Massimo Guerrini

27 Febbraio 2014

cap_soc_banner_615x100_white

 


22_Massimo GuerriniCapitale Sociale #22 – Massimo Guerrini, maturità classica 76/77, costruttore e manager, consulente di banche nei crediti erogati sofferenti presso le imprese. Vicepresidente di Api- Pmi di Torino e vicepresidente di Unionfidi Piemonte, consorzio di garanzia. Presidente della Circoscrizione Uno del Comune di Torino.

 
1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al liceo del Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

Direi lo spirito di servizio, il senso del dovere e piacere di servire.
Io da molti anni mi occupo di politica in prima persona. Pochi mi credono, soprattutto di questi tempi, ma la mia scelta è un gesto di carità e di servizio quotidiano fondato sul desiderio di servire gli altri attraverso l’amministrazione della cosa pubblica nel tentativo di dare servizi agli altri e di alleviarli dalle “magagne” della vita in città.
Paolo VI del resto ha sempre detto che la politica è la più alta forma di carità.
Da quegli anni mi porto anche dietro un grande rispetto per i diritti delle minoranze e la tolleranza per le culture, opinioni, costumi e fedi diverse dalle mie.

 

2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tempi del tuo liceo, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

La tolleranza direi non tanto come pazienza verso gli altri, ma opportunità di ascolto degli altri e di crescita reciproca: in questo forse c’era già allora qualcosa della cura personalis; concetto che si traduce nel rispetto del valore della singolarità della persona: ognuno di noi è unico e speciale e per questo motivo è un valore insostituibile anche per gli altri. Porto con me da quei tempi, infine, l’apertura allo scambio reciproco di idee e di confronto con gli altri in un clima di reciproca fiducia.

 

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

Nel prosieguo degli studi la formazione umanistica mi è stata molto di aiuto.
Soprattutto l’apertura mentale che gli studi classici mi hanno dato mi supporta ogni giorno quando devo andare ad attingere nel mio profondo inconscio di informazioni.
Aggiungerei anche la capacità e l’elasticità mentale di interconnettere pensieri su piani e ambienti tra loro molto diversi.

4. Qual e’ l’aneddoto del liceo che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?

L’aneddoto è, ahimè, triste.
Ricordo quando morì mia madre, io frequentavo il ginnasio, ed ero triste oltre che per la perdita anche perché mi sentivo in colpa per non aver valorizzato ogni precedente momento con lei. Ne parlai con l’allora mio padre spirituale delle medie, padre Capaci: e lui mi disse questa frase:” Non rammaricarti, noi esseri umani ci rendiamo conto del valore delle persone che ci stanno accanto soltanto quando esse non ci sono più.”
Da allora, anche se non ci riesco, cerco di non sprecare mai i momenti con gli altri: perché se sono uniche le persone, sono unici anche i momenti che viviamo con loro.

 

 

cap_soc_banner_615x100_blu

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

Iniziative quaresimali in preparazione alla S. Pasqua

26 Febbraio 2014

MERCOLEDI “delle Ceneri” 5 MARZO 2014, alle ore 21.00, al Sociale, Santa Messa con rito delle Ceneri. La liturgia sarà animata dagli “Alunni del Cielo”.

MARTEDI SANTO 15 APRILE 2014, ore 20.45, Via Crucis per la Comunità del Sociale.

 

esercizi-spirituali-2014

 

 

 

 

 

Carneval Sociale

26 Febbraio 2014

Per continuare la tradizione del Carneval Sociale istituita dal Padre Giulio Francisetti, i bambini più grandi parteciperanno nella mattinata di giovedì 27 febbraio a giochi di abilità nella loro palestrina. Grazie al contributo del Signor Ferraresi, i bambini potranno sperimentarsi nel tiro a segno, minigolf, birilli e canestri e tanto altro.

Nel pomeriggio grande festa di tutto l’ Istituto a cui potranno partecipare anche tutti i piccoli Colibrì accompagnati dai loro genitori!!

Le prime al Castello di Rivoli!

25 Febbraio 2014

Le classi prime della scuola secondaria di primo grado, giovedì 13 febbraio 2014, sono state in visita al Castello di Rivoli. In questa occasione, oltre a visitare la mostra permanente di arte contemporanea, i nostri ragazzi hanno potuto partecipare ad un laboratorio didattico tenuto interamente in lingua inglese!

Di seguito alcune immagini dell’iniziativa:

IMG_6379IMG_6340IMG_6344IMG_6381

 

Percorso di educazione alimentare

25 Febbraio 2014

Quali processi metabolici portano alla formazione dei radicali liberi?

Quali sostanze ossidanti limitano i danni?

Quali mode o messaggi pubblicitari condizionano le scelte alimentari?

