Messa di Natale

23 Dicembre 2014

Oggi – martedì 23 dicembre – ultimo giorno di scuola del 2014, i ragazzi del liceo hanno vissuto la Messa di Natale. E’ stata l’occasione per studenti, docenti e padri di vivere insieme la Celebrazione della Nascita di Gesù, prima di chiudere la prima parte dell’anno scolastico.

Importanti sono le parole che il Padre Rettore ha rivolto ai ragazzi, per aiutare la comprensione del senso della venuta di Dio in mezzo a noi. Il Dio che nasce a Natale è, secondo Padre Denora, «un Dio che sta vicino a noi nella vita, un Dio che si coinvolge, un Dio concreto e non astratto, un Dio bambino: è questo il Dio che ci interessa». «Questo Gesù – sostiene ancora Padre Denora con riferimento al presepe di Padre Picech – porta qualcosa di nuovo, vuole portare calore nelle nostre fredde vite e coinvolgendosi camminando con noi. Non vuole essere ingabbiato in freddi schemi ma porta calore e vicinanza nel nostro cammino». In conclusione di Omelia il Rettore invita i ragazzi a «lasciarsi toccare, commuovere e interrogare da questo Dio che è vicino ad ognuno di noi: il Vangelo dice che questo Dio è un Dio di tutti, un Dio che ha smesso di stare sulle nuvolette, ma che è compagno di ciascuno di noi».

Anche Padre Picech ha contribuito alla riflessione e, partendo dalla simbologia del presepe, ha stimolato i ragazzi sui significati del Natale e sulla presenza di Cristo nelle sue due antitetiche esperienze di vita: l’Istituto Sociale e il Penitenziario Messicano in cui presta servizio da tre anni. «Un bambino che giace in una mangiatoia è un Dio che ci dà energia per la vita: nelle nostre dipendenze e nella nostra vita rituale – sostiene Padre Picech sulla base della sua esperienza in carcere – c’è una novità, c’è un cibo che ci alimenta e una vita nuova che entra nella nostra, che scalda il cuore e che ci propone la gioia di riconoscere la presenza di dio, una presenza che apre le porte superando il peso dei limiti e dei confini. Natale – esorta il gesuita – è proprio questo: sapere che c’è un calore, una gioia e una presenza che viene e che noi non possiamo chiudere nei nostri schemi e nelle nostre sbarre».

Presepe 2014

22 Dicembre 2014

20141222_150642

 

Anche quest’anno il presepe della cappella dei licei del primo piano si pone come opera di rottura rispetto alla tradizione e vuole concretizzare la venuta di Dio nella nostra vita.

L’opera, costruita e realizzata da Padre Mario Picech S J, può essere spunto di riflessione sotto diversi punti di vista.  Da una parte si può interpretare come Gesù bambino che entra nel nostro cuore freddo per scaldarlo. Può anche descrivere il desiderio di conservare il messaggio cristiano nella nostra cultura con ogni sforzo possibile, comunicandolo però freddo e con una data di scadenza. Il frigorifero può essere anche visto come la nuova mangiatoia che apriamo ogni giorno per accedere al cibo.

Ogni simbolo ci può dare diverse letture che esprimono il proprio vissuto. Lasciamo a voi altre interpretazioni …

E’ arrivato il libro dell’incontro con Papa Francesco

18 Dicembre 2014

Nuova immagine (15)Fa riflettere, sorridere e commuovere. “Francesco, ma tu volevi fare il Papa?” è il libro in cui gli studenti delle scuole dei Gesuiti rivolgono direttamente al Papa le loro domande, i loro dubbi, le loro riflessioni attraverso pensierini, lettere, temi e disegni. Il libro, edito dalle edizioni San Paolo, uscirà in edicola proprio la settimana di Natale, accompagnato dal numero di Famiglia Cristiana che lo presenterà in un ampio articolo.

Era il 7 giugno 2013 quando, nell’aula Paolo VI in Vaticano, papa Francesco, da pochi mesi eletto al soglio pontificio, primo papa gesuita della storia, ha incontrato in un’udienza speciale le scuole dei Gesuiti d’Italia e Albania, insieme a alcuni rappresentanti di altre presenze educative significative della Compagnia di Gesù come le scuole di Fe y Alegria d’Italia, il centro Schuster di Milano e i movimenti giovanili “ignaziani.

Il clima familiare dell’incontro, tra un Papa gesuita e le scuole della rete ignaziana, ha tolto di mezzo ogni filtro, spiazzando la platea, i giornalisti e gli stessi organizzatori. “Non abbiamo difficoltà ad ammetterlo”, dichiara padre Vitangelo Carlo Maria Denora SJ, delegato per le scuole dei gesuiti d’Italia e Albania, “quando il Santo Padre decise di andare a braccio, chiedendoci di fare lo stesso, venne un brivido sulla schiena sia a noi, che ci stavamo preparando all’evento da mesi, sia ai nostri interlocutori della Curia pontificia, abituati a protocolli definiti anche nei minimi dettagli. Ma durò un attimo, perché papa Francesco e i nostri giovani trovarono subito una straordinaria sintonia e si respirò aria di casa. Il resto, appunto, è ormai storia”.

Ecco, proprio quella storia oggi si cerca di ripercorrerla nel libro in uscita. “Francesco, ma tu volevi fare il Papa?” è il racconto dal di dentro di un incontro che ha rappresentato la tappa principale di un cammino bello e importante: se per i giornali, infatti, c’è stata “solo” l’udienza del 7 giugno, il lavoro con i ragazzi era in realtà iniziato molto prima, chiedendo agli studenti delle scuole dei Gesuiti di rivolgere direttamente al Papa le loro domande, i loro dubbi, le loro riflessioni attraverso pensierini, temi e disegni.

