Conferenza Livio Suppo

31 Gennaio 2016

livio-suppo-honda-2014 (1)Mercoledì 27 gennaio alle ore 12.00 si è tenuta nel teatro del nostro Istituto un incontro tra Livio Suppo, team principal di HRC (Honda Racing Corporation), e studenti e docenti del Liceo Scientifico Sportivo.

Livio, autentica icona del motociclismo dei nostri tempi (ha vinto due mondiali con Casey Stoner e uno con Marc Marquez), oltre che grande uomo di sport è persona di grande spessore culturale, umano, professionale e intellettuale.

Livio Suppo ha parlato della sua storia e di come ogni scelta della sua vita sia stata importante per la sua carriera, umana e sportiva. Livio ci ha portato la sua esperienza in campo di marketing, in particolare facendo riferimento al mondo della corse e dalla Moto GP. Ci ha parlato inoltre del suo lavoro, dei piloti che segue, Marc Marquez e Daniel Pedrosa, guidando ragazzi e docenti anche in un’analisi critica dei concitati momenti conclusivi del mondiale 2015, concluso in bagarre tra Valentino Rossi, Marc Marquez e vinto da Jorge Lorenzo all’ultima gara. Livio ha inoltre raccontato la sua esperienza scolastica e ha stimolato i ragazzi a puntare sempre al massimo, evidenziando come questo atteggiamento, che noi possiamo tradurre con il magis Ignaziano, abbia caratterizzato tutti i passi della sua vita, soprattutto i momenti di scelta.​

20160127_123511Nato a Torino il 30 ottobre 1964. Manager, Laurea in Economia, ex Benetton. In Honda dal 2010, prima era direttore del Progetto Ducati Moto GP. Fu tra gli artefici del titolo mondiale vinto nel 2007 dall’australiano Casey Stoner, di cui gestì poi il passaggio alla Honda (2011), coronato da un secondo campionato mondiale.

Dicono di lui:
• «Caso scuola di una carriera “impossibile”; nel 1989 dottore in economia a Torino, un pellegrinaggio nel marketing e comunicazione in Ferrero, Alpitour, Benetton fino a ad approdare a Ducati Corse. “Ai miei tempi l’università e mondo produttivo erano lontanissimi”» [Rep 13/5/2013].
• Fu lui «a convincere la Casa di Borgo Panigale a cambiare, passando dalle gomme Michelin alle Bridgestone. “Era stata una scelta ragionata, se volevamo crescere dovevamo anche avere un’arma diversa da Honda e Yamaha”» (Claudio Russo). «Abbiamo dimostrato all’estero che l’Italia non è solo pizza e mandolini. Anche tecnologia e passione».
• «Da quando son qui ho visto morire Kato, Tomizawa e Marco (Simoncelli, ndr). Qui sembra un circo dorato e tutto. Poi ti trovi davanti al fatto che la sera prima hai visto Marco e c’hai scherzato, e il giorno dopo non c’è più… Mi vengono i brividi ancora adesso. Ti fai un sacco di domande» (da un’intervista di Guido Guenci).
• «Non mi ha mai sopportato» (Valentino Rossi).

20160127_124107

20160127_121428

Uscita a Milano

26 Gennaio 2016
Nel mese di dicembre i ragazzi della 3^ classico, accompagnati dal docente di filosofia, Prof. Nascè, e dalla docente di arte, Prof.ssa Sponza, sono andati a Milano per visitare due mostre: Mito e Natura (una mostra sul ruolo e l’importanza degli elementi naturali nella mitologia e nella cultura classica) e Giotto, l’Italia (una mostra sull’importanza del pittore fiorentino per la formazione di una sensibilità e di una scuola artistica autonoma all’interno della penisola).

http://www.mostramitonatura.it/it/home.html

http://www.mostragiottoitalia.it/it/home.html

L’iniziativa è stata molto apprezzata sia dai docenti che dalla classe, come dimostrano i visi distesi e sorridenti.

IMG_4362 IMG_4457 IMG_4273IMG_4582IMG_4543 IMG_4314

Progetto carcere

26 Gennaio 2016

Anche quest’anno i ragazzi del Quarto anno dei nostri licei hanno partecipato al “Progetto Carcere”.

