Scuola sec. di I Grado – “EFFATA’, una finestra sul mondo”

30 Novembre 2015

Cari genitori,

come già anticipato nelle assemblee di classe di inizio anno e come spiegato da P. Denora in occasione della cena di solidarietà, la Scuola Secondaria di 1° grado, all’interno del progetto d’Istituto denominato “EFFATA’, una finestra sul mondo” si occuperà del sostegno della  scuola Bishop Mazzoldi a Nairobi.

L’iniziativa, che intende coniugare la solidarietà missionaria con obiettivi educativi e didattici, si concretizzerà, in questo periodo di Avvento, nel seguente modo: per tutto il mese di dicembre si raccoglierà nelle classi della scuola Secondaria di 1° grado materiale ad uso scolastico  (quaderni, penne, matite, gomme, righelli ecc..) e materiale ad uso ludico e ricreativo  (palloni, fogli, pennarelli).
Perciò in questi giorni passeranno i ragazzi della Lega Missionaria Studenti a depositare in ogni classe uno scatolone apposito nel quale sarà possibile raccogliere il materiale che ognuno sceglierà di donare, che a fine mese sarà inviato alla scuola Mazzoldi tramite alcuni volontari che parteciperanno ad un campo missionario e condivideranno il periodo delle festività nella realtà del Kenya.
Questo semplice, ma importante, gesto di solidarietà ci permette di testimoniare la nostra vicinanza e il nostro sostegno alla scuola di Nairobi, contribuendo concretamente alle attività della struttura e costituisce il primo passo di un percorso che si declinerà, nei mesi successivi,  attraverso momenti di conoscenza, incontro e scambio con gli studenti di Nairobi.

Certa dell’appoggio e della generosità di tutti vi ringrazio anticipatamente

 

Cordiali saluti

Prof.ssa Paola Vigna

Licei – incontri formativi per i genitori delle classi prime della scuola secondaria di secondo grado (Licei classico e scientifico)

30 Novembre 2015

Cari Genitori,

i vostri figli e figlie nel corrente anno scolastico hanno iniziato il percorso del liceo presso l’Istituto Sociale. Per loro è cominciato un percorso importante, che li porterà da preadolescenti a giovani chiamati alle scelte universitarie e/o lavorative.  Sentiamo vivamente  il valore di questo periodo  e desideriamo accompagnarli nella loro crescita intellettuale, spirituale ed umana offrendo gli strumenti propri del nostro progetto didattico e formativo. Siamo convinti che questa fase richieda la presenza degli adulti, famiglia e scuola. Per questo motivo il dialogo scuola famiglia è fondamentale per costruire una vera comunità educante, in cui gli adulti si confrontano, condividono esperienze e preoccupazioni, crescono anch’essi proprio aiutando a crescere coloro che sono loro affidati.

Questo dialogo per essere strumento di crescita personale, comunitaria ed anche spirituale, ha bisogno di momenti precisi in cui conoscerci e, a partire dalla vostra esperienza di genitori e dalla nostra di educatori alla scuola di S. Ignazio, costruire una alleanza di fiducia e di comune ricerca nel delicato momento della storia attuale dove la sfida educativa si rivela di straordinaria importanza.

Mossi da questo convincimento che l’ideale pedagogico ignaziano riflettuto insieme può essere un aiuto importante nella nostra comune missione educativa abbiamo deciso di proporre alle famiglie degli alunni  che iniziano un nuovo ciclo di studi qui al Sociale alcuni incontri di approfondimento che ruotano intorno alle problematiche formative nel delicato momento di inserimento in un nuovo ciclo scolastico e alla tradizione pedagogica dell’Istituto. Vogliamo dare una attenzione specifica ai genitori di chi inizia. Ci conforta in questo impegno l’interessamento e la soddisfazione  riscontrati negli anni precedenti.

