Il mio sogno 2016

16 Maggio 2016

IMG_0784Lunedì 16 maggio, alle ore 12,30, presso il Salone Internazionale del Libro di Torino, in Sala Rossa, si è tenuta la premiazione del concorso letterario Il Mio Sogno edizione 2016 .

Alla premiazione hanno partecipato  Nino Boeti, Vicepresidente del Consiglio Regionale e Presidente del Comitato Resistenza e Costituzione, Ilda Curti assessore ai Giovani e all’Integrazione del Comune di Torino, Fabio Geda, scrittore e Cristiano Spadavecchia illustratore.

Giunto alla sua quinta edizione, il concorso letterario promosso dall’Istituto Sociale di Torino si rivolge ogni anno a tutti gli alunni delle terze e seconde medie inferiori di Torino e cintura, facendo una mappatura delle aspirazioni più alte e dei sogni coltivati dagli iscritti più giovani degli istituti scolastici torinesi.

Il tema del concorso è uno dei più appassionanti e impegnativi per i ragazzi che si stanno preparando ad affrontare i gradi superiori del proprio cammino scolastico ovvero raccontare i propri sogni per il futuro. In particolare, nell’anno in cui ricorrono i 70 anni della Costituzione Repubblicana, il tema scelto per questa quinta edizione è stato dedicato alla riflessione sui valori espressi dalla preziosa carta dei diritti, che sta alla base della vita della nostra democrazia.

IMG_0787In questa edizione, infatti, agli studenti è stato chiesto di scrivere il proprio sogno per l’Italia di domani, immaginando quali potrebbero essere i primi tre articoli della propria Costituzione ideale.

La Giuria composta dal Presidente,  Maurizio de Giovanni, scrittore,  da Piero Fassino, Sindaco di Torino, Gustavo Zagrebelsky, Giurista e Docente di Diritto costituzionale e Teoria  generale del diritto pubblico presso il Dipartimento di Giurisprudenza di Torino, Nino Boeti, Vicepresidente del Consiglio Regionale, Elena Aleci, storico dell’arte e autrice per ragazzi, Piero Cattaneo, preside dei Licei dell’Istituto Sociale e Fabrizio Vespa, giornalista e scrittore ha decretato come vincitore della sezione scritti Luca Umberto Furcas, Scuola Media Padre Gemelli – Pola e come vincitori della parte illustrazione il duo composto Lorenzo Grilli e Lorenzo Bejolli sempre della Scuola Media Padre Gemelli – Pola. Il secondo posto degli scritti è un ex equo tra Diego Possamai e Sofia Felice, il terzo Lina Miled, giovane scrittrice di origine tunisina.

Ai vincitori sono riservate Tre borse di studio a copertura totale (due per gli elaborati scritti una per il disegno) per l’iscrizione al primo anno del Liceo Classico internazionale presso l’Istituto Sociale di Torino, mentre ai dieci scritti e ai tre disegni finalisti sono stati donati libri del Comune di Torino e il libro “Ma tu volevi fare il Papa?” Edizioni San Paolo con gli scritti e i disegni che i ragazzi delle scuole dei Gesuiti d’Italia e d’Albania avevano preparato in previsione dell’incontro con Papa Francesco nel giugno 2013.

“Carissimi ragazzi – ha scritto il Sindaco Piero Fassino nel suo messaggio – i vostri disegni e i vostri scritti sono emozionanti e molto belli, pieni di una speranza è di una forza che è capace di rincuorare. Coltivate la forza che è in voi come una pianta preziosa, non smettete di sognare, è nel sogno – e nel costante lavoro per realizzarlo – che vive la capacità di costruire un mondo migliore. Viviamo in un mondo globale e larghissimo, un mondo che a volte metterà alla prova la vostra determinazione. Lavoriamo insieme perché diventi più giusto e più attento ai diritti di tutti. Studiare, capire le ragioni degli altri, sforzarsi di vedere il punto di vista diverso dal vostro è la strada giusta per costruire una società moderna è aperta, e sono felice che abbiate già cominciato a percorrerla”.

IMG_0795

Bacheca Download