In estate si imparano le STEM

21 Settembre 2017

Anche se l’estate volgeva ormai al termine, per due settimane (dal 4 al 15 settembre), 24 studenti della Scuola Primaria del Sociale (tra cui 15 ragazze) hanno partecipato a una serie di laboratori per 4 ore ogni giorno sul tema delle ere geologiche, dei dinosauri e dei fenomeni naturali, con una metodologia didattica innovativa basata sull’utilizzo di mattoncini e parti tecniche LEGO.

Il progetto è stato possibile in quanto il Sociale è risultato tra i vincitori del bando “In estate si imparano le S.T.E.M.”, indetto a livello nazionale dal Ministero per le Pari Opportunità con l’obiettivo di avvicinare gli studenti (e soprattutto le ragazze) alle materie S.T.E.M. (Scienze, Tecnologia, Informatica, Matematica).

Costruendo modelli 3D e modelli motorizzati, i bambini hanno esercitato le abilità spaziali, di manualità fine e grosso motoria, di progettazione, di calcolo, di costruzione; hanno migliorato la capacità di attenzione; incrementato l’attitudine alla risoluzione di problemi e il pensiero critico. L’attività, altamente esperienziale, ha consentito loro di apprendere divertendosi.

La prima settimana, ogni giorno è stato dedicato all’approfondimento di un gruppo/specie di dinosauro differente. Dopo una parte teorica, i bambini hanno costruito modelli di dinosauri in 3D e modelli di dinosauri motorizzati utilizzando parti tecniche e mattoncini tipo Lego, con attività di animazione all’aperto sempre inerenti l’argomento settimanale.

La seconda settimana, invece, è stata dedicata ai fenomeni naturali, approfondendo e scoprendo in modo coinvolgente e interattivo le forze della natura che hanno plasmato e contraddistinguono il nostro pianeta: ciclone, tsunami, valanga, tornado, terremoto. Gli alunni hanno poi costruito, sempre con mattoncini e parti tecniche, una serie di modelli per simulare in parte questi fenomeni. 

 

Primo giorno di scuola…

19 Settembre 2017

L’undici settembre è ricominciata la scuola, per alcuni è stato un modo per rivedere i “vecchi amici”, per altri è stato l’inizio di una nuova avventura.

Di seguito alcune immagini del primo giorno di scuola delle prime medie.



Licei – E.Y.E. Project (European Youth Exchange Project)

19 Settembre 2017

Care famiglie,

quest’anno il nostro Istituto ospiterà l’E.Y.E. Project (European Youth Exchange Project), il progetto di scambio internazionale degli studenti che coinvolge, oltre al nostro Istituto, il Sint-Barbara College di Gent (Belgio), l’AloisiusKolleg di Bonn (Germania), il FenyGyulaCollegium di Miskolc (Ungheria).

Ogni anno, 15 studenti delle classi terze di ciascun collegio gesuita vengono ospitati, a turno, dalle famiglie di un Istituto. Quest’anno sarà il nostro Istituto a ospitare per una settimana (DAL 3 AL 10 MARZO 2018, DA SABATO A SABATO) 45 studenti del terzo anno provenienti da Belgio, Germania, Ungheria.

Il progetto, che si articola in una settimana di workshop in lingua inglese a scuola tenuti dai docenti delle scuole di provenienza su un tema scelto, nonchéper le vie e le piazze della nostra città, ha a suo fondamento l’ospitalità, considerata come un’apertura verso altre culture, che è pilastro fondamentale del progetto educativo e formativo del nostro Istituto (anche i docenti delle altre scuole verranno ospitati dai docenti della nostra scuola).

Veniamo pertanto a chiedervi la disponibilità di ospitare uno/a studente/ssa nella settimana sopra indicata, premettendo due considerazioni:

  • non è necessario che l’ospite abbia una camera propria: lo spirito di adattamento è parte essenziale del progetto;
  • non è necessario modificare nulla delle vostre normali abitudini: il senso è proprio quello che l’ospite venga a contatto con la nostra quotidianità, facendo ciò che si fa normalmente, ma semplicemente con un posto in più. Starà con voi il sabato di arrivo (a Caselle oppure al Sociale) e la domenica, insieme a vostro figlio; verrà a scuola tutta la settimana per le 8.15 insieme a vostro figlio;finirà i lavori tutta la settimana intorno alle 17, per poi tornare a casa insieme o con le stesse modalità di vostro figlio per la cena e la notte; uscirà, o non uscirà,con vostro figlio. Inoltre, non mancheranno momenti di convivialità, soprattutto l’ultima sera (venerdì) al Sociale, in cui ospitati e ospitanti trascorreranno dei momenti tutti insieme. Insomma, è come se per una settimana aveste un figlio in più…

 

Al fine della vostra disponibilità e adesione, potete trovare qualsiasi eventuale informazione aggiuntiva e qualsiasieventuale risposta a ogni domanda e/o richiesta all’indirizzo di posta elettronica del prof. Alessandro Maurini, maurinia@istitutosociale.it. Una volta raccolte tutte le adesioni, verrà creata una mailing list delle famiglie ospitanti, e verrà fissata nel mese di febbraio una riunione nel nostro Istituto in vista degli ultimi dettagli – comunque inviati sempre anche via e-mail.

