Primaria. La 5A vince il concorso “Diversamente uguali”

31 Maggio 2018

Il giorno 26 maggio 2018, presso la sede del Circolo culturale “Il Cielo capovolto”, si è svolta la premiazione nazionale della migliore opera letteraria, il cui titolo era “Diversamente uguali”. Hanno partecipato 89 scuole italiane. E’ con orgoglio che vogliamo comunicare che la classe 5° A dell’Istituto Sociale, con la maestra Sara, ha vinto il primo premio.
Bravi ragazzi, siamo fieri di voi!

Già  dalla classe quarta elementare, all’inizio del nostro percorso didattico, abbiamo cercato di scoprire quali fossero le nostre potenzialità e come fare perché  emergessero in modo “produttivo”. Da lì il nostro motto è sempre stato “Volere è potere” e, perciò, “VOLLI SEMPRE VOLLI FORTISSIMAMENTE VOLLI”.

Che sorpresa quando il 26 maggio 2018, finalmente, il nostro motto ha preso forma!

Il cammino per raggiungere questo riconoscimento è partito mesi fa quando, insieme alla nostra maestra, abbiamo deciso di partecipare ad un concorso letterario il cui tema trattava proprio la bellezza dell’essere “diverso da me”. Titolo del concorso: “Diversamente Uguali”.

Abbiamo iniziato la lettura di alcuni libri il cui argomento era il razzismo, la segregazione, l’emigrazione e il bullismo. A seguito delle letture, abbiamo approfondito queste tematiche facendo ricerche cartacee e digitali, al fine di produrre dei cartelloni esplicativi, con il profondo intento di significare che l’essere diverso è umano e bello!

Abbiamo concordato che tutta la classe producesse delle opere “letterarie” il cui argomento fosse la diversità, non come limite, ma come mezzo aggregante fra le persone.

In classe abbiamo lavorato per sviluppare materiale che fosse idoneo alla partecipazione del progetto “Diversamente Uguali”, che già da inizio anno avevamo incominciato a trattare e sviluppare in tutte le sue accezioni.

Data della premiazione prevista: sabato 26 maggio 2018, data che rimarrà negli annali della storia dell’Istituto Sociale, perché la nostra 5°A, su 90 Scuole italiane partecipanti, ha vinto il PRIMO premio.

Al momento della proclamazione ufficiale, sono affiorati nella nostra mente tutti i ricordi dei giorni trascorsi a perfezionare le nostre riflessioni, le nostre fiabe, le nostre poesie.

E’ con grande emozione che, chiamati sul palco, abbiamo iniziato a recitare la poesia che, a dirla tutta, è una canzone: “Il rap della Speranza”.

La nostra voce recitante, pian piano, ha iniziato ad acquistare precisi significati, diffondendosi nella sala, accompagnata dall’applaudire ritmato del pubblico.

Che emozione indescrivibile! Non dimenticheremo mai questa esperienza, che conclude anche il nostro ciclo della scuola primaria!
Da questa esperienza abbiamo imparato e confermiamo che l’unica razza che conosciamo è “quella umana”.

E’ importante far capire agli adulti e ai bambini, che bisogna somigliarsi un po’ per comprendersi, ma bisogna essere diversi per amarsi!

Maestra Sara

Attività estive 2018

28 Maggio 2018

Oltre alla proposta dell’ENGLISH SUMMER CAMP (11-22 giugno 2018 – clicca qui per maggiori informazioni), vi inviamo anche le proposte estive organizzate al Centro Sportivo del Sociale.

Scuola Tennis

La scuola tennis inaugurata a marzo di quest’anno continuerà con le lezioni, individuali e di gruppo, anche durante il periodo estivo. Per maggiori informazioni contattare la segreteria a partire dal 21 maggio.

Camp di calcio

La Sociale Sport, in collaborazione con la ESA Sport Academy, ripropone il Camp dedicato al calcio nelle settimane dell’11/15 giugno e del 18/22 giugno.

