Uscita al Castello di Rivoli

30 Ottobre 2015

All’interno del percorso “L’anno dell’arte”, gli studenti delle classi prime, giovedì 29 ottobre, hanno partecipato ad un laboratorio di arte contemporanea presso il Castello di Rivoli. Il laboratorio è stato svolto interamente in lingua inglese.

Ecco alcune immagini della giornata:

 

IMG_4710IMG_4680IMG_4676IMG_4675IMG_4673

IMG_4672

Licei – Uscita didattica GIOVEDÌ 3 DICEMBRE 2015 classe 3 Liceo Classico

30 Ottobre 2015

Con la presente vi informiamo che GIOVEDÌ 3 DICEMBRE 2015 si svolgerà l’uscita didattica organizzata dalla docente di Storia dell’Arte, prof.ssa Alessandra Sponza, in accordo con il Consiglio di Classe a coronamento del lavoro interdisciplinare tra storia dell’arte e filosofia svolto con il Prof. Matteo Nascè e come approfondimento sulla figura e l’arte di Giotto.

Per informazioni relative alle due mostre da visitare:

http://www.mostramitonatura.it/it/home.html

http://www.mostragiottoitalia.it/it/home.html

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Ore 8.15-9.55     normale svolgimento delle lezioni

Ore 10.00            partenza da scuola con autobus privato e arrivo a Milano intorno alle ore 12.00

Ore 12.30            visita guidata presso Palazzo Ducale della mostra “Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei”

PAUSA PRANZO

Ore 16.15            visita guidata presso Palazzo Ducale della mostra “Giotto, l’Italia”

Ore 17,30            partenza da Milano

Ore 19.00 circa  arrivo a scuola

QUOTA INDIVIDUALE 53 € (da consegnare alla Prof.ssa Sponza entro il 16 Novembre 2015)

Prof.ssa Alessandra Sponza

Licei – Accompagnamento al metodo di studio (Laboratorio di Coaching pomeridiano)

30 Ottobre 2015

Cari Genitori,

anche quest’anno sarà avviato per le classi del primo anno (scientifico e classico) un accompagnamento specifico al metodo di studio (coaching). Tale attività è organizzata da un gruppo di docenti del primo biennio, coordinati dal Prof. Bono, ed ha come obiettivi generali quelli di sviluppare nell’allievo sentimenti di accettazione, sicurezza e fiducia in sé, capacità di creare un buon metodo di studio, risolvere problemi relazionali ed affrontare situazioni di stress emotivo scolastico.

E’ bene chiarire che non si tratta di uno sportello o di un recupero pomeridiano, ma di un percorso in cui gli allievi lavorano principalmente sul metodo di studio e la risoluzione di problemi concreti legati all’apprendimento e alla gestione degli aspetti emotivi.

Gli incontri saranno di carattere laboratoriale, in piccolo gruppo, di un’ora  ciascuno con frequenza settimanale, a partire dalla settimana del 10 novembre, per cinque settimane dalle 14.30 alle 15.30, o dalle 12.05 alle 13.05, a seconda dei giorni.

L’attività  è stata presentata ai ragazzi in orario scolastico e alle famiglie che hanno potuto essere presenti nell’incontro del 28 ottobre scorso.

Si chiede di compilare i tagliandi sia in caso di adesione che di non adesione al progetto, che è un’attività libera, e costituisce una opportunità per gli allievi che ne sentano l’esigenza.

Ringraziandovi per la collaborazione, vi saluto cordialmente.

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

La Castagnata

30 Ottobre 2015

In un’autentica continuità tra il Nido “Gli amici di Ely e Teo” e ” Il Giardino dei Colibrì” i piccoli alunni delle due scuole si sono incontrati per conoscersi e hanno giocato e raccolto insieme le castagne.

L’intenzione è quella di favorire un passaggio sereno e graduale dei bambini del Nido alla nostra scuola dell’Infanzia.

DSCN1469

 

 

 

 

 

 

DSCN1481

 

 

 

 

 

 

 

 

Il parco dell’Istituto Sociale è in comune e i giardini possono già ospitare gli alunni facendo vivere esperienze significative e stimolanti in contesti diversi.

DSCN1500

 

 

 

 

 

 

 

 

In un altro incontro, già programmato, i piccoli del Nido, ritroveranno i loro compagni nelle aule della Scuola dell’infanzia, ma poco prima delle vacanze natalizie saranno i Colibrì che si recheranno da “Ely e Teo” per uno scambio di doni e amicizia.

Le maestre avranno così anche l’opportunità di scambio di informazioni e di esperienza, inoltre potranno concordare percorsi educativi e metodologici.

I genitori dei più piccoli, interessati alla nostra Scuola dell’Infanzia, avranno modo di ricevere esaustive informazioni all’OPEN DAY che si terrà appositamente il 4 novembre alle ore 18.

