Formazione dei Docenti di recente assunzione

29 ottobre 2013

“La scuola dei gesuiti – si legge nel documento che traccia le linee guida e le caratteristiche dell’attività educativa delle scuole ignaziane – cura speciali programmi di formazione per i nuovi membri della comunità educativa e organizza incontri che promuovono la crescente conoscenza e consapevolezza delle finalità dell’educazione ignaziana…”.

Anche quest’anno si è svolta la prima tappa del seminario propedeutico per i Docenti di nuova nomina delle Scuole Ignaziane. Venticinque partecipanti dei collegi ignaziani d’Italia (tra cui anche un bel gruppetto dal Sociale), insieme con l’Equipe Cefaegi si sono ritrovati a Napoli, Casa Cangiani, dal 23 al 26 ottobre. I temi che introducono all’approfondimento del Paradigma Pedagogico Ignaziano sono stati trattati attraverso presentazioni, testimonianze e laboratori, ma anche con momenti di espressione creativa da parte dei gruppi che hanno interpretato in maniera originale e accattivante episodi della vita di Ignazio. Questa prima tappa del Propedeutico permette di condividere l’esperienza dell’inserimento in un ambiente educativo caratterizzato da una lunga tradizione e sostenuto da una spinta innovativa che offre stimoli professionali di cui i Docenti hanno sottolineato l’importanza. Molto coinvolgimento suscita sempre la drammatizzazione dell’Autobiografia che apre alla riflessione sul legame profondo esistente tra il cammino spirituale del Pellegrino, la genesi degli Esercizi Spirituali e i fondamenti della pedagogia ignaziana. Momenti semplici di preghiera e le celebrazioni eucaristiche danno alla fatica di queste giornate una dimensione di comunione e apertura fraterna. Non poteva mancare la rapida discesa in centro con pizza serale, anche questo un modo per consolidare la Rete!

Ed ecco un primo commento:

“Desidero ringraziarVi tutti per la splendida accoglienza nelle giornate trascorse insieme a Napoli. Con la mente e con il cuore sono ancora a quei giorni. Ho avuto modo di toccare con mano cosa significa fare rete, cosa significa condividere e vivere in comunione di intenti. Ho conosciuto colleghi simpatici ed appassionati del proprio lavoro che hanno contribuito a generare un circolo virtuoso, i cui effetti, spero, possano tradursi positivamente nella nostra quotidianità. Con infinita gratitudine, Vi saluto tutti e Vi auguro buon lavoro”.

P1040228_comp     propedeutico_comp   P1040239 compres   P1040230_comp

 

Bacheca Download