Si tratta di un percorso strutturato in due momenti: ragazzi hanno fatto l’esperienza del carcere grazie alla collaborazione con il Museo dell’Ex Carcere “Le Nuove”, dopodiché un operatore  di EssereUmani, attivo presso l’Istituto Penale Minorile “Ferrante Aporti” con diversi progetti lavorativi e culturali, ha presentato in classe  ai ragazzi questa realtà discutendo con loro su quale debba o possa essere la funzione delle carceri, oggi, in Italia

Obiettivi del progetto

  • Destrutturare l’idea comune di carcere, di pena e giudizio nei confronti dell’“altro” che non conosciamo se non attraverso gli occhi della cultura diffusa e dei mass media.
  • Sperimentare sulla propria pelle i luoghi di espiazione della pena per toccare con mano il problema della detenzione.
  • Riflettere e formarsi una propria opinione personale, attraverso il confronto con punti di vista diversi

DSCN5837 DSCN5838 DSCN5839 20160115_082632

Le nuove tecnologie per l’educazione

26 Gennaio 2016

Colegio-Arenales-Congreso-Apple-3[1]You see things; and you say “Why?” But I dream things that never were; and I say “Why not?”
Con questa citazione di Robert Kennedy si è aperto a Londra l’Apple Education Leadership Summit 2016 a cui ha partecipato una delegazione della Fondazione Gesuiti Educazione, di cui facevano anche parte per l’Istituto Sociale il prof. Piero Cattaneo (quale Preside dei Licei e componente del Consiglio della Fondazione) e il prof. Francesco Venuti (in qualità di referente ITAS per l’Istituto).

Come educatori che cercano di preparare al meglio le generazioni del futuro ad affrontare un mondo e un lavoro che oggi non esistono ancora, siamo pienamente consapevoli dell’importanza della sfida che siamo chiamati ad affrontare. Grazie all’utilizzo della tecnologia, quale strumento per migliorare la nostra azione didattica ed educativa, è possibile stimolare maggiormente la creatività dei nostri studenti, liberare la loro immaginazione e aprire nuovi orizzonti. La tecnologia può aiutarci a rendere l’apprendimento più significativo, accessibile, rilevante e personalizzato. Con le tecnologie imparare può essere più piacevole e divertente, lo studente assume un ruolo più attivo e diventa maggiormente protagonista del suo percorso di crescita. Questi sono indubbiamente gli aspetti più positivi dell’introduzione delle nuove tecnologie nella scuola e, seppure non manchino anche aspetti potenzialmente negativi o di difficoltà, non si può non evidenziare come alcuni di questi elementi si coniughino in modo particolarmente efficace con le caratteristiche fondamentali della pedagogia ignaziana delle nostre scuole.

A Londra si sono alternati interventi più riflessione con momenti di confronto e laboratori pratici, simulazioni di lezioni e interventi didattici per studenti di ogni età e grado di istruzione in un contesto internazionale.

Particolarmente interessante è stata la presentazione di numerosi casi (“best practices”), sia italiani (soprattutto nella giornata di giovedì 21 gennaio) sia internazionali (venerdì 22 gennaio), i quali hanno tutti evidenziato come la sfida dell’inserimento della tecnologia in classe vada accompagnata da coraggio e creatività, in quanto non è qualcosa di automatico, ma richiede di “mettersi in gioco”, di sperimentare, di “provare”, di “giocare” e anche, inevitabilmente, di sbagliare e commettere degli errori.

Parole come “creativity”, “inspiration”, “immagination”, “curiosity” e “collaboration” hanno accompagnato questa full immersion di due giorni nelle tecnologie applicate all’educazione e hanno stimolato riflessioni, reazioni, confronti, opinioni. E’ stato interessante confrontarsi in uno scenario internazionale con colleghi provenienti da ogni parte del mondo, che affrontano, seppure in modo diverso, problemi e sfide che hanno una matrice comune e si presentano, in fondo, uguali in ogni parte del globo.

