Licei – Accademie

10 Ottobre 2018

Cari Genitori e cari allievi,

nell’ambito delle attività previste nel Progetto di Scuola-Campus, fornisco alcune informazioni sulle Accademie che saranno proposte ad allievi e genitori nelle giornate di presentazione seguenti:

  • martedì 16 ottobre 2018: presentazione Accademie agli studenti (dalle ore 12.05 alle ore 12.55 per gli studenti del biennio, dalle ore 12.55 alle ore 13.45 per gli studenti del triennio)
  • martedì 23 ottobre 2018: presentazione Accademie ai genitori (ore 18.00 in teatro)

Le proposte sono le seguenti:

  • Accademia “Il Classico e noi” – 2018/2019
  • The European Club – Accademia di studi europei
  • Accademie scientifiche:
    • Accademia Pre-Uni (matematica, fisica, logica, chimica e biologia)
    • Accademia The Big Bang Theory:
      • The Journal Club
      • Museo di fisica
      • Giochi matematici
      • Laboratorio per la costruzione di strumenti di analisi
    • Accademia di scrittura creativa, storia dell’arte e della città
    • Accademia del cinema in lingua inglese
    • Accademia Caffè Filosofico

 Gli studenti interessati a partecipare alle Accademie sono invitati a far pervenire adesioni entro il 25 ottobre 2018 all’ indirizzo mail del Vicepreside: gimiglianod@istitutosociale.it

indicando:

  • il vostro nominativo
  • la classe frequentata
  • il titolo dell’Accademia a cui si intende partecipare
  • l’autorizzazione dei vostri genitori se siete minorenni

Un cordiale saluto

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

 

 

DIPARTIMENTO DI LINGUE CLASSICHE

 PROGETTO ACCADEMIA “IL CLASSICO E NOI” – 2018/9

 L’Accademia si articola in 3 laboratori tra novembre e marzo. Lo studente può scegliere di iscriversi ad uno solo, a due o a tutti e tre.

LABORATORIO 1: TRADURRE: CHE PASSIONE!

4 incontri nei mercoledì di settimana C sulla traduzione come strumento di comprensione e avvicinamento tra culture geograficamente e cronologicamente lontane. Lo scopo è:

  • maturazione di uno sguardo riflessivo e critico sulla distanza che separa antichi e moderni
  • comprensione dell’eredità lasciata dal mondo antico su quello moderno in termini linguistici e letterari
  • acquisizione di consapevolezza della “nuova vita” di ogni testo e parola in ciascuno dei contesti culturali successivi in cui sia stata tradotta e usata

Gli incontri saranno suddivisi in:

  • 1 ora di tecnica della traduzione e uso del dizionario + riflessione su alcune parole vicine e altre apparentemente lontane degli antichi e dei moderni : un dialogo possibile?
  • 1 ora di analisi e discussione su traduzioni d’autore di celebri autori della letteratura italiana, francese e inglese, a partire dal contributo E. Cavallini (ed.), Scrittori che traducono scrittori. Traduzioni d’autore dalla letteratura latina e greca nella letteratura italiana del Novecento, Alessandria 2017.

Dirigerà gli incontri la prof.ssa Silvia GIORDANO.

Metodo: discussione aperta, attività laboratoriali in piccoli gruppi, didattica rovesciata.

Al termine si inviteranno i partecipanti a realizzare un cartellone o un prodotto multimediale (COMPITO DI REALTA’).

DATE:

  1. 7 novembre (mercoledì settimana C)
  2. 28 novembre (mercoledì settimana C)
  3. 19 dicembre (mercoledì sett. C)
  4. 23 gennaio (mercoledì settimana C)

 

LABORATORIO 2: ANTICHI E MODERNI: QUALE RAPPORTO?

