Laboratorio sui diritti umani: per una nuova idea di Giustizia

14 Marzo 2017

Gli studenti delle classi terza della scuola secondaria di primo grado stanno partecipando, in questi giorni, ad un laboratorio sui diritti umani strutturato con una parte in aula, tenuta dal dottor Matteo Fornaca, ex alunno dell’Istituto e da anni impegnato per la salvaguardia e la promozione dei diritti umani nelle scuole, e una parte esperienziale a Strasburgo presso le Istituzioni dell’Unione Europea.

Il laboratorio si colloca all’interno di un progetto più grande del nostro Istituto che interessa e coinvolge tutti i Plessi e che ha come fine quello di permettere ai nostri studenti di confrontarsi e mettersi in gioco su un’idea diversa di Giustizia. La Giustizia diventa una parte centrale della nostra visione ecologica integrata di studente, una visione che prevede di affiancare all’eccellenza accademica quella umana e sociale per formare alunni in grado di accompagnare l’eruditio alla pietas, come indicavano già i primi Padri Gesuiti, fondatori dei nostri Collegi.

L’ecologia integrata, però, non è da intendersi come una singola disciplina scolastica o come una mera costruzione intellettuale, bensì diventa pratica concreta da esperire nella vita quotidiana. Ecco allora il senso di un corso sui diritti umani che non sia soltanto conoscenza, ma che diventi l’acquisizione di competenze sociali e civiche che speriamo i nostri ragazzi eserciteranno quando saranno adulti e verranno chiamati a dare il meglio di sé in diversi ambiti lavorativi.

Alla base di questo lavoro vi è, inoltre, l’idea di un nuovo umanesimo da promuovere con vigore, tanto più in un mondo che sembra essersi dimenticato di ammirare la grande bellezza che abbiamo intorno a noi, condividendo la cultura, innanzitutto, come strumento per vivere meglio, in un mondo più giusto e nel quale i grandi squilibri ambientali e sociali siano sempre meno. 

Bacheca Download