I ragazzi potranno usufruire della piscina del centro 2 volte alla settimana e consumare il pasto presso la mensa dell’Istituto.

Per ogni iscritto una t-shirt in omaggio.

Per maggiori informazioni e iscrizioni rivolgersi alla segreteria del Centro Sportivo oppure contattare Mauro Poloni al numero 333.2271653.

Di seguito il volantino con tutte le informazioni.

Summer Camp

L’Istituto Sociale, il Centro sportivo Sociale Sport e la Polismile organizzano anche quest’anno il Summer Camp, rivolto a bambini/e e ragazzi/e dai 4 ai 14 anni,  il Summer Volley Camp e il Summer Basket Camp (dai 6 ai 14 anni). 

Gli spazi utilizzati saranno le palestre, la piscina e gli spazi esterni del Centro Sportivo 

Dal mese di luglio, in alternativa alla piscina del Centro, è prevista una giornata al parco acquatico Blu Paradise.

Più in basso, il volantino con tutte le informazioni relative al Summer Camp, al Summer Volley Camp e al Summer Basket Camp coi rispettivi costi.

Le iscrizioni sono già aperte: 

* presso gli uffici de “La Polismile” (Corso Siracusa 10, lato Centro Sportivo): il martedì e il giovedì dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

* presso l’atrio del centro sportivo “Sociale Sport”: il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 16:00 alle 19:00.

Augurandoci che le proposte possano risultarvi gradite vi salutiamo cordialmente.

(Cliccare sulle immagini per ingrandirle)

Settimana del libro alla scuola Primaria

23 Maggio 2018

Licei – Serata delle eccellenze

22 Maggio 2018

Signori, Cari ragazzi,

desidero invitarvi alla

“Serata di premiazione delle eccellenze”

  Lunedì 28 maggio alle ore 20.45 in Teatro

il tradizionale appuntamento che caratterizza il termine dell’anno scolastico e che intende riconoscere, a livello dell’intera Comunità del Sociale, i risultati conseguiti dagli allievi dei licei  e le esperienze più significative da loro vissute. Quest’anno c’è una bella novità che si è aggiunta nella proposta formativa dei Licei: il progetto della scuola campus che prevede al pomeriggio tutta una serie di attività tra cui la Accademie, gli Sportelli di consulenza e i Corsi per le certificazioni delle competenze in inglese che hanno permesso ad alcuni ragazzi di conseguire anche l’Advanced.

Durante la serata  verranno presentati i progetti che hanno  caratterizzano in modo specifico l’attività didattica e formativa dei licei  e quelle realizzate  in continuità con la scuola secondaria di 1° grado. Saranno premiati e menzionati gli studenti che si sono distinti nell’impegno scolastico, in concorsi accademici, nelle attività extrascolastiche in ambito sportivo, musicale e  in quello sociale con iniziative di volontariato.

 

Un ricordo particolare verrà riservato per Ginevra Barra Bajetto, tragicamente scomparsa, che negli anni passati si era evidenziata sempre come eccellenza accademica e sportiva. A lei la famiglia e il Sociale hanno dedicato una borsa di studio per un’atleta del suo stesso sport, il pattinaggio.

 

E’ una serata che aiuta a concretizzare il significato  della parola magis, uno degli elementi fondanti della pedagogia e della spiritualità di San Ignazio di Loyola:  imparare a mettere se stessi, i propri talenti, le proprie capacità, i propri desideri al servizio degli altri e del mondo per fare il mondo più umano e più giusto, con la consapevolezza che è necessario rischiare e mettere in gioco tutti i talenti che abbiamo.

 

A tal proposito penso che non ci possano essere parole migliori di quelle di Papa Francesco citando proprio la parabola dei talenti. “In questo tempo di crisi è importante non chiudersi in se stessi, sotterrando il proprio talento, le proprie ricchezze spirituali, intellettuali, materiali, tutto quello che il Signore ci ha dato, ma aprirsi, essere solidali, essere attenti all’altro.

