituto.

Nelle sezioni di ciascuna Scuola sono presentate le attività spirituali che vengono svolte.