 

Proponiamo tre incontri connessi tra loro,   con orario dalle ore 18.30 alle ore 20.30 circa, condotti dal P. Teresio Gianuzzi Direttore del CEFAEGI (Centro Formazione Attività Educativa Gesuiti Italia), coadiuvato dalla Dott.ssa Sr. Luciana Lussiatti (membro dell’équipe del Cefaegi e insegnante al nostro Liceo).  Compatibilmente con i  numerosi impegni  lo stesso P. Vitangelo Denora sarà lieto di partecipare.

 

Vi preghiamo di inserire nelle vostre agende le date previste:

–          Mercoledì 16 dicembre p.v., ore 18.30-20.30 con seguito di semplice cena comunitaria

–          Martedì 23 febbraio 2016

–          Martedì 26 aprile 2016

 

Il Programma della serata, rivolto solo ai genitori delle prime classi del liceo (IV ginnasio e prime scientifico) ci vedrà attivamente coinvolti in due momenti di riflessione sulle tematiche che caratterizzano l’inizio del liceo e l’approfondimento dei documenti ispirativi dell’educazione ignaziana. Seguirà, per i genitori che possano fermarsi,  l’occasione di uno scambio nella condivisione di una semplice cena con pizza offerta dall’associazione Educare Insieme.

 

Con viva cordialità.

 

Il Direttore

(Prof.ssa M. Cristina Bianco)

Il Preside

(Prof. Piero Cattaneo)

Cefaegi

(P. Teresio Gianuzzi)

Licei – visita guidata al Museo dell’Ex Carcere “le Nuove” – 4° classico

27 Novembre 2015

Cari Genitori e cari allievi,

vi informo che tra le proposte formative per  agli alunni del 4° anno è presente anche l’offerta alle Scuole Secondarie di 2° grado dell’Associazione “EssereUmani” sulla realtà del carcere.

Il Progetto Educ@carcere pone particolare attenzione sulla persona e non sul giudizio, come punto di partenza necessario per affrontare il discorso sulle condizioni di vita dei detenuti e fare una riflessione che porti oltre i luoghi comuni e la cultura diffusa dei mass media.

Per questo il giovedì 10 dicembre 2015 ci sarà la visita guidata al Museo dell’Ex Carcere “le Nuove” seguita da discussione interattiva, seguiranno momenti di riflessione a approfondimento.

La visita guidata ha un costo di 8 euro.

Gli alunni saranno accompagnati dalla Prof.ssa Lussiatti e dal prof. Gimigliano.

L’ arrivo è previsto con mezzi propri per le ore 8.45 all’ingresso del Museo in via Paolo Borsellino, 3

Il termine della visita è previsto per le ore 12.15, i ragazzi rientreranno autonomamente alle loro abitazioni.

Un cordiale saluto

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – udienze con i Docenti su appuntamento

27 Novembre 2015

 

Cari Genitori,

nelle giornate di martedì 1 dicembre e di mercoledì 2 dicembre 2015 è prevista la possibilità di un colloquio tra docenti e genitori; gli insegnanti saranno presenti contemporaneamente a scuola nel

pomeriggio, per dare l’opportunità a quei genitori che trovassero difficoltà nell’incontrare in orari diversi i singoli docenti.

E’ evidente tuttavia che i colloqui prenotati individualmente in orari differenziati consentono un’analisi della situazione più approfondita e personalizzata.

 

Per evitare spiacevoli attese da parte di docenti e genitori saranno ammessi i soli genitori degli allievi che presentano un’insufficienza nella materia oggetto del colloquio.

 

I docenti saranno a disposizione dalle ore 16.00 alle ore 18.00, ma riceveranno su appuntamento, esclusivamente previa prenotazione del colloquio a mezzo diario del proprio figlio indicando il giorno e l’ora disponibile per il colloquio. I docenti daranno conferma alla richiesta sempre a mezzo diario.

 

Per evitare un eccessivo affollamento suggerisco, ai genitori che hanno la possibilità di presentarsi ai normali colloqui del mattino, di evitare questo incontro pomeridiano, lasciando la possibilità a coloro per cui risulta veramente indispensabile.

