Visita dell’Arcivescovo Mons. Cesare Nosiglia

10 Aprile 2015

IMG_2108Sua Ecc. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino, è stato ospite del nostro Istituto il giorno 16 aprile 2015 dalle ore 11.00 alle ore 12.00 quando,  nell’Aula Magna del Collegio, ha incontrato gli allievi delle terze medie e di tutti i licei.

E’ stato un bell’evento, importante, per tutta la comunità del Sociale che ha espresso la sua amicizia, vicinanza e riconoscenza al Vescovo.

Di seguito riportiamo, oltre ad alcune fotografie dell’incontro, il saluto rivolto al Vescovo da parte del Preside dei Licei, prof. Cattaneo.

 

IMG_2089Eccellenza Reverendissima,

sono il preside Piero Cattaneo, coordinatore didattico dei licei dell’Istituto Sociale. Sono lieto di rivolgerle il saluto di benvenuto per la sua seconda visita pastorale al nostro Istituto, a nome di tutti gli allievi, dei docenti, dei dirigenti scolastici, dei genitori e di tutto il personale amministrativo e ausiliario. Un saluto particolare anche da parte dei Padri Gesuiti che, con la loro presenza e attenzione verso le singole persone, hanno cura delle dimensioni spirituali e formative di ognuno di noi. Desidero ricordare in questo momento Padre Vitangelo Denora, rettore e gestore dell’Istituto Sociale, impegnato in questo periodo in Kenia nel “terzo anno” del suo percorso di formazione e che sentiamo qui con noi stamane nel porgerLe il saluto di benvenuto.

Sono presenti nell’Aula Magna gli allievi delle classi terze della scuola secondaria di secondo grado, accompagnati dai loro docenti e dalla loro dirigente scolastica; gli allievi dei tre indirizzi liceali (classico, scientifico, scientifico con sezione ad indirizzo sportivo); rappresentanti del personale amministrativo e ausiliario, accanto ad alcuni genitori degli allievi che hanno potuto accogliere l’invito ad essere presenti all’incontro con Lei.

Dopo aver ascoltato le Sue parole ci permetteremo di rivolgerLe qualche domanda che i ragazzi desiderano porLe in un momento di interazione con Lei.

Personalmente, sicuro di interpretare il pensiero dei colleghi docenti, dei genitori, di tutti coloro che hanno a cuore le sorti della Scuola Cattolica italiana, mi permetto di richiamare la Sua attenzione sulla “stagione” dei numerosi cambiamenti che stanno interessando la scuola italiana in generale e che, ancora una volta sembrano ignorare il riconoscimento delle scuole cattoliche paritarie di scuole di servizio pubblico e di conseguenza, il riconoscimento da parte del Parlamento italiano del diritto di scelta delle famiglie circa il percorso scolastico e formativo dei propri figli.

Sono a conoscenza della Sua sensibilità, Eccellenza Reverendissima, e del Suo particolare impegno per la scuola cattolica paritaria, non solo nella realtà della Sua attuale Diocesi, ma anche a livello nazionale e emi permetto di avanzare in questa sede la disponibilità dell’intera Comunità Educante del Sociale, di promuovere a livello di Diocesi di Torino un seminario di studio o un convegno o un progetto di ricerca finalizzati ad un orientamento strategico circa le future offerte formative e scolastiche da rivolgere alle nuove generazioni e alle famiglie, complementari tra di loro e capaci di rispondere in modo più efficace e diffuso alla domanda di formazione presente sul territorio della Diocesi di cui Lei attualmente ha la responsabilità.

Si avverte la necessità di garantire un coordinamento collaborativo e cooperativo tra le varie Istituzioni scolastiche cattoliche che condividono le Indicazioni del Magistero in materia di educazione e di istruzione. Oggi i giovani sono sommersi da informazioni che devono saper selezionare in modo critico e la scuola li può sicuramente aiutare; ma la scuola, il mondo dell’educazione e della formazione hanno la responsabilità di promuovere e sviluppare relazioni interpersonali più vere e più profonde. Questo è il nostro impegno.

Come Lei ben sa i ragazzi del Sociale e le loro famiglie insieme ai ragazzi e alle famiglie, ai dirigenti scolastici e ai docenti, ai Padri della Compagnia di Gesù dei sei Collegi della Provincia d’Italia e di Albania sono stati ricevuti da Papa Francesco il 7 giugno 2013 ed ora avranno la possibilità di incontrare Papa Francesco il prossimo 30 aprile a Roma quali appartenenti ai movimenti della CVX e della Lega Missionaria. Ma gli allievi del Sociale avranno un altro incontro con Papa Francesco in occasione della Sua presenza a Torino il prossimo 21 giugno. In quella data gli allievi del Sociale rinnoveranno l’impegno già assunto nell’incontro precedente con Papa Francesco di: amare la scuola, impegnarsi a scuola, vivere la scuola per apprendere ad essere donne e uomini per e con gli altri.

Rinnoviamo, come comunità educante questo nostro impegno alla Sua presenza e le promettiamo che faremo tesoro delle parole che vorrà dedicarci durante questo speciale incontro di questa mattina al Sociale.

La ringrazio, Eccellenza Reverendissima, per la Sua presenza e per la Sua attenzione nei confronti nostri e del nostro Istituto.

IMG_2145 IMG_2142 IMG_2136 IMG_2131 IMG_2077 IMG_2083 IMG_2088

Bacheca Download