La possibilità di visitare “Il Giardino dei Colibrì”, ricevere informazioni sul Progetto educativo e sul metodo di lavoro ignaziano  e comprendere il percorso di crescita, aiuterà  i genitori ad affrontare con maggiore serenità l’inserimento dei loro bambini e delle loro bambine della nostra scuola.

DSCN1508

Paolo Aghemo

30 Ottobre 2015

cap_soc_banner_615x100_white

 


aghemoCapitale Sociale #52 – Paolo Aghemo, nato a Torino il 3/11/1976, è figlio di Beppe Aghemo (ex alunno del Sociale per 13 anni), che gli ha trasmesso la passione per il calcio. Ha una sorella più piccola, Roberta, ex alunna per 13 anni anche lei. Crescendo si é innamorato del giornalismo sportivo. Ha la passione per la storia. Dopo il liceo scientifico si é laureato in Scienze Politiche e ha iniziato a lavorare nei giornali locali, per passare poi alle TV regionali. Dal 2007 è reporter per Sky Sport, seguendo in particolare le vicende di Juventus e Torino. E’ sposato con due figli: Edoardo e Carlotta.

1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

Coltivare il dubbio, rispettando le opinioni degli altri é stato fondamentale per avere un’apertura mentale. Ma l’aspetto dell’educazione ricevuta che più mi ha aiutato é stato quello di migliorarsi in modo costante, con umiltà e allo stesso tempo con la consapevolezza delle proprie qualità.

 2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tempi del tuo liceo, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

C’era molta attenzione su questi aspetti, che fanno parte della tradizione dei padri gesuiti. La crescita personale veniva seguita in modo costante, sia dal personale docente sia – soprattutto – dai padri, che allora erano più numerosi e sempre pronti ad ascoltare e consigliare.

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

Una qualità eccellente, che mi ha permesso di avere una base solida per affrontare l’Università. Non solo per quanto riguarda le nozioni, ma anche per il metodo di studio. Ho imparato ad essere responsabile, ad avere delle scadenze da rispettare, a mettermi alla prova.

4. Qual e’ l’aneddoto del liceo che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?

Ne avrei talmente tanti in 13 anni… Di quelli che si possono raccontare (lo dico col sorriso perché ne combinavamo tante…), ricorderò sempre la finale del torneo di calcio del 1992 con tutto il liceo al campo a fare il tifo (allora di terra e polveroso). Noi di seconda che battiamo ai rigori la quarta, dopo il mio gol del pareggio nei tempi regolamentari…

 cap_soc_banner_615x100_blu

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

Licei – uscita didattica 11 novembre – “Torino capitale europea dello sport” classe 1^ Liceo scientifico sportivo

29 Ottobre 2015

Si comunica che il giorno MERCOLEDÌ 11 NOVEMBRE la classe effettuerà   un’uscita didattica in occasione della manifestazione organizzata dal CONI nell’ambito di “Torino capitale europea dello sport”.
Alle ore 9,00 gli alunni dovranno trovarsi autonomamente presso l’ingresso principale di LINGOTTO FIERE. Nel corso della mattinata avranno la possibilità di seguire la regolare lezione prevista nel programma del modulo di BILIARDO SPORTIVO e potranno visitare gli stand delle altre federazioni sportive.
Alle ore 12,00 ripartiranno alla volta dell’Istituto , accompagnati dai docenti di Scienze motorie (prof. Sterpone e prof. Duranti ) per rientrare a scuola e svolgere l’ultima ora con il prof. Abate.
A tale proposito , gli alunni dovranno essere forniti di biglietto per il pullman o metropolitana.

Si prega di restituire compilato il tagliando di adesione allegato.

Cordiali saluti

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – uscita a teatro classi 3^ scientifico A e B

26 Ottobre 2015

Gentili  Genitori,

visto l’entusiasmo con cui i ragazzi hanno partecipato al precedente spettacolo teatrale dell’”Aulularia”,

abbiamo concordato con loro di assistere alla rappresentazione dei “Menecmi”  la sera del 28 ottobre 2015

al Teatro Erba alle ore 21.00.

I docenti accompagnatori saranno la Prof.ssa Badami e il Prof. Ghersi.

Per la partecipazione si richiede la compilazione del tagliando allegato da riconsegnare alla Prof.ssa Badami

entro il 27 ottobre.

 

Il Preside

Prof. Piero CATTANEO

Stonyhurst: un anno che non dimenticherò

26 Ottobre 2015

id-687Pubblichiamo la testimonianza di Filiberto, un nostro studente che sta attualmente frequentando il quarto anno del Liceo presso il College dei Gesuiti di Stonyhurst in Inghilterra, insieme ad altri 12 studenti della rete Gesuiti Educazione d’Italia.

