Scuola Sec. di I gr. – Serata premiazione eccellenze – 3 giugno 2014, ore 20.45 presso l’Aula Magna

30 Maggio 2014

Cari Genitori e ragazzi,

sono lieto di invitarvi alla serata di premiazione  degli allievi dei Licei  che durante l’anno scolastico si sono particolarmente distinti in varie attività formative, promosse  sia  dall’interno dell’Istituto sia  da Enti ed Istituzioni esterni.

E’ un giusto riconoscimento degli allievi dei Licei  che hanno saputo dimostrare i loro talenti in varie iniziative di carattere culturale, didattico, formativo, sportivo, artistico e musicale, in coerenza con il valore del Magis che sta alla base della Pedagogia Ignaziana.

La serata sarà l’occasione per conoscerci meglio e per permettere, in particolare ai ragazzi delle medie, di conoscere le molte attività curricolari ed extracurricolari, comunque presenti nel percorso formativo quinquennale dei ragazzi liceali del Sociale.

Mi farà piacere  salutarVi durante la serata che si svolgerà in un  clima di festa e di gioiosa partecipazione, insieme ai docenti e agli allievi dei Licei.

La Vostra presenza sarà particolarmente gradita da parte degli allievi premiati e di tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione delle varie iniziative.

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – Serata premiazione eccellenze – 3 giugno 2014, ore 20.45 presso l’Aula Magna

30 Maggio 2014

Cari Genitori e ragazzi,

è  tradizione al Sociale, prima della conclusione delle lezioni,  premiare  gli allievi che durante

l’anno scolastico si sono particolarmente distinti in varie attività formative, promosse  sia  dall’interno dell’Istituto sia  da Enti ed Istituzioni esterni.

E’ un giusto riconoscimento degli allievi dei Licei  che hanno saputo dimostrare i loro talenti in varie iniziative di carattere culturale, didattico, formativo, sportivo, artistico e musicale, in coerenza con il valore del Magis che sta alla base della Pedagogia Ignaziana,

Saremo ben lieti di salutare durante la serata  i genitori e gli allievi premiati, in una cornice di festa e di gioiosa partecipazione, insieme ai  loro docenti e compagni di classe.

La Vostra presenza sarà particolarmente gradita da parte degli allievi premiati e di tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione delle varie iniziative.

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – ultimo giorno di scuola, venerdì 6 giugno 2014 – comunicazione

28 Maggio 2014

L’anno scolastico si sta concludendo con le intense attività e gli impegni che hanno implicato le varie componenti della nostra scuola.

Comunico ora le modalità con cui si concluderà l’ultimo giorno scolastico:

 

  • Ore 8.30 – S Messa per tutti gli allievi delle classi liceali celebrata da P. Vitangelo Denora
  • Ore 11.30 – si svolgerà la finale del Torneo di calcio dei liceali dedicato a Umberto Maiocco

 

Le classi saranno accompagnate e assistite per tutto il tempo dai propri Docenti.

Alle ore 11.00 gli allievi avranno un breve tempo per ordinare il proprio zaino (con le cose da non lasciare in classe durante l’estate: ad es. il camice di laboratorio, ecc.) e per i saluti.

Chiuse le aule, scenderanno alle ore 11.15 al campo sportivo. Vi sarà la partita seguita dalla premiazione.

 

  • Ore 12.50 circa, le classi, accompagnate dal Docente di servizio, saliranno in aula per riprendere lo zaino.

 

L’uscita verrà anticipata alle ore 13.00

A tutti rinnovo il ringraziamento per la partecipazione e la collaborazione durante tutto l’anno scolastico e l’augurio di buone vacanze.

Un caro saluto

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – convocazione per le scelte opzionali previste all’inizio del triennio

28 Maggio 2014

Cari Genitori,

è ormai prossimo per i vostri figli e figlie l’inizio del triennio dei licei. Nel piano della riforma attualmente in vigore, si parla di un “secondo biennio” e di un 5° anno.