Ma è stato sottolineato anche, richiamando implicitamente degli elementi tipici della pedagogia ignaziana, come sia fondamentale partire dal vissuto personale del singolo docente, che “si mette in gioco”. Per questo motivo  l’introduzione delle nuove tecnologie e il cambiamento della didattica passano necessariamente da riflessioni su “Cosa sogniamo noi insegnanti? Cosa sognano i nostri alunni? Cosa sogniamo noi genitori per i nostri figli? Quale visione condivisa del mondo e della scuola ci portiamo dentro?”.

Non ci sono risposte preconfezionate, giuste o sbagliate. Siamo in cammino, in ricerca. L’importante è metterci in gioco e non fermarci. E le tecnologie possono essere uno stimolo e un aiuto significativo in questo percorso.

Licei – attività “Il canto magico di Orfeo”

22 Gennaio 2016

Gentili  Genitori,

il giorno 3 febbraio 2016 gli studenti delle classi 1^ classico e 1^ scientifico A si recheranno al Teatro Regio e al Museo di Antichità per l’attività “Il canto magico di Orfeo”, prevista dal Consiglio di Classe in sede di programmazione di inizio anno scolastico a completamento del  lavoro sul mito.

La partenza dall’Istituto Sociale è prevista  per  le ore 8,15 e il ritorno per le 13,30 a scuola. E’ necessario che i ragazzi siano muniti dei biglietti per l’autobus. Inoltre chi vuole può trovarsi direttamente davanti al Teatro e tornare autonomamente.

Gli studenti saranno accompagnati dalla Prof.ssa  Ghiggia  e dalla Prof.ssa  Giordano.

Per la partecipazione si richiede la compilazione del tagliando allegato da riconsegnare alla Prof.ssa Giordano entro il 27 gennaio unitamente alla quota di 6 euro.

Cordiali saluti

Il Preside

Prof. Piero CATTANEO

 

licei – convivenze classi 4° e 5°anno del Liceo Scientifico e del Liceo Classico

20 Gennaio 2016

Cari Genitori,

sono lieto di informarvi che Padre Picech avvierà anche nel corrente anno scolastico l’esperienza di convivenza con gli alunni di alcune classi dell’Istituto.

Ritengo mio dovere sottolineare sia la valenza formativa sia quella ludico-ricreativa di tale esperienza, in cui la condivisione e l’autogestione di  momenti di vita quotidiana in comune si intrecciano con altri di riflessione personale sulla propria dimensione di fede.

In allegato alla mia comunicazione vi trasmetto la proposta di Padre Picech con l’indicazione della struttura organizzativa e temporale dell’esperienza. Invito i genitori a confrontarsi con i loro figli in merito alla possibilità di vivere questa esperienza e, in caso di autorizzazione, prego i Genitori di restituire il tagliando sotto riportato, debitamente compilato e firmato, al Prof. Daniele Gimigliano, vicepreside dell’Istituto.

Il calendario delle convivenze è il seguente:

 

Classe

Giorno

IV liceo classico Da mercoledì 27/01/2016 a venerdì 29/01/2016
IV liceo scientifico Da martedì 2/02/2016 a giovedì 4/02/2016
V liceo classico Da martedì 16/02/2016 a giovedì 18/02/2016
V liceo scientifico Da martedì 23/02/2016 a giovedì 25/02/2016

 

Un caro saluto

 Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

 

PROGRAMMA della CONVIVENZA  

          Finalità? Vivere come gruppo-classe un’esperienza di condivisione e di autogestione in cui riflettere anche sulla propria dimensione di fede.

          Quando inizia? Martedì o mercoledì a seconda delle classi (Chi ne avesse la necessità può portare i propri effetti personali la mattina, prima dell’inizio delle lezioni: l’appuntamento è nell’atrio alle 8.00). Saremo alloggiati, in modo spartano, in un’ala dell’istituto in tre camerate. I bagni saranno sullo stesso piano, mentre le eventuali docce si faranno nel centro sportivo. La cena e le attività della convivenza si svolgeranno nel refettorio dello stesso piano.

          Cosa portare? Effetti personali, lenzuola, federa e asciugamani o sacco a pelo, oltre ovviamente a libri, quaderni, ecc. … il necessario per vivere tre giorni fuori casa.