Scommettete su ideali grandi, quegli ideali che allargano il cuore, quegli ideali di servizio che renderanno fecondi i vostri talenti. La vita non ci è data perché la conserviamo gelosamente per noi stessi, ma ci è data perché la doniamo”. […]

 

Sperando di vedervi numerosi, vi ringrazio e vi saluto cordialmente

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – Ritiro pomeridiano di rilettura dell’esperienza del Liceo – classi quinte

18 Maggio 2018

Cari Genitori,

il ritiro di rilettura proposto ai ragazzi nelle classi  nasce dal desiderio di permettere a tutti i maturandi, che si accingono a chiudere questa importante fase della loro vita, anche di studenti, di fermarsi a ricordare, a rileggere e a riflettere su ciò che sono stati i cinque anni di scuola secondaria di secondo grado. L’obiettivo è permettere ai ragazzi di appropriarsi attraverso una rilettura personale e momenti di condivisione degli snodi scolastici ed esistenziali che hanno caratterizzato la loro vita nel periodo del Liceo. Educare all’interiorizzazione e al ringraziamento è un esercizio fondamentale, tanto più in un momento di svolta della vita come quello della fine del percorso di studi e formativo che apre all’esperienza universitaria.

Il ritiro si terrà il giovedì 31 maggio al Centro giovanile San Carlo dei padri gesuiti a Chieri in via sant’Agostino 1. I ragazzi che vi partecipano, sono autorizzati ad uscire da scuola alle ore 12.55 e si recheranno autonomamente a Chieri. Il pranzo sarà al sacco e l’attività si svilupperà nel pomeriggio. La proposta di rilettura sarà gestita e accompagnata  dai loro docenti delle classi quinte.

Alla fine del pomeriggio di riflessione ci sarà la possibilità di fermarsi a Chieri  e condividere la cena tra studenti, docenti  e dirigenti, anche con chi non potrà essere presente al pomeriggio, nel Ristorante Sociale Ex-Mattatoio in via Giovanni XIII 8.

Invitiamo tutti i ragazzi a parteciparvi per sfruttare in pienezza quest’opportunità di uscire dalla frenesia e dalla meccanicità della vita quotidiana e scolastica, per rielaborarla nel senso profondo che la abita.

Un cordiale saluto

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Licei – Cammino da Torino a Oropa (2-7 Giugno 2018) – classi quarte

18 Maggio 2018

Cari Genitori,

quest’anno per la prima volta viene offerta la possibilità agli studenti delle quarte classi  di partecipare a un cammino a piedi da Torino ad Oropa dal 2 al 7 giugno. Si è scelto di proporre quest’attività alla fine del quarto anno, già molto ricco di iniziative e di uscite didattiche, allo scopo di poter lasciare sedimentare i tanti stimoli ricevuti da attività come il Kairos e la gita a Cracovia, così come poter prendersi del tempo per conoscersi e riflettere sulle scelte di vita che il quinto anno “inesorabilmente” porta con sé.

La fatica, la concentrazione, l’immersione nella natura, l’attenzione al compagno: tutto ciò che si vive nel Cammino, sono gli elementi caratterizzano questa nuova e stimolante dimensione. Si tratta inoltre di un cammino dello spirito; infatti, una delle immagini più antiche della fede è quella del viator o del pellegrino. Il pellegrinaggio è la grande metafora della vita e mettersi in cammino aiuta a riconnettersi a quel viaggio che, consapevoli o no, si sta percorrendo.