Sull’impianto previsto dalla legge Gelmini per i licei classici e scientifici, grazie all’autonomia, sono stati introdotti alcuni aspetti che specificano la nostra scuola nella tradizione della pedagogia dei Gesuiti (Pedagogia Ignaziana).

In particolare, sfruttando la flessibilità prevista dall’autonomia, ci si è indirizzati alla dimensione orientativa dei licei, caratterizzando il secondo biennio e il quinto anno con l’opzionalità di alcune materie, resa possibile anche dall’accompagnamento della figura del tutor. Alla scelta delle materie opzionali si è arrivato dopo uno studio attento delle Facoltà universitarie scelte dai nostri alunni negli ultimi anni (economia, ingegneria, medicina, giurisprudenza).

Entrando maggiormente nel dettaglio, per il secondo biennio si è deciso per una possibilità di scelta tra materie opzionali. Gli alunni potranno scegliere tra due proposte: la prima prevede due ore settimanali per un approccio all’economia e al diritto; la seconda un’ora di conversazione inglese e un’ora di scienze oppure, per il classico, anche di matematica.

A questi aspetti innovativi si aggiunge un’attenzione particolare all’insegnamento della religione che in tutte le classi mantiene due ore anziché una, come previsto dalla legge Gelmini: nella prima si privilegia l’aspetto conoscitivo e culturale della religione, quella cristiana in particolare in coerenza con la specificità di scuola cattolica, nella seconda ora (formativa) al centro c’è l’accompagnamento dei ragazzi alle scelte non solo universitarie, ma soprattutto della vita anche con la proposta e la richiesta dell’esperienza dei servizi sociali.

Pertanto chiedo a ogni famiglia di essere rappresentata al momento della presentazione più dettagliata dei contenuti e delle modalità didattiche che riguardano le opzioni indicate, fissata per giovedì 5 giugno alle ore 18.00 in teatro. In quella sede verranno distribuiti e compilati i moduli per la scelta delle materie opzionali.

Cordiali saluti

 

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – S. Messa al Santuario della Consolata per la conclusione del percorso liceale all’Istituto Sociale

28 Maggio 2014

Cari Genitori,

come già vi è stato anticipato, desidero ricordarvi che

Martedì 3 giugno 2014 alle ore 18.00 alla Consolata

 

sarà celebrata dal P. Vitangelo Carlo Maria Denora, dal P. Teresio Gianuzzi e dal P. Piero Granzino la Messa per i vostri figli che si accingono a lasciare l’Istituto al termine degli studi liceali.

E’ una bella e toccante tradizione dell’Istituto, riservata ai ragazzi e alle famiglie dei maturandi, che desideriamo tenere viva.

Confido su una presenza numerosa e partecipe di famiglie e alunni.

 

Cordiali saluti

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – ricevuta di pagamento sanzione amministrativa

28 Maggio 2014

Informo i genitori che a tutt’oggi non è ancora pervenuta la ricevuta di pagamento (Mod. F23) relativa alla sanzione per trasgressione al divieto di fumo in ambito scolastico (D.L. 104 del 12/09/2013, art. 4). Per esigenze amministrative si prega di consegnare  tale ricevuta al Vicepreside (Prof. Gimigliano) al più presto.

Cordiali saluti

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Scuola Sec. di I gr. – Classi terze calendario impegni di giugno

28 Maggio 2014

mercoledì 4  giugno            ore 8,30      S. Messa di fine anno in Aula Magna:  sono invitati i genitori

venerdì 6 giugno                  ore 12,40   termine delle lezioni

 

I risultati degli scrutini saranno esposti in atrio, nel pomeriggio di martedì 10 giugno.

Le schede di valutazione si potranno ritirare in segreteria  mercoledì 11 giugno.

Poiché la copia delle schede (che rimarrà alla scuola) dovrà essere firmata da chi ritirerà l’originale, le schede stesse potranno essere consegnate solo ai genitori o a persone adulte con delega scritta.

