Ciao Ginevra!

28 ottobre 2017

Ciao Ginevra, possa tu continuare a pattinare felice in Cielo!

Venerdì 27 ottobre per la comunità del Sociale è stato un giorno tragico, segnato dalla sconvolgente notizia di un grave incidente in cui ha perso la vita la nostra alunna di 4 liceo scientifico sportivo, Ginevra Barra Bajetto, insieme alla sua cuginetta Gioia, di 9 anni.

Ginevra era una pattinatrice bravissima, una grande sportiva e una studentessa eccezionale. La sua breve vita si è interrotta alle 15 di venerdì 27 ottobre a Trento, mentre rientrava proprio da una gara sportiva.

Tutta la comunità del Sociale, sconvolta e attonita, si unisce alla famiglia nel dolore devastante per questa tragedia, e affida Ginevra e la cuginetta al Signore della vita, chiedendo a tutti una preghiera, anche per la mamma e la zia rimaste gravemente ferite nell’incidente. Durante la S. Messa dei defunti, celebrata al Sociale la sera del 2 novembre, abbiamo ricordato ripetutamente e con affetto Ginevra e Gioia.

Nei giorni successivi all’incidente, mentre sul banco vuoto di Ginevra sono stati deposti due mazzi di fiori, i suoi compagni, con i Docenti, hanno provato a riflettere su quanto accaduto, anche se le parole vengono a mancare e le logiche umane risultano impotenti e insufficienti. Solo la Fede può lasciare intravvedere uno spiraglio di luce in questo oceano di dolore e di smarrimento.

Il prof. Federico Manganaro, docente di matematica di Ginevra, ha scritto sulla pagina Facebook della sua alunna il suo commovente saluto:

“Ciao Ginevra,
sei stata una studentessa brillante e un’Atleta fuori dal comune.
Condividere questi 4 anni di scuola insieme a te
mi ha arricchito profondamente.
Mi hai insegnato ad affrontare la vita con il sorriso
e, allo stesso tempo, con tenacia e dedizione.
Hai vissuto appieno ogni momento, hai vissuto il tuo sogno.
Con eterna gratitudine,
Il Prof”

Nell’omelia della Messa esequiale, Padre Piero Granzino SJ, ha commentato: “proprio come ci ha insegnato Ginevra, che dopo essere caduta sul ghiaccio si è rimessa in piedi con un’agilità stupenda nel suo documentario, il valore della vita è sapersi rialzare quando si cade. Il dolore non si cancella, ma è nel dolore che il momento del ricordo si trasforma in gioia silenziosa e duratura”.

Ovviamente, con il tempo si deve ripartire, proseguendo nella quotidianità, ma non facendo scorrere  la vita senza che l’accaduto lasci un segno in ciascuno.  I ragazzi della 4^ B, compagni di Ginevra, hanno già iniziato a prendersi cura di una piantina fiorita in aula e ciò li aiuterà a tenere vivo il ricordo della straordinaria compagna di classe.

Altre iniziative a ricordo di Ginevra sono attualmente in fase di definizione. Sicuramente verrà istituita una speciale borsa di studio a suo nome per il Liceo Sportivo del Sociale.

Di seguito i link ad alcuni articoli apparsi su quotidiani:

I funerali delle cugine pattinatrici: “Impariamo a rialzarci da Gioia e Ginevra” (La Stampa)

Ai funerali lo strazio per la morte di Gioia e Ginevra: “Addio, vincerete per sempre” (La Stampa)

In un video il ricordo di Gioia e Ginevra…

 

Bacheca Download