I ragazzi delle seconde sono in grado di fornire risposte adeguate riguardanti i concetti basilari del metabolismo degli alimenti poiché hanno partecipato ad un percorso di educazione alimentare condotto dalla Dott.ssa Rosanna Tabasso specialista in diabetologia e malattie metaboliche. Sono stati tenuti incontri presso l’Istituto e un laboratorio nelle sale della fattoria pedagogica “La cascina del prevosto”  a  Cumiana.

La partecipazione alle lezioni teoriche interattive e il momento di preparazione di un pranzo con alimenti salutari hanno permesso ai ragazzi di esperire abilità manuali e di osservare alcune reazioni  tra gli alimenti  e i tempi di lavorazione dei cibi.

Le classi hanno inoltre esercitato la pazienza in attesa delle conclusione delle operazioni necessarie all’allestimento del pranzo comunitario.

Di seguito alcuni momenti dell’uscita didattica alla fattoria pedagogica:

21

 

Fassinotti vola verso i mondiali

25 Febbraio 2014

L’ex-alunno Marco Fassinotti ha raggiunto un nuovo record italiano di salto in alto.

Riportiamo di seguito un articolo su di lui tratto dalla Gazzetta dello Sport del 23 febbraio 2014 (http://www.gazzetta.it/Atletica/23-02-2014/alto-fassinotti-record-234-mondiali-indoor-sopot-80117004391.shtml)

15553712-U202073402018N4-FASSINOTTI2

Il volo di Marco Fassinotti non si ferma più. Agli Assoluti indoor ad Ancona migliora il record italiano di salto in alto con 2.34, superando i 2.33 stabiliti da lui stesso l’8 febbraio ad Arnstadt (Germania) e da Silvano Chesani il 17 febbraio 2013 proprio ad Ancona, anche in quel caso agli Assoluti al coperto. Fassinotti, torinese, compirà 25 anni il 24 aprile, e con questo record supera di un centimetro anche il primato italiano all’aperto, di Marcello Benvenuti, del 12 settembre 1989. Fassinotti ha una progressione entusiasmante. Entra in gara a 2.15, poi salta 2.20 e 2.24, dopodiché rimane da solo, già vittorioso.

LA SEQUENZA RECORD — Fa piazzare l’asticella a 2.28, ha l’unica esitazione della giornata, sbaglia la prima prova, ma si riscatta immediatamente e poi va sicuro al primo tentativo sui 2.31. Tenta quindi il record, a 2.34. La prima prova la sbaglia di poco, alla seconda va su e sfiora l’asticella, che si muove appena, ma regge. E’ anche la quarta prestazione mondiale del 2014, dopo i russi Ukhov (2.41) e Dmitrik (2.40) e il qatarino Barshim (2.36), quindi un risultato beneaugurante in vista dei Mondiali indoor di Sopot (Polonia) dal 7 al 9 marzo.

verso i mondiali — “Sapevo di essere costante su certe misure – dice Fassinotti -, anche in allenamento, così il risultato è quasi venuto da sè. Per i Mondiali il primo obbiettivo è di entrare in finale, poi tutto quello che verrà in più sarà guadagnato”. Fassinotti, alto 1.90 m, da gennaio 2013 si allena a Birmingham, nel gruppo guidato dal pakistano Ahmed Fuzz, che comprende anche il bronzo olimpico di Londra 2012, il britannico Robbie Grabarz. Ha dovuto lasciare Torino soprattutto a causa della carenza di impianti. Ora, da «emigrato», è pronto a saltare sempre più in alto.

(Gennaro Bozza)

http://www.gazzetta.it/Atletica/23-02-2014/alto-fassinotti-record-234-mondiali-indoor-sopot-80117004391.shtml

15553712-U202073402018N4-FASSINOTTI

Simone Aversa

25 Febbraio 2014

cap_soc_banner_615x100_white

 


21_simone aversaCapitale Sociale #21 – Simone Aversa, nato nel 1975 a Torino, alunno del Sociale dal 1981 al 1991 (dalla prima elementare alla seconda liceo scientifico), ha poi terminato le superiori al Liceo Copernico. Successivamente ha frequentato la SAA (Scuola Amministrazione Aziendale) laureandosi nel 1997 in Marketing e Comunicazione. Dal 2000 al 2009 si è occupato di consulenza immobiliare, mentre dal 2010 lavora nel settore assicurativo. Da sempre un grande appassionato di Pallanuoto (tradizione di famiglia… suo padre giocava, quindi ha vissuto pallanuoto fin dai suoi primi giorni di vita…), è allenatore della ASD Torino81.