CALENDARIO  ESAME  DI  STATO  CONCLUSIVO  DEL  PRIMO  CICLO

venerdì           13  giugno                 ore      8,15                prova scritta  ITALIANO

lunedì             16  giugno                  ore      8,15                prova scritta  INGLESE

martedì          17  giugno                 ore      8,15                prova scritta  MATEMATICA

mercoledì       18  giugno                 ore      8,15                prova scritta              FRANCESE

giovedì           19  giugno                 ore      8,15                PROVA  NAZIONALE

N. B. Gli alunni dovranno trovarsi a scuola entro le ore 8.

lunedì 23 giugno:  inizio prove orali

N. B. Il calendario degli orali (mattino e pomeriggio) sarà comunicato la mattina dello scritto d’Italiano.

La Preside

Prof.ssa Paola Vigna

Marta Cravino

28 Maggio 2014

cap_soc_banner_615x100_white

 


46_marta cravinoCapitale Sociale #46 – Marta Cravino, Maturità 1996. Al Sociale ha frequentato Medie e Liceo Classico. Laureata in Medicina e Chirurgia con lode e specialista in Medicina Interna, lavora come medico urgentista all’interno di un grande ospedale Torinese, occupandosi in particolare di ecografia in emergenza-urgenza. Cresciuta nella CVX, dopo l’esperienza scolastica dei servizi sociali, ha continuato in questi anni a svolgere varie attività di volontariato sia all’estero che nel territorio cittadino.

1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

Nel corso degli anni, confrontandomi quotidianamente con realtà umane molto diverse, ho avuto la certezza che la mia formazione ‘socialina’ abbia condizionato ed influito in modo netto il mio percorso personale e mi sono spesso interrogata sul come e sul perchè di questo… Credo che l’elemento cardine sia stata l’estrema apertura mentale che mi è stata trasmessa ed insegnata in quegli anni; ricordo ancora come un mantra la frase spesso ripetuta da Padre Buschini, allora Rettore, “noi vi diamo i mezzi per essere in grado di giudicare e prendere decisioni… il resto tocca a voi…”. Mi ha, quindi, sempre accompagnato, nel corso degli anni e delle mie scelte di vita, l’insita consapevolezza di avere in me le risposte; dovevo solo fermarmi, riflettere e mettere in ordine con calma un insieme di dati, apparentemente informe, che avevo nella mia mente, filtrarlo con il mio cuore ed i miei sentimenti, e poi prendere la decisione. Non parlo soltanto delle tante nozioni acquisite nel corso degli studi fatti, ma soprattutto dei molteplici momenti di riflessione, discussioni e di confronti individuali e comunitari, su temi personali, ma anche sociali e di attualità, vissuti con intensità e guidati da persone colte e rigorose ma non rigide, severe, ma comunque molto umane ed aperte alla diversità; tanti piccoli tasselli che hanno caratterizzato i miei anni di vita socialina, che mi hanno formato come persona e donna, che mi hanno insegnato ad analizzare ed a prendere in considerazione gli eventi in e con diverse prospettive, ad ascoltare altri, a meditare, a capire e poi di conseguenza a scegliere. Proprio tutto questo, credo, abbia fatto la differenza in me e nella mia quotidianità.

 2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tempi del tuo liceo, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

