Dichiarazioni del Padre Generale e del Padre Provinciale dei Gesuiti

15 marzo 2013

Il Padre Generale della Compagnia di Gesù, P. Adolfo Nicolàs S.I., e il Provinciale d’Italia, P. Carlo Casalone S.I., hanno inviato un messaggio in occasione dell’elezione del Cardinale Gesuita J. M. Bergoglio al soglio di Pietro.

 

DICHIARAZIONE DEL P. GENERALE DELLA COMPAGNIA DI GESÙ

Roma, 14 marzo 2013

A nome della Compagnia di Gesù ringrazio Dio per l’elezione del nuovo Papa, il cardinale Jorge Mario Bergoglio S.J., che apre per la Chiesa una tappa piena di speranza.

Tutti noi gesuiti accompagniamo con la preghiera questo nostro fratello e lo ringraziamo per la sua generosità nell’accettare la responsabilità di guidare la Chiesa in un momento cruciale. Il nome “Francesco”, con il quale sarà chiamato d’ora in avanti, evoca il suo spirito evangelico della vicinanza ai poveri, la sua identificazione con la gente semplice e il suo impegno nel rinnovo della Chiesa. Dal primo momento in cui si è presentato davanti al popolo di Dio ha dato testimonianza in modo visibile della sua semplicità, umiltà, esperienza pastorale e profondità spirituale.

“Il carattere proprio della nostra Compagnia è dunque di essere un ordine religioso, apostolico, sacerdotale e unito al Romano Pontefice con uno specialissimo vincolo di amore e di servizio” (NC 2, n. 2). Per questo, condividiamo la gioia di tutta la Chiesa, mentre desideriamo rinnovare la nostra disponibilità per essere inviati alla vigna del Signore, in conformità con lo spirito del nostro voto speciale di obbedienza, che ci unisce al Santo Padre in maniera così specifica (CG 35, D. 1, 17).

P. Adolfo Nicolás S.J.
Superiore Generale

DICHIARAZIONE DEL P. GENERALE DELLA COMPAGNIA DI GESÙ

Cari amici,

come unico Corpo Apostolico accogliamo nella preghiera l’elezione di Papa Francesco. Il fatto che un confratello sia stato eletto successore di Pietro ci interroga in modo inedito su che cosa significhi oggi servire la Chiesa a partire dalla nostra spiritualità, in obbedienza e discernimento. Colpisce lo stile semplice e denso di significato dei suoi primi messaggi, a partire dal nome che ha scelto. Sappiamo che è uno stile che ha caratterizzato anche la sua vita e il suo ministero. Dona speranza il suo proporsi come pastore di una Chiesa locale, che desidera collaborare “nella carità” con tutti gli altri fratelli nell’episcopato e camminare con il suo popolo sulla strada della Nuova Evangelizzazione.

Anche noi ci uniamo alla preghiera di benedizione che Papa Francesco ha chiesto all’intero popolo di Dio perché lo Spirito lo sostenga in questo servizio per il bene della Chiesa e del mondo.

P. Carlo Casalone SJ
Provinciale

Inoltre, il Padre Provinciale, P. Carlo Casalone, ha rilasciato in data 17 marzo, l’intervista che è possibile vedere nel video sottostante.

Bacheca Download