Open lesson in lingua inglese

31 Marzo 2014

PROGETTO INTERNAZIONALITA’

         OPEN LESSON  IN LINGUA INGLESE ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA

Giovedì 10 aprile per gli alunni cinquenni della sezione Gialla  e gli alunni cinquenni della sezione Blu; Venerdì 11 aprile per gli alunni cinquenni della sezione Verde e gli  alunni cinquenni della sezione Viola  alle ore 8,45 in teatro.

Invitiamo calorosamente i Genitori degli alunni e tutti coloro che vogliono assistere  a  un’ora di lezione in inglese (L2): saremo lieti di mostrarVi le competenze raggiunte in uscita dalla Scuola dell’Infanzia e di salutarVi con gioia.

 

Successi Sportivi

31 Marzo 2014

medie sport 2014La squadra della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Sociale ha partecipato ai Campionati Studenteschi di nuoto ottenendo un eccellente settimo posto, scontrandosi con diverse compagini formate da molti atleti agonisti.
I componenti la squadra erano: Giulia CESANO, Ilaria OLIVERO,  Annalisa PANIO, Federica PUCCI , Giulia SPADA, Gianluca GALLI, Eugenio MANCUSO, Emanuele MOLLAR, Tommaso VALPREDA.

Successo anche per la squadra dei Licei dell’Istituto Sociale, che ha partecipato alla 12^ edizione del Trofeo AGESC (Scuole Cattoliche) ottenendo un eccellente secondo posto nella finale del 28 marzo 2014, dietro la compagine dell’Istituto Valsalice.
Ottimi i piazzamenti in tutte le discipline , in particolare nel Calcio a 5, nel Basket, nell’atletica , nella campestre e nel nuoto.

Congratulazioni a tutti i nostri sportivi!

Alberto Barbi

31 Marzo 2014

cap_soc_banner_615x100_white

 

34_alberto barbiCapitale Sociale #34 – Alberto Barbi  ha frequentato al Sociale le Medie e tre anni di Liceo. Ha conseguito la maturità classica nel 1989 ed ora è un attore, regista e scrittore che ha lavorato, tra gli altri, con Arnoldo Foà , Eugenio Allegri, Pino Quartullo, Claudio Insegno, Michael Margotta, Teatro del Carretto, Teatro della Tosse, Teatro Stabile Torino, Teatro Stabile Trento.
 
1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

Mi ha insegnato a pormi sempre dei dubbi. Saper pensare e non fermarmi alle apparenze, almeno così provo a fare. Mi ha insegnato ad indignarmi contro le ingiustizie, a cercare l’uguaglianza.

2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tempi del tuo liceo, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

Campitello. Busso alla porta di un animatore, “senatori” così si chiamavano, lui mi risponde: “entra Alberto”, senza neanche chiedere chi è. Chiedo come ha fatto a capire che ero io. Mi risponde che sono l’unico che bussa alla porta in modo così poco musicale. Mi è rimasto dentro. Aveva ragione. Ho iniziato a studiare e ora suono, decentemente, tre strumenti.

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

Il mio lavoro è molto lontano da ciò che si fa a scuola. Anche se i racconti del prof di italiano (che si chiamava Alasia) avevano il loro fascino….

4. Qual e’ l’aneddoto del liceo che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?

Ricordo in particolare i soggiorni a Campitello con Padre Boschi e Francisetti, dove tra camminate in montagna e giochi di gruppo si imparava a prendersi cura del compagno, non lasciare indietro nessuno e il gruppo ti permette di vincere..

cap_soc_banner_615x100_blu

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

Eye Project 2014

30 Marzo 2014

Eye2Si è appena concluso l’E.Y.E. Project 2014, una delle iniziative più importanti per quanto riguarda il tema dell’internazionalità e degli scambi con l’estero.

Per un’intera settimana l’Istituto Sociale ha ospitato alcune delegazioni di ragazzi dei Collegi dei Gesuiti di Bonn, Miskols e Gent per farli incontrare e metterli all’opera con i loro coetanei italiani del quarto anno delle superiori.

Si è trattato di un vero e proprio meeting tra docenti e studenti di quattro scuole che appartengono alla rete internazionale delle Scuole Ignaziane che in questo modo vogliono promuovere le relazioni e le specificità dei diversi istituti sparsi per il mondo.

Come ogni anno il lavoro degli alunni è stato organizzato in diversi gruppi e laboratori, chiamati a produrre un’opera finale dalla lettura e dalla rielaborazione ragionata di un libro. A guidarli per quanto riguarda i docenti del Sociale c’erano il prof. Alessandro Maurini e il prof. Franco Oggero con il supporto di Anna Martini che hanno collaborato con i loro colleghi europei.