Io credo che tali principi ignaziani venissero già allora, messi in atto ed insegnati. Ricordo quando, allora ragazzina, mi fu spiegato da uno dei Padri il motto che appare nello stemma del Sociale, sotto lo scudo: “ab alto ad altum”. Mi disse che noi, come singoli individui, dovevamo ambire a raggiungere sempre il massimo, dovevamo impegnarci a dare il meglio di noi tanto negli studi quanto nella vita familiare e personale e sottolineò come questo poi ci sarebbe servito per essere di aiuto agli altri e per integrarci in modo efficace nella società. Già allora, a supporto di tale filosofia di vita, oltre allo studio, si facevamo sempre tante altre attività complementari per formarci come singoli individui, ma sempre attenti agli altri. Ricordo, per esempio, conferenze con forti testimonianze di personalità impegnate nel tessuto solidale cittadino ed i servizi sociali, in multipli ambiti, così che ognuno con le proprie doti ed attitudini potesse scegliere come meglio essere di aiuto, con estrema libertà, senza forzature. Ho sempre trovato il motto del Sociale affascinante ed è presto diventato anche per me una filosofia di vita. Tendere sempre a far fruttare i propri “talenti”, in tutti gli ambiti della propria vita, con coscienza dei propri limiti e delle inevitabili battute d’arresto, ma comunque con la volontà di impegnarsi per dare sempre il massimo, cercando di migliorare se stessi, per essere poi di aiuto e magari fare la differenza anche per le persone che ci circondano.

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

Sul versante puramente accademico e scolastico penso che i risultati professionali che ho ottenuto parlino da sè. Sicuramente il metodo di studio che mi è stato impartito mi ha dato modo di frequentare gli anni di medicina in grande tranquillità. Ricordo i tempi del liceo come anni divertenti, ma anche di studio molto faticoso, intenso e continuo. Francamente l’università non ha rappresentato per me un impegno maggiore, anzi! Almeno non c’erano interrogazioni quotidiane! In quanto poi alla mole di studio, le famose “sommative” di italiano della Prof.ssa Bianco mi avevano già preparato a carichi di lavoro piuttosto importanti, per cui per me lavorare prima è servito a vivere un po’ di rendita ai tempi dell’università.

4. Qual e’ l’aneddoto del liceo che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?

Più che un aneddoto è stato un evento che sicuramente ha segnato irrimediabilmente la mia vita. Eravamo andati a visitare il Cottolengo con Padre Granzino, allora mio Padre spirituale, avevo 16 anni. Dopo la visita, che mi colpì nel più profondo, ricordo che parlai a lungo con lui e gli manifestai la volontà di iniziare fare pò di volontariato con i malati. La cosa inizialmente si dimostò tutt’altro che facile, essendo io minorenne ed i degenti fissi affetti da patologie non semplici, ma alla fine, tramite un suo provvidenziale intervento, fui accontentata ed iniziò la mia primissima esperienza nel campo della sanità. Scoprii un mondo, a me fino ad allora sconosciuto, fatto di sofferenza fisica e mentale, di disagi e di abbandoni; un mondo dove spesso la natura umana era stata impietosa e su cui la medicina era stata talora impotente, talora purtroppo addirittura peggiorativa, ma comunque presente… capii che quella era la mia strada… Due anni dopo feci il test di medicina.

 cap_soc_banner_615x100_blu

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

Fotogallery della festa di fine anno 2014

27 Maggio 2014

E’ stata una bella festa, con momenti anche emozionanti di saluto a tutti coloro che terminano un ciclo di studi e soprattutto ai maturandi, che lasciano l’Istituto per “volare” verso nuove mete più impegnative della loro vita.
Ecco un estratto del bellissimo augurio che è stato loro rivolto:
“Nella vita è necessario avere coraggio. La paura non ha mai aggiunto niente di importante o di diverso alla storia degli uomini. La paura è contraria all’uomo e lo rente vittima delle sue ombre. Soltanto il coraggio ti permetterà di abbandonare ciò che tende a farti mandare in stallo e ti paralizza. La paura è facile, è per gente ordinaria. Il coraggio è difficile. Avere coraggio significa essere disposto ad affrontare quello che sarà necessario, in nome di ciò in cui credi e in cui poni la tua speranza. Avere paura è sottrarsi, è non uscire mai da se stessi. E’ stare zitti e ripiegare su di sè: ma noi, mio caro compagno, siamo rivolti all’infinito!”.

BUON VIAGGIO, RAGAZZI!

