E’ nata al Sociale la “Torino Rugby Academy San Luigi Gonzaga”

18 ottobre 2017

L’Istituto Sociale della Compagnia di Gesù e il VII Rugby Torino hanno creato la “Torino Rugby Academy San Luigi Gonzaga”, intitolata al Santo gesuita patrono della gioventù e dell’Istituto Sociale stesso. La presentazione del progetto è avvenuta la mattina di venerdì 13 ottobre in una conferenza stampa all’Istituto Sociale.

Il Sociale, in linea con l’ispirazione della Compagnia di Gesù, ha da sempre fatto dell’attività sportiva uno dei punti distintivi della sua identità anche sul territorio torinese, considerandola essenziale per lo sviluppo pieno e completo dei ragazzi.  “Educare anche attraverso lo sport” è un progetto che in altre parti del mondo risulta più abituale, ma che in Italia ha bisogno di iniziative profetiche e di investimenti nuovi.

Fedele alla ricerca del “magis” ignaziano, che si concretizza in una tensione continua verso un bene più grande e in risposta alle nuove sfide educative, l’Istituto sociale  ha fatto anche dello sport uno dei capisaldi del suo progetto educativo, fino a istituire, 5 anni fa, un anno prima che la riforma della scuola lo prevedesse per i licei statali, accanto al Liceo Classico Internazionale e al Liceo Scientifico Internazionale,  il Liceo Scientifico Sportivo, che con la sua pedagogia di flessibilità e accompagnamento dello studente-atleta si sta accreditando per la sua alta qualità sul territorio piemontese e non solo.

 Questo percorso si richiama alle migliori esperienze dei college anglosassoni gestiti dalla Compagnia di Gesù dove la preparazione scolastica di elevata qualità si unisce alla pratica sportiva qualificata e diversificata. L’obiettivo è di formare persone aperte al mondo che possano educarsi, in linea con la Pedagogia Ignaziana, ai valori fondamentali per la crescita personale e sociale anche attraverso la pratica dello sport.

La struttura dell’Istituto Sociale con le palestre, la piscina, i campi sportivi presenti all’interno dei 15.000 mq di parco, offre ai suoi studenti piemontesi una consistente opportunità di unitarietà di luogo, tempo e intenti tra formazione scolastica e attività sportiva come raramente si può riscontrare a livello cittadino e regionale.

D’altra parte il Cardinale Martini, ex alunno del Sociale, in tempi non sospetti diceva che: “Lo sport è questione di equilibrio e di globalità: è quindi necessario che equilibrio e globalità siano attuati anche in una armonizzazione tra il momento del gioco, dell’agonismo, dell’istruzione, della cultura, dell’educazione, della formazione più profonda”.

In questo contesto l’Istituto Sociale e il VII Rugby Torino intendono lanciare un il nuovo progetto denominato “Torino RugbyAcademy San Luigi Gonzaga “, ritenendolo in grado di integrare non solo un progetto sportivo, ma anche educativo, basato sulla relazione virtuosa tra esperienza scolastica ed esperienza sportiva.

Il rugby, d’altra parte, è sport inclusivo, perché a priori non fa differenze; ed è sport da sempre riconosciuto come formativo perché scuola di vita. E’, come sostiene George Coste, un “additivo sociale”. Partendo proprio dal concetto di “formazione”, degli allievi e degli atleti, le due realtà torinesi hanno deciso di dar vita a questo nuovo stimolante percorso.

Il progetto coinvolge ragazzi (e le loro famiglie), che provengono da Piemonte, Toscana, Emilia Romagna, Liguria e Calabria selezionati da un lato in base a criteri di qualità didattica e comportamentale e dall’altro sulle capacità sportive maturate nella pratica dello sport ovale. Il numero massimo di giovani ammessi – dalla prima alla quinta classe della scuola superiore è di 30. I giovani selezionati potranno scegliere tra tre indirizzi di studi liceali del Sociale: certamente sportivo, ma anche scientifico e classico internazionale.

Gli alunni saranno seguiti, per quanto riguarda gli aspetti sportivi e atletici, dai tecnici del VII° Rugby Torino che hanno altresì individuato anche una figura educativa di riferimento per la vita della foresteria.

Gli alunni frequentanti il Centro di Formazione iscritti per l’anno scolastico 2017/2018 sono già 19, di cui: 10 al liceo scientifico sportivo, 1 al liceo classico internazionale, 1 al liceo scientifico internazionale (iscritti presso l’Istituto Sociale) a cui si aggiungono 4 alunni iscritti a istituti esterni e 2 alunni iscritti alla scuola media che non risiederanno però nella foresteria dell’Istituto.

La giornata tipo per gli studenti/atleti comincia prestissimo: sveglia alle ore 6.00, cui segue il risveglio muscolare. Colazione alle 7.30 e poi lezione dalle 8 alle 13,45. Dopo il pranzo, dalle ore 15.00 alle 17.00, tutoraggio scolastico. Il training specifico si svolge secondo le seguenti modalità: il lunedì e il giovedì attività in palestra e presso le strutture dell’istituto; martedì, mercoledì, venerdì, allenamento dalle 18.00 alle 20.00 presso l’impianto di via Cascina Nuova a Settimo Torinese.

Il VII Rugby Torino è una importante e consolidata realtà rugbistica piemontese e nazionale – trecento sono i suoi tesserati, dagli Under 6 ai Seniores – che guarda al futuro: una serie A appena conquistata, le formazioni giovanili di Under 16 e Under 18 le quali partecipano al campionato nazionale élite e un nuovo, importante progetto legato al binomio sport-scuola, che si aggiunge a quello già esistente del “Progetto Atena”, legato al mondo universitario. “Insieme per raggiungere la meta” è lo slogan che ha accompagnato il VII Rugby Torino in questi lunghi anni di storia del rugby.  Una meta che parte da molto lontano. Dal 23 marzo del 1910, quando, per la prima volta, venne fondato il primo club di rugby in Italia,  con il nome di Rugby Torino. Dall’anno 2000 il VII Rugby Torino ha assunto l’attuale denominazione, iniziando un percorso di crescita che si è sviluppato e consolidato nel corso degli anni.

Innanzitutto non c‘è nulla o ci sono poche cose positivamente aggreganti come lo sport, nel senso che lo sport è fondamentale per acquisire quelle virtù che poi diventeranno molto importanti nella vita di tutti i giorni, finita la scuola. Perché con lo sport si impara a stare in gruppo, con lo sport s’impara lo spirito di appartenenza a qualche cosa, con lo sport s’impara soprattutto a fare squadra. Per questo considero lo sport un grande metafore della vita. (Carlo Nesti – cronista sportivo, ex alunno dell’Istituto Sociale)

Bacheca Download