Il cammino proposto ai ragazzi nelle classi quarte  si svolgerà da Superga al Santuario di Oropa  (Biella) dalla mattina del sabato 2 giugno fino alla mattina del giovedì 7 giugno:  l’arrivo sarà previsto direttamente all’Istituto Sociale. L’itinerario prevede di fermarsi ad Albugnano, Torrazza Piemonte, Settimo Rottaro, Mongrando e Oropa. Si camminerà in strade secondarie e per l’alloggio verremo ospitati in aule parrocchiali o sale comunali e all’arrivo al Santuario nella foresteria dei pellegrini. Lo stile del cammino sarà piuttosto essenziale, dormendo con stuoini e sacchi a pelo e mangiando a pranzo panini presi lungo il cammino e a cena nei locali disponibili nella località in cui ci fermeremo.

Non è previsto un costo fisso, ma il pagamento volta per volta dei pasti e delle offerte per l’ospitalità da parte di ciascuno studente. Si può comunque prevedere un costo inferiore a 200€, a discrezione però delle esigenze personali di ciascuno.

I docenti  che accompagneranno i ragazzi sono la prof.ssa Anna Giulia Garneri e il gesuita Leonardo Angius.

La partenza è prevista il sabato 2 giugno alle ore 08.00 dalla Basilica di Superga.

Auspichiamo una partecipazione, più motivata e consapevole che numerosa e superficiale, vista la natura esigente e sfidante dell’esperienza.

Un cordiale saluto

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Progetto finestre

17 Maggio 2018

Come avevamo dato notizia nei mesi scorsi, quest’anno anche il Sociale ha aderito al Progetto Finestre del Centro Astalli. Gli alunni delle Seconde classi del Liceo, coordinate dalla Prof.ssa Suor Luciana Lussiatti, hanno lavorato dall’inizio dell’anno attraverso varie modalità di approfondimento sui temi legati alle Migrazioni, le guerre e l’interculturalità. Questo percorso comprendeva anche l’incontro con operatori del Centro Astalli  e testimoni diretti (svoltisi nel mese di marzo). E’ stata inoltre prevista la partecipazione al Concorso “La scrittura non va in esilio”, per il quale gli alunni sono invitati scrivere un racconto relativo ai temi del progetto

E’ questo un modo per sensibilizzare a questioni molto dibattute non sempre in modo sereno, ma è anche un’occasione significativa di aprirci ad altre culture e di inserirci in attività di Rete.
I ragazzi hanno creato video, presentazioni e cartelloni che hanno presentato ed esposto in classe, confrontandosi e discutendo tra di loro. Qui è possibile vedere uno dei prodotti realizzati dai ragazzi.

Di seguito i racconti di due ragazze (Beatrice e Leila), che hanno partecipato al progetto e sintetizzano così la loro esperienza.

“Parte di questo progetto sono stati i due incontri con Soumaila Daiwara migrante proveniente dal Mali attualmente residente a Roma e impiegato come interprete presso una commissione territoriale. Era presente anche Francesca Cuomo, coordinatrice del progetto Finestre in più di 100 scuole sul territorio italiano ed impiegata presso il Centro Astalli di Roma.

Giovedì 15 marzo si è svolta unʼora di incontro plenario con tutte le classi, in cui si è parlato in generale del concetto di migrazione, si sono approfonditi dati specifici sul fenomeno e gli studenti hanno potuto fare domande sulle più svariate cose riguardanti permesso di asilo, viaggio dʼarrivo e molto altro.

Il giorno seguente invece ogni classe ha avuto due ore di incontro più specifico con i due ospiti. Partendo prima dalla storia di Soumaila, raccontata da lui in persona, sono stati esposti alcuni degli elaborati sul progetto preparati precedentemente, durante lʼora formativa.

Il progetto si concluderà con la partecipazione degli studenti al concorso letterario “La scrittura non va in esilio”, per cui ognuno scriverà un racconto su immigrazione, dialogo interreligioso, diritto dʼasilo o società interculturale. La scadenza della presentazione dei lavori è fissata al 15 maggio.

I migliori dieci dʼItalia verranno poi premiati durante una conferenza finale.