Mi chiamo Filiberto. Sono uno studente dell’Istituto Sociale di Torino dei padri Gesuiti. Premetto di essere estremamente grato alla mia scuola per il semplice fatto che propone ai suoi studenti esperienze di vita e di crescita non comuni come quella che sto vivendo. Quest’anno mi ritrovo a scrivere queste parole in un maestoso collegio situato nell’Inghilterra nord occidentale, lo Stonyhurst College, anch’esso dei padri gesuiti, immerso in quello che posso veramente definire locus amoenus, fra campi, boschi e prati tipici della campagna inglese, che regalano sensazioni uniche di pace e armonia.

Questo incantevole, maestoso e austero college, molto antico e costruito in stile gotico vittoriano, si trova all’interno di una proprietà rurale di 300 acri, circondato da magnifici giardini e attrezzati campi sportivi, fra il fiume Odder e la foresta diBowland, nel pieno della Ribble Valley, nel Lancashire. La scuola fu fondata dai Gesuiti inglesi nel 1593 a Saint Homer nella Francia del nord, non lontano dal confine col Belgio, per l’educazione cattolica dei laici inglesi, che compivano tutto il viaggio dalla loro casa in incognito a costo di molti rischi, perché allora nell’Inghilterra anglicana le leggi contro i cattolici erano veramente molto severe. Poi nel 1793, al tempo della rivoluzione francese, la scuola poté rientrare in territorio inglese, dove venne ospitata in questa tenuta.

Tanto è bello l’edificio, tanto apprezzabili sono le persone che vivono e lavorano al suo interno, tra eleganti saloni e corridoi, dipinti, archi gotici e scaloni di legno. Penso che qui sia quasi impossibile o comunque raro trovare una persona non gentile o che non si attenga alla forma che il luogo richiede.

Lo Stonyhurst college, in particolare, oltre a essere una semplice scuola è, da sempre, una boarding school, ovvero un collegio all’interno del quale i boarders, cioè i convittori, alloggiano e vivono la loro intera giornata, scandita da tempi ben cadenzati, sotto la guida e sorveglianza dei loro educatori.

63_Stonyhurst-Filiberto-in-

Qui non si ha la propria classe come in Italia, ma gli studenti si muovono per raggiungere la classe della materia scelta, così che si ha la possibilità di conoscere più persone all’interno della scuola.

Una qualità che ogni studente deve assolutamente avere è l’organizzazione efficace del tempo. Non c’è un attimo da perdere, qualsiasi momento è importante per fare qualcosa.

Ogni mattina ci si dà il buon giorno con un’assemblea che può essere presieduta da diverse figure d’autorità, come l’Headmaster, come qui chiamano il Preside, il cappellano o il Playroom master, ovvero colui che dirige gli studenti del nostro anno, nel mio caso il IV, che qui chiamano Poetry. Infatti in questo collegio definiscono gli anni di età in base ai nomi della tradizione dell’insegnamento delle arti della parola: Lower Grammar, Grammar, Syntax, Poetry, Rhetoric, e il nomeplayroom, quello, cioè, della sala comune di ogni anno di età, ha a che fare con l’attività teatrale e musicale tradizionale della scuola. Dopo il saluto e l’assemblea del mattino ognuno va in aula. Terminate le lezioni si va in refettorio per la cena. Dopo cena ci si ritira nella propria camera per continuare lo studio, fino alle 21. Terminati gli studi ci si rilassa con i propri compagni fino alle 10, quindi si rientra nella propria camera per dormire. Bisogna sfruttare al meglio le ore di sonno, proprio perché i ritmi della giornata sono piuttosto intensi.

Qui tengono molto anche alla pratica sportiva e a molte altre attività, non proprio comuni nel nostro Paese. Io, per esempio, posso dire di essere un cadetto delRoyal British Army nella Combined Cadet Force dello Stonyhurst College. Proprio così. Si tratta di un’attività facoltativa ma molto popolare qui, durante il quale, con la disciplina militare, si sviluppa senso di fiducia in sé stessi e si apprende a muoversi e operare in sincrono con gli altri secondo delle regole ben chiare. Può sembrare una cosa piuttosto seria e dura, ma in realtà ci si diverte parecchio e è molto formativa. Nel momenti di pausa posso rilassarmi suonando uno Stainway a coda in un salone grande e elegante come può essere quello di un museo.

Ma non bobbiamo dimenticare un altro aspetto molto importante della vita che trascorriamo qui, cioè quello spirituale e religioso.

