P. Arturo Sosa nuovo generale della Compagnia di Gesù

16 Ottobre 2016

xSosa-Abascal-SJ-Arturo-Marcelino-VEN-DD_31831-1.jpg.pagespeed.ic.Gkc1pKuIVnVenerdì 14 ottobre la 36a Congregazione Generale dei Gesuiti ha eletto padre Arturo Sosa Abascal SJ, della Provincia del Venezuela, nuovo superiore generale della Compagnia di Gesù.

Il P. Sosa (di cui riportiamo in calce al presente articolo alcune note biografiche) è un ex-alunno del Collegio San Ignacio de Loyola di Caracas e, probabilmente, proprio nei suoi anni di studio presso una scuola della Compagnia, ha maturato e coltivato la sua vocazione religiosa.

Successivamente, nella sua attività apostolica, ha operato a lungo in campo sociale, politico e anche educativo, ricoprendo diversi ruoli e funzioni, soprattutto in ambito universitario. È quindi particolarmente attento ai temi dell’educazione e della formazione delle giovani generazioni.

Padre Sosa è il 31° superiore generale della Compagnia di Gesù quale “successore” di S. Ignazio. È il primo generale latinoamericano, quindi il primo non europeo nella storia plurisecolare dei gesuiti, eletto con il primo Papa gesuita e latinoamericano. «Ovviamente non è stato certo questo il criterio dell’elezione – ha dichiarato p. Federico Lombardi SJ subito dopo l’elezione – ma naturalmente ci si può vedere una piena sintonia tra la Compagnia, la Chiesa universale e Papa Francesco: la Compagnia ha uno sguardo non eurocentrico e tiene molto all’universalità dello sguardo e della sua missione. Papa Francesco, immediatamente informato dell’elezione – conclude padre Lombardi – era molto contento anche perché conosce personalmente padre Arturo fin dai tempi dell’America Latina, tra loro c’è un dialogo e un’amicizia profonda».

«Ho il sentimento di avere bisogno di tanto aiuto: adesso incomincia una grande sfida. Questa è la Compagnia “di Gesù” e, allora, Gesù deve darsi da fare anche qua, con noi», ha detto padre Sosa nella sua prima intervista alla Radio Vaticana subito dopo l’elezione. «Dopo, io mi fido dei compagni che sono così bravi. Spero anche che la Congregazione ci porti avanti con un bel gruppo di lavoro e anche con orientamenti molto precisi, per potere andare avanti al meglio: questo non è il lavoro di una persona, è il lavoro del corpo della Compagnia. Io farò del mio meglio. Sono molto sorpreso, molto grato al Signore. Prego per tutti».

«La nostra rete internazionale di scuole dei gesuiti – ha dichiarato p. Jose A. Mesa SJ, segretario per l’educazione della Compagnia di Gesù, in un messaggio alle scuole subito dopo l’elezione – si sta preparando per l’importante Congresso dei gesuiti delegati per l’educazione (JESEDU-Rio2017) che si terrà nell’ottobre 2017 a Rio de Janeiro, Brasile. Ci auguriamo che il Padre Generale possa essere presente per ascoltare le nostre sfide ed esprimere le sue aspettative sull’educazione dei gesuiti, guidandoci verso il futuro».

«Alla preghiera e agli auguri al nuovo Generale – afferma p. Vitangelo Denora SJ, delegato per i collegi dei Gesuiti d’Italia e Albania e Presidente della Fondazione Gesuiti Educazione – uniamo anche un ringraziamento particolare al padre Nicolàs. Abbiamo tutti ancora nel cuore e nella mente la bella lettera che ha inviato alcuni mesi fa alle nostre scuole in Italia, affidandoci una sorta di “eredità”, di augurio e di guida per il futuro della nostra attività in campo educativo. Sicuramente P. Sosa porterà energie e nuovo slancio all’attività apostolica della Compagnia di Gesù, anche in campo educativo. Siamo infatti in un momento importante, in cui stiamo investendo notevoli energie e sforzi per costruire e consolidare importanti network tra le nostre scuole, non solo a livello nazionale, ma anche europeo e mondiale, per cogliere adeguatamente, illuminati dallo Spirito e guidati dal nostro carisma ignaziano, le nuove sfide globali; per dare risposte moderne, efficaci e concrete alla grande missione educativa. Nell’omelia della Messa di apertura della Congregazione Generale, alcune settimane fa, il celebrante ha esortato la Compagnia a coltivare una certa “audacia dell’improbabile”, riprendendo il motto stesso della Congregazione “verso il largo, dove è più profondo”. Che questo possa davvero essere lo spirito con cui le nostre scuole attingono nuovo slancio, entusiasmo ed energie per la loro preziosa attività educativa».

“Invito quindi tutti a pregare per il nuovo Padre Generale – conclude padre Denora – affinchè lo Spirito illumini la sua attività e quella dei suoi nuovi collaboratori nella guida della Compagnia di Gesù per i prossimi anni”.

GC36_Election_Arturo_Sosa_SJ_Superior-General_DD_2901-750x420 30231615791_3ffbaacdf2 30201742602_2a2759f232_b 30200974312_ec6f0b5745 30200974152_10ec11de2e

——————————————-

P. Arturo Sosa è nato a Caracas (Venezuela) il 12 novembre 1948, ha studiato presso il Collegio dei Gesuiti “San Ignacio de Loyola” a Caracas ed è entrato nella Compagnia di Gesù nel 1966. Laureato in filosofia presso l’Università Cattolica Andrés Bello nel 1972, ha conseguito un dottorato in scienze politiche presso l’Università Centrale del Venezuela ed è stato ordinato sacerdote nel 1977.

Il padre Sosa parla spagnolo, italiano, inglese e comprende bene il francese. Ha trascorso molti anni lavorando in campo educativo, ricoprendo diverse posizioni e funzioni in ambito universitario. E’ stato professore e membro del Consiglio della Andrés Bello Università Cattolica Fondazione e Rettore dell’Università Cattolica di Tachira. In particolare, ha svolto attività di ricerca e di insegnamento nel campo delle scienze politiche, in diversi centri e istituzioni, come la Cattedra di Teoria politica contemporanea e il Dipartimento di cambiamento sociale in Venezuela presso la Facoltà di Scienze Sociali. È stato ricercatore presso l’Istituto di Studi Politici della Facoltà di Scienze Politiche presso l’Università Centrale del Venezuela e, presso la stessa università, professore presso la Scuola di Studi Politici presso il Dipartimento di Storia delle idee politiche del Venezuela.

Nel 2004 è stato invitato dal Centro di Studi Latinoamericani presso la Georgetown University negli Stati Uniti ed è stato docente del Dipartimento di pensiero politico venezuelano dell’Università Cattolica di Tachira.

Con l’elezione del superiore generale, la #GC36 completa uno dei compiti principali, ma il lavoro degli elettori continua. Continueranno la riflessione sulle questioni riguardanti la missione, la governance e lo stato della Compagnia. Gli argomenti da affrontare possono essere vari e diversi: dai cambiamenti demografici della Compagnia alle sfide dei ministeri nelle varie parti del mondo.

Per maggiori informazioni, consultare il sito: http://gc36.org/it

 

 

Bacheca Download