Licei – Calendario prove di recupero per gli studenti con il giudizio sospeso

30 Giugno 2016
1 settembre Greco 4 classico 8.30-10.30
    2 classico 8.30-11.30
  Italiano 2 scientifico 8.30-11.00
  Latino 3 scientifico 8.30-11.00
    1 scientifico 8.30-11.00
  Inglese 4 cl 11.00-12.00
2 settembre Latino 2 scientifico 8.30-11.00
    2 classico 8.30-11.30
  Matematica 3 sc 9,00-11.00
    2 LSS 9.00-11.00
    3sc B 9.00-11.00
    1LSS 9.00-11.00
    1 sc A 9.00-11.00
    4 cl 9.00-11.00
  Fisica 1 sc A 9.00-11.00
  Storia e Filosofia 4 sc 10.00-12.00
3settembre Storia e Geografia 1 LSS 8.00-10.30
  Storia e Geografia 2 LSS 10.30-11.30
  Diritto e Economia 3 sc A 11.30-13.00
  Diritto e Economia 3 cl 11.30-13.00
  Scienze 2 sc A 8.00 – 10.30
  Scienze 2 sc sport 8.00 – 10.30
  Scienze 3 sc B 8.00 – 10.30
5 settembre Inglese 1 sc 9.00-10.30
    1 cl 9.00-10.30
    1 LSS 9.00-10.30
    2 cl 9.00-10.30
    2 LSS 9.00-10.30
    9.00-10.30
    3B 9.00-10.30
    4A 9.00-10.30
    3 cl 9.00-10.30
  Fisica 3B 9.00-10.30

 

La pubblicazione dei tabelloni con gli esiti degli scrutini avverrà il 7 settembre 2016 alle ore 15.00.

Tabelloni esami di Terza Media

23 Giugno 2016

Si avvisano le famiglie degli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado che i tabelloni dell’esame saranno esposti a partire dalla mattinata di venerdì 24 giugno.

Libri di testo 2016/17

20 Giugno 2016

textbooks[1]ATTENZIONE!
Errata corrige: sono disponibili gli elenchi CORRETTI dei libri di testo per le classi 3-4-5 Classico, 4-5 Scientifico e 4 B Sportivo.

Sono disponibili al fondo di questa pagina oppure nella sezione “Area Famiglie” di ciascuna Scuola gli elenchi dei libri di testo per la Secondaria di primo grado, il Liceo Classico e il Liceo Scientifico e Sportivo per il prossimo anno scolastico 2016/17.

Come ogni anno la scuola mette a disposizione il servizio di prenotazione e consegna dei libri di testo presso l’Istituto. Ricordiamo che l’adesione a questo servizio è del tutto libera.

Chi desiderasse farlo dovrà  consegnare la propria prenotazione in Segreteria, improrogabilmente entro il 15 luglio 2016, utilizzando l’apposito modulo scaricabile qui.

Il modulo di prenotazione richiederà di segnalare la richiesta di ricevuta fiscale o fattura (nel qual caso dovranno essere precisati i dati fiscali del richiedente: cognome, nome, indirizzo, codice fiscale).

Il pagamento dovrà essere effettuato con assegno o contanti direttamente agli addetti alla consegna dei libri.

Per il ritiro dei libri prenotati entro il 15 luglio, è previsto il seguente calendario:

  • Sabato 10 settembre dalle 10,00 alle 13,00
  • Lunedì 12 settembre dalle  8,00  alle  9,15
  • Martedì 13 settembre dalle  8,00  alle  9,15
  • Mercoledì 14 settembre dalle  8,00  alle  9,15
  • Giovedì 15 settembre dalle  8,00  alle  9,15
  • Venerdì 16 settembre dalle  8,00  alle  9,15

A tutti voi l’augurio di Buone Vacanze!

[wpdm_file id=13]

[wpdm_file id=14]

[wpdm_file id=15]

[wpdm_file id=16]

freccia_rossa  Scarica il modulo di prenotazione

 

Messa di fine anno

9 Giugno 2016

“Voi siete il sale della terra! Voi siete la luce del mondo!”
Con le parole del Vangelo di Matteo, Padre Vitangelo ha voluto salutare i ragazzi che concludono oggi il loro percorso nel liceo, in attesa degli esami di maturità. L’augurio del Padre rettore si è esteso a tutti i ragazzi durante la messa di fine anno con le parole di Papa Francesco: “Voi siete i protagonisti della vita, non guardatela dal balcone!!”
In un clima, finalmente, di silezio i ragazzi hanno vissuto la Celebrazione con interesse, partecipazione e coinvolgimento, cercando di partecipare attivamente guidando i canti, leggendo le letture e servendo l’altare insieme ai Padri Gesuiti.