Vi invitiamo pertanto a compilare il tagliando sottostante e farlo pervenire tramite vostro figlio il prima possibile, ed ENTRO E NON OLTRE IL 31 OTTOBRE 2017, ai responsabili del progetto, prof. Alessandro Maurini e prof.ssa Ilaria Turini.

 

Grazie per l’attenzione e la disponibilità.

Cordiali saluti.

 

I RESPONSABILI EYE PROJECTIL PRESIDE

Prof. Alessandro Maurini

Prof.ssa Ilaria Turini

Prof. Piero Cattaneo

Licei – Autorizzazione pausa pranzo

18 Settembre 2017

Cari Genitori,

con oggi 18 settembre 2017 iniziano le lezioni pomeridiane per gli allievi delle classi 3^, 4^, 5^ del liceo classico e scientifico, come già preannunciato nella mail da me inviata nel giugno 2017.

Le lezioni avranno inizio alle ore 14.30 e termineranno alle ore 16.10.

Durante la pausa pranzo gli allievi potranno usufruire del servizio mensa (il buono pasto di 7 euro può essere acquistato nell’ufficio fotocopie) oppure del servizio bar allestito nell’atrio dello spazio antistante la mensa.

Agli alunni minorenni verrà concessa la possibilità di usufruire di servizi ristorazione esterni all’Istituto a seguito di autorizzazione scritta da parte dei genitori (non richiesta invece per gli alunni maggiorenni) con dichiarazione di sgravio di qualsiasi responsabilità dell’Istituto. Tutti i genitori degli alunni minorenni sono pregati quindi di compilare il tagliando riportato qui di seguito per permettere a questa presidenza di avere un quadro completo delle decisioni prese dai genitori.

Ringrazio per la collaborazione e dichiaro la mia disponibilità per fornire eventuali ulteriori informazioni.

 

Un cordiale saluto

 

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – Alternanza scuola lavoro – 4 A Scientifico

15 Settembre 2017

Cari Genitori,

Vi informo che i vostri figli durante il corrente anno scolastico   saranno impegnati, nelle date sotto indicate, con orario dalle ore 10.00 alle ore 16.00, per l’attività di alternanza scuola-lavoro, con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli:

MARTEDI’ 19  SETTEMBRE 2017  preparazione all’attività “PORTICI DI CARTA”

GIOVEDI’  28  SETTEMBRE 2017    preparazione all’attività “PORTICI DI CARTA”

GIOVEDI’ 26  OTTOBRE 2017    preparazione all’attività di peer education legata alla mostra di Gilberto Zorio

MARTEDI’ 21  NOVEMBRE 2017  preparazione all’attività di peer education legata alla mostra di Gilberto Zorio

Tali attività si svolgeranno presso il  Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli.

L’accompagnatore sarà il prof.  Roberto De Gregori ( docente  di Disegno e Storia dell’arte) che partirà con i ragazzi (che lo desiderano) alle ore 8.15 rientrando con gli stessi in Istituto al termine dei lavori didattici

Vi informo che

DOMENICA  8 OTTOBRE  2017   l’ attività “PORTICI DI CARTA” verrà realizzata in una sede diversa dal Castello di Rivoli e precisamente  in centro a Torino (zona, via Roma, piazza San Carlo e piazza Castello) per la quale verranno fornite precise indicazioni sulla localizzazione a fine settembre. I ragazzi dovranno farsi trovare per le ore 9.00 al padiglione allestito dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli; l’attività si concluderà alle ore 15.00  e i ragazzi saranno liberi di tornare con mezzi propri. In questa giornata è prevista la presenza del  prof.Roberto De Gregori

 

Il Preside: prof. Piero Cattaneo

BENVENUTI ai nostri nuovi “PROF”

12 Settembre 2017

Sono parecchi i nuovi docenti che da settembre sono entrati a far parte del corpo insegnante del Sociale. Nel dare loro un caloroso “BENVENUTO”, gli abbiamo anche chiesto di presentarsi in due righe e di scriverci in poche parole “chi è per te un insegnante?”.
Ogni giorno aggiungeremeo qui la presentazione di un nuovo Docente.

Il primo e più “coraggioso” che, come si suol dire, “rompe il ghiaccio”, è il prof. Corrado Bosca, docente di matematica e fisica nei Licei.