4 incontri nei mercoledì di settimana B (con un solo slittamento al martedì) di dibattito a partire da due o tre contributi cartacei o audio-visivi sull’influenza della cultura antica su quella moderna in 2 settori a scelta del gruppo (più gruppi = più settori) tra scienze, matematica, diritto, politica, arte, sport, musica, retorica. Il dibattito dovrà accompagnare i partecipanti a svolgere ricerche on-line sul tema, per approfondire la documentazione. Al termine, ciascun gruppo dovrà pervenire ad elaborare un filmato o una pagina di giornale on-line, in cui si mostrino questi contributi.

Guiderà gli incontri la prof.ssa NUTI, con l’eventuale intervento di uno o due esperti esterni (colleghi di istituto o di università), in base agli argomenti selezionati nel primo incontro.

DATE:

  1. 30 ottobre (martedì settimana B)
  2. 21 novembre (mercoledì settimana B)
  3. 12 dicembre (mercoledì settimana B)
  4. 16 gennaio (mercoledì settimana B)

NOTA: I prodotti finali dei laboratori 1 e 2 possono essere uniti, invitando i ragazzi a collaborare e tirando le fila in un incontro unificato mercoledì 30 gennaio (merc. settimana A)

LABORATORIO 3 : PREPARAZIONE CERTIFICAZIONI e CERTAMINA

Incontri per la preparazione di quegli studenti che siano interessati a conseguire le Certificazioni di Lingua Latina e Greca (prove di competenze senza dizionario) e ai Certamina di traduzione (ultimi 2 anni).

 

Gli incontri per le Certificazioni si svolgeranno sempre di mercoledì, a date alterne, nei mesi di febbraio e marzo e i partecipanti saranno suddivisi in sottogruppi a seconda del livello di Certificazioni.

Docenti: GIORDANO, NUTI

Per gli studenti interessati a partecipare ai Certamina, gli incontri partiranno da dicembre e saranno così articolati:

  • mercoledì 5 dicembre (settimana A): tecnica di produzione di un commento stilistico di un testo in prosa
  • martedì 18 dicembre (settimana C): tecnica di produzione di un commento stilistico di un testo in poesia
  • mercoledì 6 febbraio (settimana B): laboratorio di metrica.

DOCENTE: NUTI.

 

DIPARTIMENTO SCIENTIFICO  – SCHEMA ACCADEMIE 2018/2019

ACCADEMIA PRE – UNI (Manganaro, Romeo, Tagliaferri, Patrucco)

CALENDARIO (per ogni appuntamento 2 ore da 60 minunti 14:30 – 16:30):

7-11 matematica

13 – 11 matematica

21- 11 fisica

28 – 11 fisica

5 – 12 matematica

12 – 12 matematica

19 – 12 logica

9 – 01 logica

16 – 01 fisica

23 – 01 fisica

13 – 02 chimica

20 – 02 chimica

6 – 03 biologia

13 – 03 biologia

 

ACCADEMIA THE BIG BANG THEORY

include 4 proposte differenti:

  • Journal club (Patrucco, Manfrini, Cigna)
  • Museo di fisica (Cigna)
  • Giochi matematici (Fornasiero, Manganaro)
  • In fase di elaborazione: Laboratorio “costruisci uno strumento di analisi” (Romeo, Tagliaferri, Afloarei, [Cigna])

CALENDARIO (4 incontri per ogni proposta, ognuno da 2 ore da 60 minuti dalle 14:30 alle 16:30)

  • Jurnal club: 7 – 11, 13 – 11, 21 – 11
  • Museo di fisica: 28 – 11, 5 – 12, 12 – 12
  • Giochi matematici: 9, 16, 23 gennaio
  • Laboratorio “costruisci uno strumento di analisi”: 6, 13, 20 marzo

 

 DIPARTIMENTO STORIA,  FILOSOFIA E DISCIPLINE GIURIDICHE-ECONOMICHE

Progetto Accademia Caffè Filosofico

L’Accademia Caffè Filosofico vuole offrire ai ragazzi un tempo e uno spazio per la riflessione e la discussione di grandi temi filosofici, in cui rendere viva e quotidiana la pratica del pensiero e dell’interrogazione. L’insegnamento della disciplina all’interno del curriculum dei licei si scandisce infatti in modo storico e storiografico, lasciando in secondo piano modalità di approccio differenti, come quella propriamente teoretica o morale piuttosto che logica, politica o estetica.