20160609_103625 20160609_104635 20160609_111319_3_bestshot 20160609_11143813419184_611069472392971_8468750410381391200_n

Monica Finocchiaro

9 Giugno 2016

cap_soc_banner_615x100_white
2016_19_finocchiaroCapitale Sociale #19-2016 – Monica Finocchiaro, maturità classica 1976, si è laureata in Lingue e Lettere straniere moderne nel 1982. Diplomata al CREPS di Toulouse dove ha ripreso degli studi nel campo dello sport e conseguito il Brevet d’Etat d’éducateur sportif Métiers de la forme, lavora attualmente nel settore privato. Vive in Francia dal 1984, ha un figlio nato nel 1989.

 

1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

Sono arrivata al Sociale per gli ultimi due anni del liceo, in provenienza dal Cavour, che in quegli anni viveva un periodo’agitato’.
L’atmosfera serena del Sociale e la presenza e la qualità del corpo docente mi hanno permesso di consolidare le basi del mio futuro e in particolare l’insegnamento di Padre Morra ha sviluppato il gusto per la letteratura che ho tuttora e soprattutto come si dice in francese ‘le goût des autres’.

 2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tuoi tempi, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

Già negli anni ’70 gli insegnanti del Sociale basavano il loro piano sui principi ignaziani: attenzione alla personalità dell’educando, equilibrio tra impegno scolastico e altre attività formative, attenzione ai problemi propri dell’adolescenza, senza che questo volesse dire aprioristica comprensione e conseguente… assoluzione.

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

La qualità dell’insegnamento é sempre stata alta, il corpo docente coeso nell’applicazione dei principi educativi della Ratio Studiorum: impegno, serietà e partecipazione attiva alla formazione non solo culturale di ognuno di noi, questo ha contribuito per me al poter affrontare con una certa forma mentis gli studi universitari poi degli studi all’estero in lingua straniera e con materie scientifiche che pertanto non avevo particolarmente studiato prima.

4. Qual e’ l’aneddoto del periodo trascorso al Sociale che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?
Un aneddoto non saprei, quello che ricordo ancora oggi sono le frasi di Padre Morra, una tra tante altre pronunciata entrando in classe dal primo giorno della terza liceo: “zsvelti zsvelti, l’esame è alle porte’ e direi che nella vita è così, bisogna essere pronti e, se possibile, anticipare…

 

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

La serata delle “eccellenze”

3 Giugno 2016

001Coniugare “eccellenza accademica ed eccellenza umana“. Si, ma in concreto cosa vuol dire? La qualità e la serietà della formazione negli anni del Liceo non si misurano solo dai “voti nelle discipline”. In pratica, la serata di martedì 31 maggio è stata la manifestazione concreta e visibile di queste affermazioni. In quella che ormai è diventata la “serata delle eccellenze“, che quest’anno per la prima volta ha coinvolto anche la Secondaria di Primo grado, si desidera sottolineare in maniera precisa e tangibile proprio il valore educativo e formativo di numerosissime attività ed iniziative, che spaziano dal piano “scolastico-disciplinare” a quello spirituale, dai servizi sociali allo sport, dalla musica all’arte, dall’economia alle lingue straniere, dai convegni internazionali ai concorsi.

IMG_2299L’ex-alunno Diego Garbossa, neurochirurgo, maturità scientifica 1993, ha aperto, con il racconto dei suoi anni al Sociale e di come quegli anni lo abbiano formato, la settima edizione di questa serata dedicata alla valorizzazione dell’impegno di moltissimi studenti in attività dall’alto valore umano e formativo. Per presentare Diego Garbossa siamo partiti dalla sua intervista su “Capitale Sociale”, in cui lui dichiarava che “gli elementi che ho trovato al Sociale e che mi hanno aiutato nella vita sono il profondo rispetto per le persone e il forte stimolo alla curiosità per il sapere, in ogni sua forma”.

