Percorso sulle mafie

27 Febbraio 2016

Nel contesto dell’educazione ai valori di cittadinanza, in stretta correlazione con lo studio della storia e con il progetto di formazione di persone responsabili da un punto di vista etico e sociale, gli insegnanti della scuola secondaria di primo grado hanno proposto ai ragazzi delle terze un percorso di analisi del fenomeno mafioso.

Tale progetto, quest’anno, è stato portato avanti con la collaborazione di un ex allievo della nostra scuola, Guido Casavecchia, ora studente della Facoltà di Giurisprudenza, da anni interessato allo studio e all’approfondimento del fenomeno della mafia. Dopo un primo approccio al tema, attraverso la lettura di due libri adatti ad un pubblico giovane (“Per questo mi chiamo Giovanni”, di Luigi Garlando, e “La mafia spiegata ai ragazzi” del giornalista Antonio Nicaso), i ragazzi hanno partecipato a due incontri di due ore ciascuno con Guido Casavecchia, che ha ripercorso insieme a loro la storia della mafia, dalle origini ai giorni nostri, illustrandone la struttura, i campi in cui ha operato in passato e oggi, le logiche mafiose, le relazioni tra Stato e mafia, i metodi con i quali essa si insinua nella vita quotidiana dei cittadini e la condiziona, l’azione di magistrati, giornalisti e persone comuni che coraggiosamente, spesso pagando con la propria vita, hanno combattuto contro di essa.

La partecipazione e l’interesse sono stati significativi, così come le domande e gli interventi, tanto che alcuni ragazzi hanno deciso autonomamente di approfondire la questione attraverso la lettura di altri libri sull’argomento.

Un ringraziamento a Guido, per aver messo a nostra disposizione il suo tempo e le sue competenze!

Bacheca Download