 

Cordiali saluti

 

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Thanksigiving Day

27 Novembre 2015

 

Il 26 novembre, in Nord America si festeggia il giorno del Ringraziamento. E’ un giorno speciale, nel quale si ringrazia Dio per tutte le cose buone e belle che fanno parte della vita.

Per ampliare il nostro progetto di Internazionalità, quest’anno, i piccoli Colibri’ hanno partecipato a questa festa  con canti, attività adeguate e a tavola hanno avuto un menù speciale simile a quello tradizionale americano:

Risotto con la zucca,

Arrosto di tacchino con purea

Torta al cioccolato

IMG_0924                  IMG_0926

 I cuochi hanno decorato i tavoli della mensa con bandierine e tutti gli alunni sono tornati a casa con i dolci tipici “marshmallow”

 

 

Licei – Ritiro Kairos MiTo7 Susa (To), 2-5 marzo 2016 (30 marzo – 2 aprile 2016) “Ora è il tempo opportuno”

25 Novembre 2015

Carissimi,

vi prego di leggere con grande attenzione questa lettera. Quello che vi proponiamo è il Kairos, un’avventura, che ormai possiamo considerare una tradizione, dedicata a voi; per questo vi scriviamo con grande trasporto ed entusiasmo. La tradizione è costituita da una serie di ritiri spirituali che il Sociale in collaborazione con gli altri collegi dei gesuiti d’Italia vi offre per meglio qualificare la vostra formazione di uomini e donne di fede, uomini e donne con e per gli altri. Il Sociale propone agli studenti di quarto anno una nuova formula di ritiro spirituale: il ritiro Kairos. Nel resto del mondo, molti vostri coetanei hanno già sperimentato il ritiro Kairos. “Kairos” in greco significa “il tempo opportuno”, “il tempo propizio”, un tempo per fare il punto sulla propria situazione personale e comunitaria: chi sono veramente io? Come mi pongo in relazione con i miei amici, i miei genitori, il mondo? Quali sono le persone e le cose che davvero contano nella mia vita? Dove posso trovare l’amicizia con Dio nella mia vita? Su cosa occorre che io faccia leva affinché la mia vita abbia davvero senso per me e per il mio prossimo?

Non si tratterà di rispondere a queste e simili domande in modo accademico, attraverso lezioni o cose simili, ma piuttosto si avrà un tempo – o meglio una serie di tempi speciali – dedicato a riflettere, meditare, conversare, condividere con i compagni, su ciò che è davvero cruciale nella nostra vita. Si alterneranno momenti di ascolto di testimonianze, tempi di silenzio, spazi di condivisione in piccoli gruppi e in gruppo allargato, tempi di preghiera, lettura della Parola di Dio, celebrazione di liturgie, e qualche sorpresa che deve restare una sorpresa.

La caratteristica di questo ritiro è che a dirigerlo non sarà un professore o un padre gesuita, ma i vostri stessi compagni. Essi per primi si metteranno in gioco – forti di quanto hanno ricevuto nella loro prima esperienza di Kairos – e vi aiuteranno a entrare in voi stessi, buttare giù le tante maschere utilizzate nella vita ordinaria e lasciarvi andare ad una condivisione davvero profonda e vera con voi stessi, gli altri, e Dio. Insieme ai vostri compagni, ci sarà un’equipe formata dai padri spirituali ed alcuni professori che in grande semplicità vi mostreranno il loro “volto umano”. Per tutte queste ragioni sarei contento se al ritiro venisse l’intero quarto anno. Nelle altre scuole dei gesuiti nel mondo dove si pratica questo tipo di ritiro si è ormai sparsa la voce che i quattro giorni del Kairos sono un tempo unico e magico, e normalmente si ha un’adesione del 99% degli studenti.