Sono stati quasi 100 gli alunni premiati nel corso della serata, per circa 20 differenti tipologie di attività ed iniziative. Sicuramente in una scuola lo studio delle discipline è un elemento fondamentale. Per questo la prima premiazione ha riguardato gli alunni che hanno riportato le migliori medie scolastiche (con una media in tutte le discipline superiore all’8,5) e coloro che hanno dimostrato un significativo e notevole miglioramento rispetto agli anni precedenti. E’ questa una delle tradizioni più antiche dell’Istituto Sociale. Infatti, già molti decenni fa, ogni anno, venivano conferiti premi ed onoreficenze (“albi d’onore”) agli studenti con le medie più alte.

Ma, accanto all’eccellenza accademica nello studio delle discipline, ruotano anche numerosissime altre iniziative con una preziosa valenza formativa, alle quali moltissimi studenti hanno partecipato con impegno e ottenendo gratificazioni, successi e ottimi risultati.

Per quanto riguarda l’area classico-umanistica, sono stati premiati gli studenti partecipanti al progetto “Adotta uno scrittore“, all'”Agòn“, al “Certamen Augusteum Taurinense“. Nell’area scientifico-matematica, invece, sono stati presentati i risultati delle Olimpiadi della Matematica e del Potenziamento della Matematica a Gressoney. Riguardo l’arte e la musica abbiamo rivissuto i bei momenti della serata finale del concorso “Diamoci un tono“, nonchè alcuni lavori dell’anno dell’Arte nella scuola secondaria di primo grado e i poster di alcuni studenti dei Licei sul tema “Lo studente ignaziano”.

P_20160531_223553Le testimonianze sui servizi sociali, sui campi estivi in Romania, sul MEG, così come la partecipazione al “misterioso” Kairòs o, per i maturandi, agli Esercizi Spirituali sono state tutte molto belle e significative.

Ma anche: i lavori dei Sabati del Sociale, il progetto di alternanza scuola-lavoro, Future Cup, le attività legate all’apertura al mondo e all’internazionalità, con i brillanti risultati nel conseguimento di certificazioni internazionali di lingue (Cambridge FCE, Advanced, DELF), la partecipazione a convegni internazionali e progetti di scambio europei (Eye Project, I Gesuiti e la storia).

Infine, hanno concluso la bella serata le numerose premiazioni degli sportivi, in quanto da alcuni anni, il nostro Istituto ha dedicato una attenzione particolare allo sport, con il Pentathlon moderno, il JESET, la squadra di biliardo sportivo, la partecipazione ai trofei AGESC e ovviamente con le numerose convenzioni con le federazioni sportive (in particolare con l’accademia di Rugby) soprattutto per il progetto educativo/formativo del nostro Liceo Scientifico Sportivo.

A tutti i nostri ragazzi le più vive congratulazioni e complimenti per l’impegno e i risultati ottenuti in così tanti settori e attività, scolastiche ed extra-scolastiche, che li renderanno certamente uomini e donne migliori, con grandi valori da offrire al servizio del prossimo!

(Cliccare sulle immagini per ingrandirle)

WhatsApp-Image-20160531 (10)WhatsApp-Image-20160531 (9) WhatsApp-Image-20160531 (8) WhatsApp-Image-20160531 (7) WhatsApp-Image-20160531 (6) WhatsApp-Image-20160531 (5) WhatsApp-Image-20160531 (4) WhatsApp-Image-20160531 (3) WhatsApp-Image-20160531 (2) WhatsApp-Image-20160531 (1) IMG_2302 IMG_2300 IMG_2299 IMG_2298 IMG_2297 13322148_723376114432265_4891849118663560131_n  P_20160531_220046_BF  P_20160531_225343 P_20160531_232452 P_20160531_232748

Alberico Barattieri

3 Giugno 2016

cap_soc_banner_615x100_white
2016_18_barattieriCapitale Sociale #18-2016 – Alberico Barattieri ha frequentato le Elementari e le Medie al Sociale, fino al 1972, proseguendo poi gli studi al liceo artistico e quindi all’Istituto Europeo di Design. Nel descrivere se stesso, ama definirsi semplicemente “viaggiatore sahariano, amante della radiofonia e designer”.

 

1. Qual e’ l’elemento che hai trovato negli anni della formazione al Sociale che più ti ha aiutato a diventare  la persona che sei oggi?

Il disincanto verso tutto quanto è istituzionale o asserito come verità. Stimolato il giudizio critico e lo scetticismo.