 
1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al liceo del Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

L’elemento che ho ritrovato attraverso tutto il mio percorso formativo al Sociale è stato l’attenzione alla “disciplina”, intesa come rispetto delle regole, dei ruoli, del prossimo, dei propri doveri. Sia nel lavoro che nello sport sono aspetti fondamentali per ottenere risultati e raggiungere i propri obiettivi.

 

2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tempi del tuo liceo, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

Sicuramente venivano trasmessi, attraverso i tanti momenti momenti di riflessione e confronto che ogni settimana avevamo la possibilità di condividere con i professori e sempre con la supervisione dei padri gesuiti dell’Istituto.

 

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

Ho sempre ritenuto che la qualità dell’offerta accademica fosse molto buona, sempre tanto da studiare… e poi ogni studente era seguito con attenzione; la conferma l’ho avuta durante l’esperienza nella scuola pubblica, nella quale devi saperti organizzare da solo e puoi contare solo sulle tue forze. Anche quella è stata un’esperienza utile per poi affrontare l’università.

 

4. Qual e’ l’aneddoto del liceo che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?

Dato che è prossima l’apertura del Liceo sportivo al Sociale, ricordo con piacere il giorno in cui Padre Guerello (allora preside del liceo scientifico) mi convocò nel suo ufficio: ero un po’ preoccupato, quell’anno stavo facendo un po’ troppe assenze a causa dei miei impegni sportivi e mi aspettavo di essere ripreso… invece mi fece i complimenti per la mia convocazione nella nazionale giovanile. Tornai in classe inorgoglito, dato che i complimenti venivano da una persona che stimavo molto.

 

cap_soc_banner_615x100_blu

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

Licei – Giornata sulla neve

24 Febbraio 2014

Il giorno 26 febbraio 2014 si svolgerà a Bardonecchia la Giornata sulla neve dei Licei.

Il ritrovo è alle ore 7.45 al parcheggio dell’Istituto.

Il ritorno è previsto in Istituto alle ore  18.00 circa.

Lo spostamento avverrà, per tutti, con pullman organizzati dalla scuola.

Licei – Viaggio d’istruzione alle Isole Eolie

24 Febbraio 2014

Gentili Famiglie,

dopo aver raccolto le adesioni all’uscita didattica alle Isole Eolie, siamo ora in grado di comunicare l’importo da versare in economato entro due settimane dalla presente: esso ammonta a 640 euro.

A questo importo sarà necessario aggiungere 30 euro necessari per le salite su Stromboli e su Vulcano, quota che i ragazzi consegneranno agli accompagnatori all’inizio del viaggio.

Alleghiamo alla presente:

  • Il programma dettagliato. Dobbiamo ancora definire la modalità di rientro, cioè se prendere un treno alle 9,40 che arriva diretto a Torino da Napoli o cambiare a Roma. Questa seconda opzione ci permette di avere un margine di tempo fra l’arrivo della nave a Napoli e la partenza per Torino.

Convinti che questa rappresenti una esperienza unica del percorso scolastico dei vostri figli, vi ringraziamo per la collaborazione e vi porgiamo cordiali saluti.

Gli Accompagnatori:

Prof. ssa Simona Boano

Prof.ssa Alessandra Cavallo

Prof. Daniele Gimigliano

 

PROGRAMMA :

1° giorno  –  04/05/2014

Ritrovo dei partecipanti direttamente all’aeroporto di Torino Caselle alle ore 08.30. Operazioni d’imbarco e partenza alle ore 10.20 su volo diretto per Palermo. Arrivo alle ore 12.00. Ritiro dei bagagli. Sistemazione in autopullman privato e trasferimento al  porto di Milazzo.  Imbarco su barca privata e partenza per  Lipari alle ore 15.30 con arrivo alle ore 16.30 circa.  Trasferimento libero in hotel. Sistemazione nelle camere. Introduzione ai lavori dello stage.  Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno – 05/5/2014 

Prima colazione in hotel. Imbarco in aliscafo alle ore 09.15 per Vulcano con arrivo alle ore 09.30. Mattinata dedicata alla visita di Vulcano con ascensione al cratere della Fossa della Fucina, fumarole, fangaia e alle sorgenti termali. Eventuali osservazioni botaniche e faunistiche. Pranzo libero. Rientro a Lipari in aliscafo alle ore 17.45  con arrivo alle ore18.05. Cena in hotel. Lezione introduttiva di ecologia marina. Pernottamento in hotel.

3° giorno  – 06/5/2014  

Prima colazione in hotel. Sistemazione in autopullman privato e partenza alle ore 08.30 per visita alle cave di pomice, ossidiana, caolino (raccolta di campioni). Pranzo libero. Nel pomeriggio rientro in hotel. Cena e pernottamento.