Il progetto sembra essere stato molto apprezzato dagli studenti, che si sono impegnati veramente molto. In conclusione, buona fortuna a tutti per il concorso!”

Beatrice B.

 

“Per noi l’immigrazione forzata è sempre stata un mero concetto astratto, che vivevamo solo attraverso fotografie e notiziari alla televisione.

L’incontro del 17 marzo con Soumaila Daiwara, però, ci ha aperto un mondo ancora inesplorato dal punto di vista psicologico.

Abbiamo vissuto finalmente sulla nostra stessa carne l’amaro dolore del partire dalla nostra casa e dall’abbandonarla per sempre, e così facendo abbandonando anche i nostri affetti, le uniche persone che con le loro braccia hanno il potere di sostenerci, non lasciandoci cadere nel vuoto.”

Leila K.

 

S. Messa in ricordo dei caduti della I Guerra Mondiale

17 Maggio 2018

Come ogni anno, dal 2015, il Sociale organizza un evento in ricordo degli Ex Alunni caduti durante la 1^ guerra mondiale.

Quest’anno, il 23 maggio alle ore 10,00, come potete vedere nel volantino sottostante, abbiamo organizzato una celebrazione e una Messa al campo.

L’invito è rivolto non solo agli Ex Alunni, ma anche al personale, alle famiglie e ai ragazzi del Sociale.

Una bella vittoria narrativa per le classi quarte

14 Maggio 2018

“Carlo Cucito” , il personaggio inventato dai nostri ragazzi della classe quarta della nostra Scuola Primaria, sarà il protagonista del nuovo libro edito da Lapis editore della collana ‘quelli della Rodari’.

Nell’incontro con la giovane autrice ‘Gloria Danili’ avvenuto in classe il giorno 8 maggio, le menti frizzanti dei nostri allievi hanno ideato un simpatico personaggio: Carlo Cucito.

Carlo è un bizzarro ragazzino che ha una passione: cucire. Lui cuce ovunque: ricopre le statue del paese con abiti naturalistici da lui creati, ha un albero di Natale addobbato con coloratissimi gomitoli di lana e cuce le copertine dei suoi libri.

Bravi ai nostri scrittori in erba.

Le maestre delle due quarte (Carla e Gabriella).

JESUIT-SI

11 Maggio 2018

In questi giorni abbiamo avuto la fortuna di partecipare alla 9^ edizione del PROGETTO SI a Roma condividendo gare sportive con altri alunni dei collegi dei gesuiti provenienti da tutta Italia e da Malta. Questa nostra esperienza è stata supportata dalle famiglie dei nostri compagni romani e dall’istituto Massimo di Roma. Le varie competizioni si sono suddivise in basket, pallavolo, hockey su prato, nuoto e atletica leggera. Noi ragazzi eravamo divisi in squadre formate da un ragazzo per istituto
Queste gare sono state un modo per ampliare le nostre abilità sportive e anche un modo per conoscere meglio i propri compagni condividendo con loro non solo l’intera giornata ma anche le serate in famiglia a chiaccherare e poi a riposarsi dopo lunghe giornate di sport. Il pomeriggio invece abbiamo avuto modo di visitare alcuni monumenti, tra cui il Colosseo e i “luoghi” di Sant’Ignazio.Nella serata del 10 maggio abbiamo festeggiato ,tutti vestiti da antichi Romani, l’esito dei risultati sportivi e l’amicizia con una preghiera corale…ci siamo divertiti moltissimo. Al momento della partenza lasciare questi nuovi “amici” è stato particolarmente difficile. Questi giorni sono stati stupendi a parere nostro perchè abbiamo ampliato le nostre conoscenze riguardanti le scuole gesuitiche  oltre a condividere con i nuovi coetanei tutta una serie di esperienze che potremmo definire con due parole: Novità e Comunità.

Benedetta A, Chiara G, Giulia C, Pietro C, Riccardo C, Nizza E


 

Pagina successiva »

Bacheca Download