A SCUOLA DI EMOZIONI

19 Ottobre 2015

IMG-20151016-WA0011

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ gioia.

E tristezza.

E’ rabbia e paura.

E’ disgusto.

Questo vive in ognuno di noi.

L’uso del verbo “essere” non é casuale: saper dire che cosa ci accompagna in determinati momenti fa parte del percorso di crescita di ognuno.

Essere, esistere, averne coscienza e gestirlo per aprirsi e avvicinarsi all’altro: ecco la motivazione della scelta da parte del collegio docenti della Scuola Primaria di assistere alla proiezione del film.

Una storia che conduce lo spettatore nella testa di una ragazzina di undici anni, dove si trova il quartier generale delle Emozioni.

Questo film, così ricco di spunti, di riflessioni e immagini creative, costituisce la Praelectio di un percorso educativo e formativo che gli insegnanti della Scuola Primaria intendono iniziare in ogni classe: un percorso appropriato per le varie età, che permetta agli alunni di conoscere e gestire le proprie emozioni, a livello individuale e nelle interazioni con gli altri.

Educare “uomini e donne per gli altri” significa anche creare quelle opportunità di esperienza per compiere percorsi dentro di sé, accostandosi poi agli altri, capaci di “ascolto e accoglienza”…

Ed ecco che l’ora di tutoria diventerà allora quel luogo in cui…ogni classe, in base alle esigenze del gruppo, potrà “fare il viaggio nel quartier generale delle emozioni”.  Tutto ciò contribuirà, ad ogni età, a costruire le “nostre isole”: quei luoghi dentro di noi che ci permetteranno di crescere in armonia.

Insegnare l’alfabeto delle emozioni é un processo simile a quello in cui si impara a leggere, poiché comporta la promozione della capacità di leggere e comprendere le proprie ed altrui emozioni e l’utilizzo di tali abilità, per comprendere meglio se stessi e gli altri”.                                                                     (Kindlon e Thompson, 2000 -Intelligenza emotiva per un bambino che diventerà uomo)

 

 

 

 

 

Bacheca Download