Stonyhurst 7Questa è una scuola cattolica della Compagnia di Gesù. Ogni mattina durante l’assemblea vi è il tempo della preghiera. La Messa della domenica nella chiesa intitolata a san Pietro non mi sembra una normale funzione, ma qualcosa di più. Alcune volte è addirittura emozionante vedere quella meravigliosa Chiesa colma di giovani che indossano l’elegante uniforme scolastica. Ogni volta la preghiera è accompagnata da canti sublimi. La nostra scuola vanta un eccellente coro che oserei definire fondamentale per rendere tutto così perfetto. Qualche settimana fa è stata celebrata anche la Messa speciale per la comunità italiana di Stonyhurst. Non una delle più maestose ma una delle più sentite.

Fa neanche due mesi che vivo qui. Non è molto, ma è abbastanza per sentirmi parte di Stonyhurst. Infatti in poco tempo è nata una sorta di sentimento di appartenenza nei confronti di questa mia scuola che mi ha già regalato emozioni forti.

Sono sicuro che questo sarà un anno della mia vita che non dimenticherò, un anno che mi darà tanto. Sento che la formazione che ricevo qui, combinata a quella che ricevo nella mia scuola in Italia, mi darà molto in più e mi accompagnerà sempre. Come ci hanno detto alla presentazione di questo progetto: «uno degli anni più belli della vostra vita».

LDS

Open Days al Sociale

24 Ottobre 2015

Cari Genitori,

da poco è iniziato l’anno scolastico, ma le famiglie si stanno già orientando sulle varie possibilità di scelta della scuola per il prossimo anno scolastico. Questo é un momento molto delicato perché i genitori, attraverso informazioni e confronti con amici,  e scuole diverse, desiderano fare la scelta più adatta alle caratteristiche del proprio figlio. Le Scuole, a loro volta, presentano le proprie strutture e i propri Progetti Educativi.

L’Istituto Sociale, in tutte le sue componenti e a tutti i livelli, è impegnato per una solida formazione culturale e per l’educazione globale dei propri alunni. Nella tradizione plurisecolare della pedagogia dei Gesuiti, intende essere fedele a uno stile di qualità, di serietà e di impegno che lo ha sempre caratterizzato.

L’Istituto, in rete con le altre scuole dei Gesuiti in Italia, ha introdotto un processo volto all’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie particolarmente attraverso strumenti quali le Lim e, per i licei, anche i tablet. Inoltre, dall’anno scolastico 2013/14 ha avviato un forte potenziamento delle lingue straniere, con il “progetto internazionalità” che coinvolge tutti i plessi, per educare i bambini e i ragazzi ad allargare la loro mente e il loro cuore, diventando “cittadini del mondo”.

La Comunità Educante dell’Istituto Sociale fa molto affidamento sulla convinta e viva partecipazione delle famiglie che considerano una seria formazione per i figli un investimento prioritario, a costo anche di sacrifici economici e, come ogni anno, vi chiede un’ulteriore forma di collaborazione. Desideriamo vivamente che nuove persone  possano conoscere la nostra scuola, condividendone in pienezza il Progetto Educativo. Nessuno meglio di voi è in grado di farlo. Vi chiediamo, pertanto, di invitare qualche famiglia amica che sentite vicina a conoscere meglio e ad apprezzare il Sociale.

Potete quindi richiederci copie del nostro fascicolo informativo, nonché invitare anche altre persone  agli open days e alle riunioni di presentazione della scuola che si svolgeranno all’Istituto.

OPEN DAYS” al Sociale

Sabato 14 novembre 2015  con ritrovo alle ore 14.30

Giovedì 10 dicembre  2015 dalle ore 18.00 alle 20.00

Sabato 16 gennaio 2016  dalle ore 10.00 alle 13.00

Inoltre per i Licei è prevista una presentazione della scuola Martedì 24 novembre 2015 alle ore 18.00.

Vi ringraziamo per la collaborazione e per il sostegno che date al Sociale.

Cordialmente, a nome di tutta la Direzione,

Il Direttore

Prof.ssa Maria Cristina Bianco

Licei – Uscita didattica V scientifico A

22 Ottobre 2015

Si comunica che in data 04 Dicembre 2015 alcuni componenti della classe V scientifico A, (coloro che hanno aderito all’iniziativa), saranno accompagnati dal Prof. De Gregori, alla Galleria d’Arte Moderna di Torino per ammirare la mostra su Monet.

Programma dell’uscita didattica:

–          ore 16,00: ritrovo davanti all’entrata della Galleria d’Arte Moderna

–          ore 16.15: entrata dal percorso preferenziale (prenotazioni)

La durata della visita è stimata in circa 60/90 minuti

–          Al termine della visita ogni partecipante sarà libero di tornare a casa con mezzi propri

Il costo totale dell’uscita didattica, è di  € 6 ad alunno.

Tale cifra dovrà essere consegnata inderogabilmente ai rispettivi rappresentanti di classe entro e non oltre VENERDI 30 OTTOBRE 2015 pena la cancellazione della prenotazione alla visita.

Cordiali saluti.

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Pagina successiva »

Bacheca Download