Buona Pasqua!

22 marzo 2013

L’Istituto Sociale augura a tutti una buona e santa Pasqua!
Si ricorda che, durante il periodo di sospensione dell’attività didattica per vacanze pasquali, la scuola sarà sempre aperta fino alle 14 nei giorni feriali compreso il sabato. Giovedì e venerdì santo fino alle 20. In questi due giorni saranno anche aperti l’economato e la segretaria.

Si riporta di seguito la lettera di P. Denora in occasione della Pasqua 2013.

—————————————————————————————————–

Carissimi,

il prezioso tempo quaresimale volge al termine e si intravede ormai vicina la grande festa della Pasqua. Non possiamo non riconoscere in questo tempo una straordinaria ricchezza di eventi e di situazioni che, letti in un’ottica di fede, ci dimostrano come lo Spirito Santo operi nel mondo e nella Chiesa con sorprendente freschezza e ci doni una stagione nuova in cui guardare avanti con fiducia e speranza nonostante la pesante situazione del nostro paese.

Il mio pensiero si rivolge, da un lato, agli ultimi atti del pontificato di Papa Benedetto XVI, che, con un atto di straordinario coraggio e umiltà, ha rinunciato all’esercizio del ministero petrino, lasciando la guida della Chiesa proprio nelle mani dello Spirito. Dall’altro lato, ho ancora il cuore pieno di gioia per l’elezione del nuovo Papa Francesco, primo Papa gesuita, che per la sua umanità, la sua spiritualità, la sua semplicità e attenzione verso i poveri e gli emarginati testimonia di una Chiesa che si fa vicina a ciascuno di noi. Il cuore del primo saluto che Papa Francesco ha rivolto al mondo intero, affacciandosi dalla loggia di San Pietro la sera della sua elezione, in mezzo alla sorpresa e allo stupore generale, è stato il richiamo all’importanza del silenzio e della preghiera. Egli ha chiesto a tutto il popolo di pregare con lui e, soprattutto, per lui, rinnovando poi questo invito anche nel suo primo Angelus di domenica scorsa.

Ecco perché, nel rivolgervi i miei auguri di buona Pasqua, desidero accogliere e fare miei questi inviti alla preghiera, che, data la nostra situazione di “comunità educante”, vedrei ben calati soprattutto nell’intimo contesto della vita delle nostre famiglie. Come la crescita dei nostri bambini e ragazzi, così anche la nostra fede progredisce e aumenta attraverso due elementi essenziali: “piccoli passi quotidiani”, giorno dopo giorno, e l’aiuto di educatori e “maestri” che accompagnano.

Proprio per fare un piccolo passo nella crescita della preghiera in ciascun nucleo familiare, abbiamo pensato di donarvi un sottile ma, a mio avviso, preziosissimo libretto, che si pone in continuità con il dono dello scorso anno, in cui si proponevano alcuni spunti per la preghiera durante i pasti, momento “intimo”, di gioia e convivialità per ogni famiglia.

Per quanto riguarda la “guida accompagnatrice” abbiamo scelto un altro grande gesuita, particolarmente “vicino” all’Istituto Sociale, che è stato per la Chiesa e per la Compagnia di Gesù un faro e una luminosa guida umana, spirituale e pastorale. Si tratta evidentemente del Cardinale Carlo Maria Martini, che, in questo piccolo volumetto, con la stessa semplicità e immediatezza che stanno caratterizzando i primi passi di Papa Francesco, sembra quasi “prendere per mano” le nostre famiglie e accompagnarle con dolcezza e umiltà – ma non per questo con minore profondità – a una crescita nella preghiera insieme.

È questo il mio augurio più profondo e più sincero, in quanto educatore e sacerdote: che ciascuno di noi possa “crescere” un po’ nel suo cammino di fede e di ricerca, sia come singolo sia come famiglia, aiutati dall’azione dello Spirito Santo, che è il grande protagonista del periodo pasquale e post-pasquale.

Infine, vi ricordo e vi invito cordialmente a un prezioso momento che, come “famiglia” del Sociale vivremo insieme nel cuore della Settimana Santa, attraverso il tradizionale rito della VIA CRUCIS, la sera di Martedì 26 marzo alle ore 21.00.

Con gioia vi auguro una buona Pasqua e uno speciale saluto a ciascuno di voi!

 Padre Vitangelo Carlo Maria Denora S.I.VIA-CRUCIS2013

Bacheca Download