Mi chiamo Corrado Bosca; sono un matematico laureatosi a Torino presso il dipartimento di matematica “Giuseppe Peano”, conseguendo la triennale e la specialistica con il massimo dei voti. Dopo aver vinto una borsa di studio che mi ha permesso di conseguire il dottorato di ricerca in matematica presso l’università di Roma “La Sapienza”, sono tornato a ciò che mi ha sempre appassionato durante la mia vita: l’insegnamento della matematica.
Per me un insegnante è una persona e – perché no – anche un amico, che trasmette ai propri studenti l’amore per la propria materia.

 

Il prof. Matteo Bergamaschi è il nuovo docente di storia e filosofia nei Licei.

Sono Matteo Bergamaschi, ho studiato filosofia e ho svolto il dottorato di ricerca in Università Cattolica a Milano. Amo l’insegnamento e la ricerca e sono uno scrittore “compulsivo”. Insegno presso la Facoltà Teologica e la Pontificia Università Salesiana di Torino. Il mio ambito di studio è la filosofia contemporanea.
Per me l’insegnante non si trova davanti un vuoto da riempire, ma un vuoto da aprire (da M. Recalcati, L’ora di lezione).

 

La Maestra Rosanna, della Scuola dell’Infanzia, che lavora con noi già da molti anni, ora ha la responsabilità di una sezione di Colibrì.

Mi chiamo Rosanna Polledro, lavoro presso l’Istituto Sociale da 26 anni e quest’anno sono diventata docente dell’infanzia nella sezione dei gialli.
Chi dice che è faticoso lavorare con i bambini ha ragione non perché bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, scendere e farsi piccoli, ma perché bisogna elevarsi all’altezza dei loro sentimenti, stiracchiarsi, allungarsi, sollevarsi sulle punte dei piedi per non ferirli.

 

Welcome party

12 Settembre 2017

Giovedì 7 settembre nel giardino del nostro Istituto abbiamo accolto con piacere i nuovi arrivati e i loro genitori per partecipare alla festa di inizio anno, un rito al quale siamo molto affezionati e che entusiasma sempre grandi e piccini.

 

 

 

 

 

 

 

Favoriti dal cielo sereno e da una temperatura gradevole ci siamo intrattenuti nel parco con giochi, canti e danze per conoscerci meglio.

Per rendere il pomeriggio ancora più piacevole abbiamo fatto una golosa merenda tutti insieme.

Con un inizio così scoppiettante non vediamo l’ora di incominciare questa avventura!

 

Terremoto centro Italia 2016: un anno dopo!

2 Settembre 2017

Numerose sono state le iniziative che in questo anno i ragazzi e tutte le comunità educative delle scuole dei Gesuiti d’Italia hanno organizzato per sostenere la ripresa nelle zone del terremoto… soprattutto a beneficio dei loro colleghi, ragazzi studenti come loro, colpiti nella possibilità di immaginare e costruire il futuro.
Mostre, concerti, CD, film, accoglienze, raccolte…. altre istituzioni si sono unite e oggi a un anno di distanza possiamo dare il nostro piccolo contributo, non solo nell’emergenza… ma in quel tempo che viene dopo e comporta la pazienza di quella ricostruzione umana che avviene quando i riflettori mediatici si spengono.

ABBIAMO RACCOLTO 49.000 EURO GRAZIE AL CONTRIBUTO DI TUTTI

In questi giorni invieremo quanto raccolto a Mons. Domenico Pompili, Vescovo di Rieti, responsabile della Caritas con cui in questi mesi abbiamo sempre tenuto contatti che, conoscendo le reali necessità del territorio e le priorità nella ricostruzione, saprà destinare nei giusti progetti quanto gli affidiamo.

Riportiamo alcuni passi di una lettera che ci ha inviato

 

Caro Padre Vitangelo,

mi ha sorpreso e commosso la ‘gara di solidarietà’ che è immediatamente scattata dopo il terremoto all’interno delle scuole gestite dai Padri gesuiti. Ho riscontrato nella vostra mobilitazione il  senso concreto e partecipe della solidarietà che non si esaurisce nello spazio dell’emergenza… La condizione perché tutti possano ritornare, se lo desiderano, è che riprenda l’attività economica, per lo più fatta di piccole aziende agricole e di singole iniziative turistiche e commerciali. Dal numero delle famiglie che faranno ritorno a casa dipenderà anche il destino della scuola che a settembre dovrebbe essere ricostruita ex novo, lasciando la sede provvisoria del prefabbricato… A noi sembra che così si dia continuità e futuro a quella scuola ‘Romolo Capranica’ che è andata distrutta e che sarà sostituita da una nuova sede e da un congruo numero di alunni.

La ringrazio per la sua premurosa attività e per la coordinazione della raccolta in tutto il nostro Belpaese.

Cordialmente.

Domenico Pompili, vescovo di Rieti

Nei prossimi mesi troveremo il modo di far incontrare i ragazzi delle nostre scuole che per primi hanno risposto con generosità a questa emergenza con i ragazzi colpiti dal terremoto.

Grazie ancora a tutti coloro che si sono spesi con generosità.

P. Vitangelo

 

Bacheca Download