Nella pagina che segue trovate il modulo in cui sono descritte le caratteristiche di questo ritiro, da restituire compilato e firmato al prof. Famà. Il costo complessivo previsto del ritiro sarà attorno ai 180 €.

Grazie

La Direzione

Licei – Esercizi Spirituali classi maturità 21-24 gennaio 2016

25 Novembre 2015

In base all’itinerario pedagogico-spirituale delineato nel Progetto Pastorale delle Scuole dei gesuiti italiani, l’esperienza degli Esercizi Spirituali secondo il metodo di S. Ignazio, viene offerta agli alunni dell’ultima classe dei licei. Dopo il felice esito delle scorse edizioni, anche quest’anno viene lanciata un’iniziativa di “rete” tra tutte le scuole ignaziane d’Italia. Si tratta di una seria avventura spirituale che ha come obbiettivo una più intima conoscenza di se stessi e di Dio, Signore e Salvaotore del Mondo. Comporta il progressivo esercizio del raccoglimento nel silenzio e la meditazione su brani scelti della Bibbia. Non è una semplice convivenza, né una un campo di condivisione di gruppo: richiede un passaggio ulteriore. In continuità con le offerte spirituali degli anni precedenti, in particolare col Ritiro Kairòs, è adatta a chi avverte il bisogno di chiarire i motivi della propria fede,a  chi vuole compiere scelte universitarie ascoltando la “voce” di Dio, a chi si vuol preparare a vivere una forte esperienza di volontariato e di missione.

 

Località: Ariccia – Santuario di Galloro (Roma) Casa S. Cuore – via Appia Nuova 54 – tel. 069339191

 

Animatori: Narciso Sunda (spunti di preghiera) e   Alessandro Viano (istruzioni spirituali)

 

Guide per colloqui: PP. Renato Colizzi, Diego Mattei, Massimo Nevola, Claudio Pera, Mario Pichech, Alessandro Viano. Srr. Carla Corbella e Veronica Petito; proff. Antonello Famà e Domenico Alegretti.

 

Bagaglio: insieme agli effetti personali è indispensabile portare con sé lenzuola, federa, asciugamano, la Bibbia e occorrente per appunti. Si eviti di portare con sé testi scolastici. L’uso dei cellulari sarà consentito solo all’inizio e alla fine del ritiro.

 

Orari: gli Esercizi inizieranno con l’introduzione alle ore 18.00 del 21 gennaio e termineranno col pranzo della domenica 24.

 

Costi: 120€ più costo viaggio A/R (che verrà comunicato appena possibile) – chi avesse difficoltà ne parli con semplicità al prof. Antonello Famà che lo farà presente a P. Nevola, organizzatore del Ritiro.

 

Le iscrizioni, causa limitazione posti, vanno date entro e non oltre il 11 dicembre p.v. al prof. Famà che provvederà ad inviarle a P. Nevola (nevola.m@gesuiti.it).

Scuola Primaria – CONCERTO DI NATALE

25 Novembre 2015

Cari Genitori,

i bambini della Scuola Primaria

sono lieti di invitare famigliari e amici al

CONCERTO  DI  NATALE

Martedì 15 dicembre 2015

Per ovviare al problema degli anni precedenti di eccessivo affollamento in Aula Magna, quest’anno si è pensato di offrire a tutti la possibilità di vivere un bel momento in amicizia e calarsi nell’atmosfera del Natale ormai alle porte.

Pertanto il programma prevede:

Aula Magna               Ore 15.00        Concerto per nonni e amici

                               Ore 17.00       Concerto per genitori  (fratelli/sorelle)

Prevedendo molta affluenza e desiderando gestire l’evento nel modo più ordinato possibile, vi preghiamo di compilare il tagliando di partecipazione e consegnarlo a “Educare Insieme” dove ritirerete un braccialetto di riconoscimento per accedere all’Aula Magna.

Per motivi di ordine e di sicurezza vi chiediamo questo piccolo sacrificio.