Il titolo scelto per questa edizione è stato Fahrenheit 451 di Ray Bradbury, un testo che, anche se calato in un mondo avveniristico, pone in modo attuale e drammatico il problema della libertà personale. Infatti, è ambientato in un’epoca in cui il Grande Fratello (i media) riesce a imporre il pensiero unico, distruggendo deliberatamente tutti quei valori culturali che sono alla base della persona umana, della sua dignità e della sua coscienza.

Sono stati creati così 6 laboratori, che dopo la scelta del libro e la focalizzazione sulle domande che esso suscita, hanno individuato progressivamente i temi da approfondire e mettere in scena. Nella giornata di giovedì si è tenuta la presentazione di tutti i lavori, dove ogni gruppo ha dato vita alla propria rappresentazione degli scritti di Bradbury, offrendo la propria interpretazione e mettendo in risalto le tematiche più vicine ai ragazzi. Venerdì invece c’è stata la proiezione di un film attinente alle questioni trattate dal libro ovvero “The Truman Show” a cui è seguito un momento di sport in cui sono stati coinvolti tutti i partecipanti all’E.Y.E. Project.

Eye1Eye4 Eye3 Eye2

Domenico Latagliata

28 Marzo 2014

cap_soc_banner_615x100_white

 

33_domenico latagliataCapitale Sociale #33 – Domenico Latagliata, 48 anni, papà felice di Andrea, sposato con Patrizia. Giornalista professionista, assunto c/o Editrice La Stampa con contratto art. 2, freelance per varie altre testate giornalistiche sia di carta stampata che non.
 
1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

Il rispetto delle regole e di chi vive intorno a me..

2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tempi del tuo liceo, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

In buona parte sì, anche se ricordo alcune ‘tensioni’ affrontate in maniera un po’ troppo sbrigativa. In linea di massima, però, devo dire che si percepiva quanto meno il tentativo di aiutare personalmente il singolo alunno, sollecitandone collaborazione e partecipazione.

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

Ho imparato ad apprezzare con il tempo la bontà di quanto offertomi. Essendo ‘ribelle’ il giusto, almeno ai tempi, ho avuto bisogno di un percorso anche piuttosto lungo per apprezzare davvero quanto appreso e, soprattutto, per canalizzarlo poi in maniera costruttiva. Discorso applicabile sia per il quinquennio del Liceo Classico che successivamente per il percorso universitario.

4. Qual e’ l’aneddoto del liceo che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?

Ricordo con grande piacere i miei professori di Italiano e Storia/Filosofia: agli antipodi per il modo di concepire e affrontare la quotidianità, assolutamente innamorati però delle materie insegnate. Il primo simil scavezzacollo che spiegava Dante partendo dalla morte del ferrarista Villeneuve e che giocava con noi alunni il torneo interclasse pur di portare armonia in una classe difficile, il secondo metodico e puntuale in ogni momento del suo insegnamento.

cap_soc_banner_615x100_blu

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

Licei – formazione all’estero – 4° anno

26 Marzo 2014

Ai Genitori  degli alunni

dei Licei Classico e Scientifico

Cari Genitori,

Vi informo che la proposta di formazione all’estero presentata nei due incontri del 5 e 13 marzo scorsi è stata accolta con molto interesse dai genitori e dagli studenti presenti.

Come anticipato in quella sede, P. Denora incontrerà il Rettore dello Stonyhurst College martedì 1 aprile a Milano.

Chiedo cortesemente ai genitori interessati all’iniziativa per il prossimo anno scolastico (2014-2015) e per quelli futuri, di esprimere la loro intenzione restituendo il tagliando allegato entro il 31.03.2014 per permettere ai propri figli di fare questa esperienza formativa presso lo Stonyhurst College.

Le adesioni al Progetto di formazione all’estero, nei termini presentati durante gli incontri, permetteranno a P. Denora di concordare con il Rettore dello Stonyhurst College l’avvio dell’esperienza.

Con i saluti più cordiali

 Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

 

freccia_rossa Scarica la circolare

Le prime Liceo si preparano alla Pasqua

26 Marzo 2014

Quest’anno la 4a ginnasio e la 1a scientifico hanno vissuto, durante questa Quaresima, una giornata di preparazione alla Pasqua guidata da Don Pasquale, un sacerdote che collabora nel nostro collegio “gemello”, l’Istituto Massimo di Roma. Non è la prima volta che Don Pasquale viene al Sociale e anche stavolta ha preparato per le due classi, separatamente, una proposta di riflessione e preghiera partendo dal film “Il Circo della farfalla”.