          Com’è strutturata la giornata? Nei giorni della convivenza si andrà a scuola regolarmente. Terminate le lezioni chi desidera potrà ritornare a casa per il pranzo, altrimenti ci si servirà della mensa o dei bar interni all’istituto. Per chi rimane in istituto, seguirà un tempo di studio in biblioteca o nelle aree predisposte per lo studio guidato.

L’appuntamento per tutti è in foresteria alle 17.00. Farà seguito un momento di formazione. La cena, preparata da noi, sarà sempre in comune. Dopo aver lavato i piatti a turno, ci sarà una seconda attività, con la visione di un film ed il suo successivo commento. La preghiera e la rilettura della giornata, intorno alle 23.00, ci prepareremo per andare a dormire.

NB: In questi giorni qualsiasi uscita dall’istituto (quindi anche quella del pranzo) sarà consentita solo se autorizzata dai genitori attraverso una comunicazione scritta nel diario scolastico.

          NB: Chi ha impegni irrinunciabili nell’ora dell’appuntamento serale delle 17.00 si accordi previamente con P. Mario.

          Cassa Comune: due incaricati del gruppo-classe raccoglieranno un contributo economico di 15 euro per la spesa che faranno con p. Mario nel pomeriggio del primo giorno di convivenza.

 

1° giorno

2° giorno

3° giorno

4° giorno

7.00   Sveglia, colazione, preghiera Sveglia, colazione, preghiera Sveglia, colazione, preghiera

Al termine delle lezioni i ragazzi torneranno a casa

17.00 – 20.00 Arrivo e sistemazione nelle camere.

Preparazione della cena

Attività

 

Preparazione della cena

Attività

 

Preparazione della cena

 
20 – 21 Cena insieme Cena insieme Cena insieme  
21.00 – 22.30 Attività di presentazione in gruppo Serata insieme Serata insieme  
23.00 Preghiera…e poi subito a letto! Preghiera… poi subito a dormire!! Preghiera… poi subito a dormire!!  

Infanzia – Uscita didattica alla “GAM” Galleria d’arte moderna

18 Gennaio 2016

Carissimi Genitori,

Vi informo che martedì 26 gennaio 2016

la sezione Verde e la sezione Arancione andranno in visita alla

                                                                                                                                                                                                          “ GAM”

 

 Partenza da scuola ore 12,30

 attività di laboratorio – visita alla galleria

 Rientro previsto a scuola ore 16,00  circa

 

Il costo dell’uscita  , comprensivo di attività e visita è di € 5  a bambino

e potrà essere pagato in economato o tramite chiavetta.

Per il tragitto portare i 2 biglietti del pullman ( andata / ritorno )

oppure la tessera di gratuità.

 

Si chiede di compilare il tagliando di adesione e di consegnarlo inderogabilmente entro martedì 19 gennaio 2016 alla Maestra di sezione.

 

Tutti i Genitori devono aver aderito all’uscita didattica.

Cordiali saluti.

La Coordinatrice didattica.

Infanzia – Uscita didattica alla “GAM” Galleria d’arte moderna

18 Gennaio 2016

Carissimi Genitori,

Vi informo che venerdì 22 gennaio 2016

la sezione Blu, la sezione Viola e la sezione Gialla  andranno in visita alla

                                                                                                                                                                                                                        “ GAM”

 

 Partenza da scuola ore 12,30

 attività di laboratorio – visita alla galleria

 Rientro previsto a scuola ore 16,00  circa

 

Il costo dell’uscita,  comprensivo di attività e visita è di € 5  a bambino

e potrà essere pagato in economato o tramite chiavetta.

Per il tragitto portare i 2 biglietti del pullman ( andata / ritorno )

oppure la tessera di gratuità.

 

Si chiede di compilare il tagliando di adesione e di consegnarlo inderogabilmente entro martedì 19 gennaio 2016 alla Maestra di sezione.

Tutti i Genitori devono aver aderito all’uscita didattica.

Cordiali saluti.

La Coordinatrice didattica.