4°giorno – 07/5/2014  

Prima colazione in hotel. Trasferimento a Stromboli in aliscafo alle ore 08.20 con arrivo alle ore 09.55. Osservazione dal mare. Arrivo a Stromboli. Sistemazione e pranzo in  hotel. Possibilità di salita al cratere da Piscità (mulattiera comoda) con osservazioni botaniche e faunistiche. Cena libera in cima allo Stromboli. Fotografia notturna dell’attività esplosiva del vulcano ( intervallo tra gli eventi esplosivi 15-20 minuti circa), inizio discesa a lume di torcia. Pernottamento in hotel.

5° giorno – 08/5/2014 

Prima colazione in hotel. Pranzo libero. Nel pomeriggio tempo a disposizione per campionamento del benthos nella zona sopralitorale e mesolitorale in ambiente roccioso; lavoro di gruppo con analisi del materiale raccolto. Cena in hotel. Trasferimento al porto. Sistemazione in cabina. Partenza alle ore 22.00 per Napoli. Pernottamento a bordo.

6°giorno –  09/5/2014  

Arrivo alle ore 08.30. Pranzo libero. Partenza con treni diretto Freccia Rossa alle ore 09.40 per Torino. Arrivo alla stazione Porta Nuova alle ore 15.05 ( o in alternativa: NA/Roma 11.00/12.10 – Roma/To 13.00/17.05). Termine dei servizi.

ATTREZZATURA CONSIGLIATA

– scarpe da montagna o pedule con suola rinforzata;

– Zainetto;

– Borraccia;

– Giacca a vento, maglione, berretto, occhiali da sole;

– sacchetti di nailon, guanti da lavoro;

– taccuino e matite colorate;

– macchia fotografica

– torcia elettrica (meglio se frontale) con batterie nuove e possibilmente di riserva.

Un anno di studio nella scuola di Conan Doyle

23 Febbraio 2014

/Volumes/Data/TO ARCHIVE DO NOT BIN/STONEYHURST HI RES/._DSC8490.jpg

Mercoledì 5 marzo alle ore 18 sarà presentata alle Famiglie e agli Studenti del II e III anno dei Licei una nuova, importante e preziosa opportunità, che costituisce un ulteriore tassello nel progetto di apertura internazionale attuato negli ultimi anni al Sociale. Si tratta di un periodo di studi (l’intero quarto anno o anche periodi inferiori) presso la scuola dei Gesuiti Stonyhurst College, situata nel Lancashire, in Inghilterra.

Lezione allo Stonyhurst College

Lezione allo Stonyhurst College

Lo Stonyhurst Jesuit College è una delle più antiche scuole dei Gesuiti (essendo stata fondata nel 1593) e gode di un grande prestigio per la qualità della scuola, per l’immenso patrimonio storico-artistico posseduto e anche per gli ex alunni, tra i quali si annoverano santi e grandi personalità della cultura e della società, come il celebre scrittore Sir Arthur Conan Doyle (il “padre” di Sherlock Holmes) e il poeta gesuita Gerard Manley Hopkins. Si tratta di una scuola mista che viene frequentata con opzione sia di scuola diurna (Day-School) che di convitto (Boarding-School) e che, come quasi tutte le istituzioni educative anglosassoni, dedica una particolare attenzione anche all’ambito e alle attività sportive.

Proprio nei giorni scorsi padre Vitangelo Denora S.I., anche in qualità di presidente della neonata Fondazione Gesuiti Educazione e di Delegato per i Collegi d’Italia e Albania, ha definito con i vertici della Provincia Inglese della Compagnia di Gesù una partnership stabile con lo Stonyhurst College, che mette a disposizione della rete italiana delle scuole dei Gesuiti alcuni posti per un periodo di studio in questa prestigiosa istituzione inglese. E’ una preziosa occasione che consente ai nostri studenti di beneficiare della grande rete internazionale di scuole dei Gesuiti che in tutto il mondo condividono la missione educativa, i valori e lo stile della pedagogia ignaziana.

L’opportunità, già disponibile a partire dal prossimo anno scolastico 2014 – 2015, si rivolge innanzitutto agli attuali studenti del terzo anno dei Licei, ma anche agli studenti del secondo anno, perché possano considerare per tempo un’esperienza non comune e di alto valore formativo, che consenta loro di perfezionare la lingua inglese, conoscere nuove realtà, nuove culture e nuove persone, aprire i propri orizzonti e vivere un anno da “cittadini del mondo”.

Stonyhurst 6Stonyhurst 3 Stonyhurst 5 Stonyhurst 4  Stonyhurst 2

Stonyhurst 10

Stonyhurst 11

/Volumes/Data/TO ARCHIVE DO NOT BIN/STONEYHURST HI RES/._DSC8490.jpg

Stonyhurst 8

Pagina successiva »

Bacheca Download