Ciascuno ha potuto così rileggere la sua vita partendo dalle qualità e anche dai limiti che possono trasformarsi in opportunità con l’aiuto e l’accompagnamento delle persone che danno fiducia e incoraggiano, senza lasciare che ci adagiamo sulle nostre difficoltà. Brevi momenti personali e lavori di gruppo insieme ad alcuni docenti e al fedele Luca, sono stai poi condivisi in cerchio e conclusi con l’Eucarestia celebrata da Don Pasquale e P. Granzino, infaticabile e  dinamico come sempre!

Ognuno di noi è tornato a casa con un bulbo da accudire e coltivare in attesa di veder sbocciare il fiore simbolo della vita che chiede solo di poter nascere e crescere.

Di seguito alcune “istantanee” della giornata. Cliccare sulle foto per ingrandirle.

DSCN4426 DSCN4427 DSCN4428 DSCN4429 DSCN4430 DSCN4431 DSCN4433 DSCN4434 DSCN4439 DSCN4438 DSCN4437 DSCN4436 DSCN4435 DSCN4440 DSCN4441 DSCN4442 DSCN4443 DSCN4444

Licei – Laboratori di interesse

26 Marzo 2014

 

Ai Genitori e agli allievi

 del Liceo Classico e Scientifico

e p.c. ai Docenti

 

   

Si informa che, come decretato dal Consiglio dei Licei, la mattinata di lunedì 31 marzo 2014 sarà dedicata ai Laboratori d’interesse organizzati dagli allievi e da alcuni esperti esterni.

Le diverse attività saranno articolate su due turni:

  • primo turno dalle ore 8.15 alle ore 10.45
  • intervallo (10.45-11.15)
  • secondo turno dalle ore 11.15 alle ore 13.45

Poiché alcune attività saranno svolte in palestra, sarà necessario per gli allievi portare il materiale normalmente utilizzato per le ore di scienze motorie.

Si allega il Programma dei laboratori con i nomi dei docenti impegnati nell’assistenza.

Cordiali saluti

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

freccia_rossa

Scarica l’allegato

Marcello Nucera

26 Marzo 2014

cap_soc_banner_615x100_white

 


Capitale Sociale #32 – Marcello Nucera, maturità Classica nel 1989, laureato in Scienze Politiche all’Università di Torino. Maresciallo dell’Arma Carabinieri, attualemente addetto al Nucleo Operativo Ecologico di Torino.
 
1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

L’elemento prezioso della formazione al Sociale è stato forse il concetto della disciplina e del rispetto di determinate strutture organizzative. Sono convinto assertore dell’importanza della guida educativa a tutti i livelli. Qualcuno che dia l’esempio nella pratica e non solo con la teoria.

2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tempi del tuo liceo, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

Nel periodo vissuto al Sociale credo che questi concetti ci siano stati trasmessi dai Padri Gesuiti presenti con qualche mancanza da parte degli insegnanti laici, talvolta non particolarmente “ignaziani” nell’atteggiamento e nel trasmettere gli aspetti fondamentali del programma educativo. Ritengo comunque che i frutti siano stati buoni vista la bontà della “pianta”.

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

La qualità dell’offerta scolastica vissuta all’interno delle aule del Sociale la ritengo ancora oggi molto valida. Una parte importante che ricordo molto volentieri è stato il periodo dei servizi sociali al Cottolengo. Credo sia stato il mio primo approccio col mondo del volontariato che poi è fattivamente continuato nel mio percorso successivo sino ad oggi in varie forme. Il servizio al prossimo è qualcosa che nella giusta misura gratifica e rende persone migliori. Un altro aspetto importante è stata l’attenzione per i gruppi e le attività sportive che credo siano state fondamentali anche per il successivo incontro con le scuole militari da me frequantate. In fondo ho ritrovato molti aspetti comuni (il fare squadra, la sana competizione).

4. Qual e’ l’aneddoto del liceo che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?

Non ricordo un aneddoto in particolare. Ricordo bene l’autorevolezza di qualche Padre, che un pò mi faceva pensare al modulo militaresco di chi aveva il carisma di trasmettere i concetti immediati.

cap_soc_banner_615x100_blu

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

English Summer Camp 2014

24 Marzo 2014

Sono aperte presso la segreteria didattica  le iscrizioni all’English Summer Camp 2014 rivolto agli alunni della scuola Primaria e Secondaria di I Grado.

Potete trovare i moduli presso la segreteria dell’Istituto o scaricarli direttamente dal link sottostante.

Le iscrizioni  chiuderanno il 9 maggio 2014.

freccia_rossa   Scarica i moduli di iscrizione

Pagina successiva »

Bacheca Download