Corsa Scientifica

13 Marzo 2015

Giovedì 5 Marzo, presso la palestra dell’Istituto Sociale, con la presenza dei professori Duranti, Sterpone (Scienze Motorie), della professoressa Romeo (Scienze) e della professoressa Lussiatti (Ora Formativa),  le classi del primo anno del Liceo Scientifico, del primo anno del Liceo Scientifico Sportivo e della IV Ginnasio hanno affrontato un’insolita e innovativa competizione “scientifica”, in cui le abilità sportive e agonistiche, messe in gioco attraverso una corsa ad ostacoli elaborata dai professori di Scienze  Motorie e  illustrata da un compagno di scuola più grande, Luigi Panio (attuale 4^ Scientifico), si intrecciano con  le  conoscenze dei concorrenti.

Il percorso prevedeva un primo tratto di ostacoli sul terreno,  salti alternati di alcuni anelli, una capriola,  il lancio di un peso (una palla da 2Kg per le ragazze e una da 4 Kg per i ragazzi)sul quadro svedese e un  ultimo tratto con salto e attraversamento degli ostacoli, il superamento di un’asse di legno e il canestro  finale con solo un tiro libero consentito.  In seguito ogni atleta aveva diritto ad una domanda di difficoltà diversa in base al tempo totalizzato nella corsa: dai 50 secondi in giù domande da 1 punto, più semplici,  fra 49 e 40 secondi domande di difficoltà media da 2 punti, e infine le domande più difficili, valore 3 punti dai 39  secondi in su.

Tema e oggetto di studio dei ragazzi: salute e alimentazione , un binomio fondamentale nella crescita individuale e di particolare rilievo nell’anno di Torino Capitale Europea dello Sport 2015. Le domande spaziavano da un’analisi dei principali nutrienti contenuti nel cibo, agli effetti dell’alimentazione sull’organismo e le scelte migliori per un’alimentazione salutare.

Tutto ciò per coniugare anche i valori così vicini di studio e sport  legati da sacrificio, impegno e costanza.  I ragazzi sono stati divisi in 6 squadre: ATP, ENERGIA, FOODPOWER, MOVIMENTO, VITALITA’ e VITAMINE.  Rompe il ghiaccio Alessandro Leggero degli ATP dando il via alla prima manche e mettendo in moto lo spirito agonistico dei ragazzi.

Segnata da un mix di divertimento, concentrazione e trepidazione la competizione si è poi conclusa solo  nell’ultimo giro con la risposta corretta di Annalisa Panio ad una domanda da 3 punti che ha portato alla  vittoria la squadra ENERGIA.

Grande soddisfazione per i vincitori che hanno ricevuto anche una valutazione di eccellenza per il risultato conseguito. Rammarico per le altre squadre che si sono giocate la classifica e hanno visto sfumare per poco la vittoria.

La gara, che rientra nel progetto “Nutrirsi é un gioco?” è stata per tutti un chiaro esempio, oltre che di  interdisciplinarietà, anche di competizione sana  e collaborazione efficace.

(a cura di Federico Amato – 4^ scientifico)

Bacheca Download