 

Licei – Corso per il First Certificate classi 4^ classico e scientifico

18 Gennaio 2016

Cari Genitori,

l’Istituto, come ha già fatto negli anni scorsi, inizia per gli studenti del 4° anno dei Licei, seriamente interessati e motivati, un corso di preparazione agli esami Cambridge del FIRST CERTIFICATE.

Vi ricordo che il FIRST CERTIFICATE costituisce un credito scolastico per l’esame di stato conclusivo e porta crediti in alcune facoltà universitarie ed è inoltre un  diploma apprezzato anche nel campo del lavoro.

 

Il corso sarà tenuto dalla prof.ssa Silvia Isaia, che molti di voi conoscono,  a partire dal 10 febbraio 2016 fino agli inizi di dicembre 2016 (escluse ovviamente le vacanze!), per due ore consecutive, una volta alla settimana: indicativamente il mercoledì dalle 14,30 alle 16,30. A metà dicembre del 2016 i ragazzi sosterranno l’esame.

Il corso è aperto agli studenti che avranno superato il Placement test, che si effettuerà giovedì 28 gennaio 2016 dalle ore 14,30 alle ore 16.00.

Il corso prevede un costo di € 350 (da versare presso l’Ufficio economato). Restano esclusi i testi  e la tassa di iscrizione all’esame, richiesta dal Cambridge.

Gli esami si sosterranno al Sociale.

 

Nel caso sia necessario sospendere un incontro, per impegni della docente, questo verrà comunicato ai ragazzi in tempo utile.

Qualora invece i ragazzi siano assenti, dovranno portare la giustificazione (da scrivere sul diario nella pagina del giorno di assenza). Questa sarà presentata alla docente nella lezione successiva. Poiché il corso rappresenta un’opportunità importante per gli allievi,si chiede ai ragazzi impegno e continuità nella frequenza e nello studio a casa.

 

Le famiglie sono pregate di restituire il tagliando allegato al Vicepreside, prof. Gimigliano, entro lunedì 25 gennaio 2016.

 

Un saluto cordiale

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

 

 

La notte dei Licei Classici

18 Gennaio 2016

notte-dei-licei-2016-WEBAnche l’Istituto Sociale, insieme ad altri due licei di Torino, venerdì 15 gennaio 2016 ha aderito alla seconda edizione della “NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO”, dopo l’enorme successo della Notte Nazionale del Liceo Classico 2015, che ha visto la partecipazione di oltre 150 Licei su tutto il territorio italiano.

Nella lettera di presentazione dell’iniziativa, si legge che “si tratta di un evento che, in contemporanea, coinvolge tutti i Licei Classici italiani che vi aderiscono, nei quali, in totale e piena autonomia, studenti e docenti presenteranno al territorio di pertinenza quanto di più bello e vivace essi sono stati in grado di realizzare, ma soprattutto promuoveranno, durante le sei ore previste, la cultura classica in tutte le sue forme. Questo perché occorre oggi sempre più continuare nella nostra battaglia volta a contrastare il degrado culturale, la crisi valoriale, e quella deprecabile fuga dal Liceo Classico, volutamente additato come curriculo di studi inutile e passatista, di cui, invece, si tace l’enorme capacità di forgiare menti pensanti e depositarie della nostra memoria storica, unico possibile trampolino di lancio verso un futuro migliore”.

L’Istituto Sociale, in occasione del rilancio del suo Liceo Classico e della proposta del nuovo “Liceo Classico Internazionale” che verrà avviato a partire dal prossimo anno scolastico, ha colto l’occasione per una “notte di porte aperte”, una sorta di “notte bianca del Liceo Classico”, in cui è stato possibile incontrare il Coordinatore Didattico e i Docenti per conoscere meglio la proposta formativa e l’investimento dell’Istituto Sociale nella cultura classica, coniugando efficacemente elementi di innovazione con solidi e imprescindibili elementi “classici” della tradizione.

L’iniziativa ha avuto anche eco su alcuni giornali cittadini. Di seguito, riportiamo l’articolo comparso su La Stampa di venerdì 15 gennaio 2016.

notte del classico

Pagina successiva »

Bacheca Download