 2. Oggi, nel POF del Sociale si esplicitano i  concetti  ignaziani come “magis”, “cura personalis”, attenzione al singolo… Ai tuoi tempi, ancorché  non venissero dichiarati, credi fossero vissuti e trasmessi? Se si come?

Se per attenzione al singolo vuol dire non massificare i comportamenti degli allievi, l’unico che provò a farci essere più individualisti ed a competere tra noi ponendoci degli obiettivi fu il Maestro Vastapane, ma i suoi metodi non durarono a lungo. Se ben ricordo in seguito lo fecero smettere.

3. Qual e’ stata la qualità dell’offerta accademica/scolastica del liceo del Sociale? In che modo ti è servita all’università prima e nella professione poi?

La qualità non sono in grado di giudicarla, essendo allora un pessimo studente. Ma sono anche un autodidatta per natura: tutto quello che so e che utilizzo nel mio lavoro l’ho appreso «lavorandoci sopra» negli anni, più che a scuola o al liceo.

4. Qual e’ l’aneddoto del periodo trascorso al Sociale che ti accompagna ancora oggi? Ce lo racconti?
Forse quello che più mi rappresenta (deve esserci anche una foto sul Tra Noi dell’epoca) è stato quel giorno in cui la nostra classe decise che la squadra di calcio avrebbe avuto maglie bianconere. Da bravo granata non volevo assolutamente farmene comprare una dai miei, per cui mi adoperai a realizzare quello che oggi chiameremmo un «fratino» tagliando dei pezzi di stoffa bianca ed incollandoci sopra delle strisce nere. Scesi in campo che sembravo un profugo. Ma la «fede» era salva!

 

freccia_rossa LEGGI GLI ALTRI INTERVENTI

Licei – consegna dei tablet Samsung entro il 9 giugno 2016 classi 1^ liceo classico, 1^ liceo scientifico, 1^ liceo scientifico sportivo

3 Giugno 2016

Cari Genitori,

la Direzione dell’Istituto Sociale, nella prospettiva di adeguare le dotazioni tecnologiche degli alunni sul piano didattico, ha deciso di sostituire gradualmente gli attuali tablet Samsung con I-Pad della Apple.

Dal prossimo anno scolastico, gli alunni delle future prime e seconde utilizzeranno i nuovi strumenti. In vista di questo cambio, chiedo la vostra cortese collaborazione per la restituzione degli attuali tablet (si prega di consegnare anche la scatola e il contratto di comodato d’uso) al prof . Daniele Gimigliano, vicepreside, entro il 9 giugno p.v.

I tablet saranno sottoposti ad un attento controllo da parte dei tecnici incaricati dall’Istituto per accertarne il buono stato e il corretto funzionamento. In caso di rilevazione di eventuali danni, il costo della manutenzione e delle riparazioni saranno ovviamente a carico delle famiglie.

Gradualmente, nei prossimi anni, a tutti gli allievi dei licei del Sociale saranno consegnati gli I-Pad in comodato d’uso. Si sta studiando tuttavia, con la Fondazione Gesuiti Educazione, la possibilità di permetterne l’acquisto da parte delle famiglie degli allievi dell’Istituto.

I docenti, a loro volta, riceveranno per tempo gli I-Pad e frequenteranno corsi di formazione per acquisire le competenze necessarie all’uso.

Per ogni eventuale ulteriore esigenza di informazione, i genitori potranno rivolgersi direttamente al Prof. Gimigliano o a me.

Ringrazio per la collaborazione e chiedo cortesemente di rispettare la data del 9 giugno p.v., quale data ultima per la consegna dei tablet.

 

Un cordiale saluto

  

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – Scelta materie opzionali

1 Giugno 2016

Cari Genitori,

presentandovi i nostri licei all’atto dell’iscrizione vi abbiamo parlato del liceo come un itinerario che, in modo graduale e continuo, promuove la crescita dell’allievo verso l’autonomia e lo accompagna  in modo efficace verso il futuro impegno di studio, di lavoro, di vita. Questo itinerario, sulla base delle Indicazioni nazionali (Riforma della scuola secondaria di II grado, DPR n° 87, 88, 89 del 15 marzo 2010), si articola in due bienni e un monoennio finale e si conclude con un Esame di Stato.