Il video di saluto dei maturandi della V Scientifico

Il video di saluto dei maturandi della III Classico

Fotogallery
(Cliccare sulle immagini per ingrandirle)

10373633_10152217880028795_5864382921076947474_n10346634_10202737336412610_5130662449491217282_n 10376295_10202737337492637_7753425319845589387_n 1526206_10202737336052601_3250505467435286445_n IMG-20140525-WA0008 IMG-20140525-WA0007 IMG-20140525-WA0006 IMG-20140525-WA0005 IMG-20140525-WA0004 IMG-20140525-WA0003 IMG-20140525-WA0002 IMG-20140525-WA0001 IMG-20140525-WA0000 10412006_10203781321803921_1093689825834754426_n 10374902_317142148444679_430897337807484883_n 10373633_10152217880028795_5864382921076947474_n 10371521_10152218134423795_6806490225643941291_n 10370988_10152217880403795_3955327999497580809_n 10366156_10152217880408795_905188747109598663_n 10363854_10152217880038795_2115674151667557486_n 10343504_10152217880418795_2295270573352798529_n 10341770_10203781320883898_8903698919495343259_n 10329269_10152217880033795_7262140033115335702_n 10322730_10152217880413795_1345734530690038372_n 10298887_10152217880048795_2890836286817945620_n 10291865_10152217880043795_6397497102979641586_n 10171220_10152217880398795_1397232135861038976_n 1901217_10203781319643867_5060199706642325038_n 1891120_10152218134418795_9080485053540371464_n 1526413_10152217884148795_1609088905837705265_n

Torneo di calcio ex-alunni 2014

27 Maggio 2014
L'ingresso in campo delle squadre

L’ingresso in campo delle squadre (torneo 2013)

Sono aperte le iscrizioni al torneo di calcio “Ex-alunni Istituto Sociale”.

Dopo il grande successo dello scorso anno, riprende anche per questa estate il torneo di calcio a 7 tra ex-alunni dell’Istituto, che si giocherà nei mesi di giugno/luglio sul campo in erba sintetica della nostra scuola.

Iscrizioni e info entro il 15 giugno tramite mail all’indirizzo: alebatta@yahoo.com.

REGOLAMENTO del torneo 2014

Il torneo di calcio a 7 si svolgerà sul campo sito in via Monfalcone 160 a Torino.

Si applicheranno le seguenti regole:

1. Durata incontri

Le partite durano 50’ (suddivise in due tempi da 25’ ciascuno) e l’intervallo fra i due tempi ha una durata massima di 5’ a discrezione dell’arbitro.

I "Bitron", primi classificati

I “Bitron”, primi classificati nel 2013

2.  Pallone

I palloni regolamentari n° 5

3.  Gironi di qualificazione

Il Torneo si svolge con gare di solo andata al termine delle quali la prima e la seconda classificata faranno la finale 1° e 2° posto.

4.  Squadre a pari merito

Nell’eventualità di squadre piazzatesi a pari merito in classifica nei gironi di qualificazione vengono presi in considerazione (nell’ordine) i seguenti criteri:

  • miglior piazzamento disciplina
  • risultato dello scontro diretto
  • differenza reti (generale)
  • maggior numero di reti segnate
  • sorteggio

5.  Altre regole           

  • Non c’è il fuorigioco;
  • Un time-out per squadra
  • I cambi sono illimitati ma a gioco fermo:
AEG, secondi classificati

AEG, secondi classificati nel 2013

6.  Squalifiche

Al giocatore che, nell’arco del torneo, raggiungerà la somma di 3 ammonizioni verrà comminata una giornata di squalifica. In caso di espulsione diretta con cartellino rosso, si avrà una squalifica automatica di minimo 1 giornata da scontare nella prima partita utile.

7.  Punti  disciplina

  • Ammonizione 1 punto
  • Espulsione 2 punti
  • Squalifica per ogni giornata 3 punti
Pagina successiva »

Bacheca Download