In allegato a questa comunicazione trovate anche una busta: chi volesse contribuire alla raccolta di fondi per sostenere il CAEF (Progetto Perù) potrà restituirla, chiusa, insieme al tagliando di partecipazione.

Sarà anche possibile prenotare il video del concerto su pen-drive  al costo di € 10.00.

Vi aspettiamo numerosi     

                                                           Preside  e  Docenti  della  Scuola  Primaria

La PACE vista dai nostri bambini

23 Novembre 2015

Lunedì 16 novembre, sconvolti dopo i terribili fatti di cronaca violenta a Parigi e nel mondo, dopo un minuto di silenzio, anche seguendo l’invito del Ministro dell’Istruzione, a tutti gli alunni della nostra scuola è stato dato del tempo importante per fermarsi a riflettere, pensare, pregare e meditare.
Gli alunni più grandi sono stati guidati da alcuni docenti, che hanno fornito loro anche chiavi di lettura più complesse, geo-politiche e socio-culturali.
Ma anche i più piccini della scuola dell’Infanzia, della Primaria e i ragazzi della Secondaria di primo grado hanno avuto i loro spazi e i loro momenti di riflessione e formazione, con modalità e tempi adeguati ciascuno alla propria età.
La riflessione è infatti un momento importantissimo tipico della pedagogia ignaziana, a maggior ragione di fronte a questi eventi drammatici e di rilevanza mondiale. Una riflessione orientata all’azione, tanto che padre Denora, nella sua riflessione, ha chiesto a ciascuno, nel silenzio di riflettere su quanto accaduto ma soprattutto di chiedersi “Io, concretamente, che cosa posso fare per rendere questo mondo un posto migliore e più umano?”.

Ai bimbi più piccoli del primo anno della scuola primaria è stato chiesto di riflettere a partire dalla poesia “Promemoria” di Gianni Rodari:

 Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare,
preparare la tavola,
a mezzogiorno.

Ci sono cose da fare di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per non sentire.

Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra

 

Quindi, è stato chiesto loro “nel silenzio e nella tranquillità, sentire, così capire più facile (forse) ti riuscirà”.

Infine, attraverso un disegno, i nostri bambini hanno inviato un personale “promemoria” ai grandi della Terra, raccontando la loro idea di “pace”. Abbiamo quindi, sempre secondo l’invito del Ministro, “lasciato parlare i bambini”, attraverso il loro stile, nelle loro modalità, attraverso il disegno….

IMG-20151120-WA0009 IMG-20151120-WA0000 IMG-20151120-WA0001 IMG-20151120-WA0002 IMG-20151120-WA0003 IMG-20151120-WA0004 IMG-20151120-WA0005 IMG-20151120-WA0006 IMG-20151120-WA0007 IMG-20151120-WA0008

Laboratorio di arte contemporanea

18 Novembre 2015

Che cos’è l’arte?

Come definire il concetto di contemporaneo?

In che modo l’arte a scuola può diventare un’esperienza di crescita culturale e umana?

Mercoledì 19 novembre dalle 14,30 alle 17,30, gli studenti della scuola secondaria di I grado hanno avuto modo di fare esperienza di un piccolo laboratorio creativo di arte contemporanea… così contemporanea che gli autori delle opere d’arte sono stati loro stessi.

Nel progetto educativo della nostra scuola, un aspetto determinante nella formazione degli studenti e nella loro crescita come persone civilmente e culturalmente impegnate è rappresentato dal momento dell’esperienza diretta di ciò che si apprende. Fare esperienza di un laboratorio di arte e della creazione in generale è, dunque, innanzitutto, un viaggio alla scoperta di sé, dei proprio talenti e dei propri punti di forza e debolezza.

Di seguito riportiamo alcune immagini dell’attività che verrà riproposta mercoledì 2 dicembre.

IMG_4834IMG_4857IMG_4856IMG_4851IMG_4844

IMG_1467

Pagina successiva »

Bacheca Download