Si è quindi cercato un modo per raccogliere tutta questa ricchezza e raccontare al meglio non solo quell’incontro, ma tutto quello che esso significava in termini di nuova evangelizzazione, riflessione, sentire “con la Chiesa” e “nella Chiesa”. E’ infatti particolarmente significativo il sottotitolo del volume: i giovani e il nuovo linguaggio della fede. Esso vuole proprio indicare un contributo semplice ma significato a una riflessione sull’evangelizzare oggi e sul suo linguaggio, sorprendentemente nuovo e “fresco”. Grazie alle Edizioni San Paolo e a Famiglia Cristiana, si è trovata la possibilità di estendere di questo racconto e riflessione al di là del circuito interno delle scuole dei Gesuiti per offrirlo ad un pubblico ben più vasto.

E’ un libro che fa sperare e di cui essere “contenti”, che nasce nel mondo della scuola, traducendo in pratica tanti aspetti del progetto educativo delle scuole dei Gesuiti. E’ un libro per riflettere, per gioire, da cui imparare: dai piccoli e dai ragazzi. E anche per questo può essere un aiuto a vivere il Natale e una buona idea-regalo!

Per informazioni e prenotazioni: Associazione Educare insieme ONLUS c/o Istituto Sociale
dal Lunedì al Venerdì ore 8.10-9.10 / Martedì e Giovedì ore 14.30-16.30
Tel. 011357835 – educareinsieme@educareinsiemeonlus.org

 

Secondaria di I gr. – Vacanze di Natale

15 Dicembre 2014

Gentili  famiglie,

vi comunico che martedì 23 dicembre, ultimo giorno di scuola, le lezioni termineranno alle ore 12,40.

E’ comunque garantita l’assistenza fino alle ore 18,30.

Si rientrerà a scuola mercoledì 7 gennaio con orario regolare.

Di cuore auguro a tutti un sereno Natale.

La Coordinatrice Didattica

Prof.ssa Paola Vigna

Primaria – Vacanze di Natale 2014

15 Dicembre 2014

Gentili  Famiglie,

vi comunico che martedì 23 dicembre, ultimo giorno di scuola, le lezioni termineranno alle ore 12,50.

E’ comunque garantita l’assistenza fino alle ore 18,30.

Si rientrerà a scuola mercoledì 7 gennaio con orario regolare.

Di cuore auguro a tutti un sereno Natale.

 

La Coordinatrice Didattica

Prof.ssa Paola Vigna

Terzo Sabato del Sociale

15 Dicembre 2014

Sabato 13 dicembre si è tenuto il terzo Sabato del Sociale, il secondo consecutivo dopo l’appuntamento dell’8 novembre, in cui  gli studenti hanno lavorato divisi in quattro gruppi legati alle tematiche dell’alimentazione promossi da EXPO e MIUR:
– Buon APPetito,
– C’era una volta Chicco,
– Cibo e spiritualità,
– FARMiliar.

Questo sabato i ragazzi del triennio dei Licei hanno seguito alcune conferenze specifiche sul tema di ogni gruppo e hanno continuato il lavoro che li porterà alla preparazione di un prodotto per il concorso “La scuola per EXPO”.

PRESTO ONLINE una pagina dedicata dall’Istituto Sociale ad EXPO 2015 con tutte le informazioni sui lavori di gruppo!!!!

Presentazione13 dicembre-page-0

Una giornata a … Pavia

11 Dicembre 2014

All’interno del percorso di scoperta del Medioevo, gli studenti delle due prime medie del nostro Istituto hanno fatto, venerdì 5 dicembre, un’uscita didattica a Pavia sulle tracce di Sant’Agostino e dei Longobardi.

Di seguito alcune immagini dell’uscita:

IMG_2404

IMG_2397

IMG_2391

Appuntamenti per prepararci al Natale

10 Dicembre 2014

natale2014_big

Licei – partecipazione allo spettacolo teatrale “Casina” della compagnia “Teatro Europeo plautino” – 3sc e 1cl

5 Dicembre 2014

Cari Genitori,

vi informo che venerdì 12 dicembre 2014, a partire dalle ore 11.00, gli allievi della classe 3° scientifico e della I classico assisteranno presso il Teatro del nostro Istituto allo spettacolo plautino “Casina“,  messo in scena della compagnia “Teatro Europeo Plautino” di Sarsina, nell’ambito del progetto “Plauto nelle scuole” .

La quota di partecipazione individuale per ciascun allievo è di 9 euro.

Essa va consegnata entro mercoledì 10 dicembre alle proff. sse Nardi o Badami.

Un caro saluto

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

 

Hangout di rete

3 Dicembre 2014

Google-plus-hangouts-on-air[1]Come ormai da tradizione, giovedì 4 dicembre, alle ore 8.30 tutte le scuole della rete GesuitiEducazione d’Italia e Albania si scambieranno gli auguri in collegamento “hangout”. Il tema dell’incontro sarà “la Missione”.

Sarà possibile seguire in diretta l’evento da questa pagina (in alcuni momenti, durante la visione di alcuni filmati registrati, il collegamento potrebbe diventare nero, per poi ristabilirsi automaticamente alla ripresa della diretta).

Pagina successiva »

Bacheca Download