 

I vostri figli sono ormai alla fine del primo biennio del loro liceo in cui ci siamo proposti di mettere quelle fondamenta senza cui non si può costruire un buon edificio: è un periodo durante il quale  gli alunni hanno la possibilità di acquisire, consolidare e potenziare  le conoscenze , le loro abilità e competenze, personali, metodologiche, sociali (Profilo dello studente ignaziano) in vista del loro orientamento personale e in futuro, professionale. Per questo abbiamo deciso di operare sul biennio alcuni potenziamenti: lingua inglese per entrambi i licei, matematica per lo scientifico, latino e greco per il classico.

 

Dopo questo primo biennio  proponiamo un triennio che vuole preparare i ragazzi al loro personale futuro di vita. Con l’opzionalità e con la finalizzazione all’università si è voluto dare agli ultimi tre anni dei nostri licei un chiaro indirizzo di  orientamento formativo.

Più in particolare, il secondo biennio serve per scoprire e promuovere le proprie inclinazioni, personali, seguendo ed assecondando i propri interessi di ricerca ulteriore e di approfondimento anche grazie alla figura del tutor.

 

In questo modo comincia a prendere corpo l’idea di personalizzazione degli studi. Intendiamo incoraggiare le propensioni del ragazzo attraverso l’introduzione di alcune opzioni individuate anche tenendo conto delle statistiche delle scelte universitarie dei nostri Ex-allievi.

Abbiamo perciò introdotto lo studio di  nuove discipline (economiche e giuridiche), particolarmente significative e qualificanti oppure il potenziamento di alcune discipline già conosciute, particolarmente significative per il percorso universitario successivo: quelle scientifiche (matematica e scienze) e la lingua straniera (inglese). Gli studenti che hanno frequentato il corso di cinese opzionale nel primo biennio, potranno continuare l’esperienza anche nel triennio.

Dal momento che entro la fine di giugno i vostri figli con il vostro aiuto dovranno indicare la loro scelta è importante che ci confrontiamo. Abbiamo per questo organizzato un incontro il giorno:

 

6 giugno 2016  presso il teatro dell’Istituto, ore 18.00

 

In attesa di incontravi di persona, vi saluto cordialmente

 

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – Presentazione del Progetto di Liceo Scientifico Sportivo – proposta operativa per l’a.s. 2016-2017

1 Giugno 2016

Cari Genitori e ragazzi,

durante gli incontri avuti con Voi negli scorsi mesi in occasione delle iscrizioni al 2° ciclo di istruzione, avevo anticipato la mia intenzione di organizzare un incontro per presentare nel dettaglio l’ipotesi operativa del Progetto per la futura classe prima di Liceo Scientifico con sezione sportiva.

Ribadisco che lo sforzo richiesto ai genitori, agli allievi, ai docenti, ai tecnici delle Federazioni sarà quello di  pensare in modo sinergico scuola e sport senza opporli o renderli alternativi (questa è la vera novità del progetto) e il Sociale non intende limitarsi alla mera applicazione  del decreto ministeriale che non basta per realizzare un vero liceo scientifico sportivo.

Il nostro Istituto intende andare oltre in quanto è in grado di  offrire delle opportunità formative che facilitano la coniugazione dei valori  e dei talenti personali di ciascun allievo  in ambito scolastico e in quello   sportivo.

Mantengo la promessa invitandovi martedì 7 giugno 2016 alle ore 18.00 presso il teatro del nostro Istituto per darvi tutte le informazioni relative all’ipotesi formativa sottesa al Progetto di Liceo Scientifico Sportivo, agli aspetti organizzativi e gestionali inerenti il progetto, alle convenzioni con le Federazioni sportive regionali che hanno accolto con molto interesse la proposta del Sociale, alle figure e funzioni del Coordinatore del Consiglio di Classe e alla funzione del docente tutor per l’accompagnamento, durante l’anno scolastico, degli allievi impegnati nelle varie attività sportive.

In quella sede mi permetterò di far compilare un modulo per la  raccolta notizie circa l’attività sportiva praticata (a vari livelli) degli allievi iscritti, allo scopo di progettare percorsi di formazione in accordo con le Società/Federazioni sportive disponibili a partecipare alla realizzazione del Progetto.

Invito pertanto i Genitori e gli allievi iscritti alla classe prima del Liceo scientifico sportivo per l’a.s. 2016-2017 di essere presenti all’incontro al fine condividere il Progetto e permettere al Sociale di  avviare la progettazione dei percorsi formativi futuri sulla  base delle informazioni fornite.

Un cordiale saluto

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Pagina successiva »

Bacheca Download