L’Accademia intende pertanto fornire l’occasione per un ampliamento di sguardo sulla disciplina ma soprattutto sulla pratica filosofica, consentendo agli studenti di accedere nel vivo dell’interrogativo e del dibattito filosofico. Essa si articola su quattro coppie di incontri, ognuna gestita da un docente e incentrata su una tematica particolare e una “parola chiave” definite dal singolo docente, in modo da coprire le svariate aree della disciplina.

Durante il primo incontro, il docente sottoporrà ai ragazzi tutta una serie di stimoli di diversa natura (filmica, musicale, artistica, poetica, filosofica…) legati al tema scelto, dando così avvio alla discussione; nel secondo appuntamento dovranno essere invece gli studenti a condividere riferimenti, contributi, rimandi che la tematica dibattuta ha richiamato in loro. Si richiederà poi ai ragazzi di “fermare” alcune impressioni, o pensieri, o suggestioni su dei foglietti per andare a creare passo dopo passo, incontro dopo incontro, una struttura che simuli un “albero del pensiero”, o “un’esplosione di idee”. Il progetto potrebbe essere esposto in uno degli ambienti a uso degli studenti, e con l’eventuale prosecuzione di iniziative simili nel corso degli anni potrebbe conoscere un’espansione in una “foresta del pensiero”, memoria storica di tale attività.

Infine i ragazzi dovranno progettare, organizzare e realizzare un caffè philò aperto a tutti gli altri studenti della scuola. Con caffè philò si intende una pratica filosofica in cui, a partire da una tematica scelta, gli studenti proveranno a interrogarsi, a condurre la discussione e a “filosofare” insieme in un contesto del tutto ludico e piacevole, davanti a un caffè o un tè. Per realizzare questo incontro i ragazzi sceglieranno un tema, promuoveranno l’iniziativa, allestiranno l’ambiente e infine proveranno loro stessi ad animare un dibattito filosofico tra i loro coetanei.

I docenti coinvolti nel progetto sono Matteo Bergamaschi, Federico Fornasiero, Chiara Giordano e Elisa Melotti. L’Accademia consterà quindi di un totale di dieci incontri: otto dedicati alle tematiche proposte dai docenti, e due dedicati a coadiuvare i ragazzi nell’organizzazione del caffè philò.

Il periodo indicativamente proposto per la realizzazione del progetto si colloca nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2019, a partire dalla fine del primo quadrimestre e l’inizio del secondo a seguire, preferibilmente nel giorno di martedì, dalle 14.30 alle 16.00 ca., con cadenza settimanale.

 

 

THE EUROPEAN CLUB

ACCADEMIA DI STUDI EUROPEI

ANNO SECONDO

PROF. A. ABATE

 

DESTINATARI

STUDENTI DI TUTTE LE CLASSI DEL LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO E SPORTIVO

 

OBIETTIVI E PRODOTTI

Favorire la conoscenza e l’interazione tra studenti dei diversi anni e dei diversi indirizzi del liceo.

Sensibilizzare tutti gli studenti a temi di grande attualità e pregnanza ma troppo spesso ridotti a SLOGAN, tramite il contributo dei compagni interessati a queste tematiche.

Realizzare prodotti multimediali su specifiche tematiche europee destinati ad attività di Peer Education rivolti a studenti della primaria, della Secondaria di primo grado e della Secondaria di Secondo grado, non necessariamente solo dell’istituto Sociale, ma anche delle scuole della Rete Ignaziana e delle scuole del territorio in una prospettiva GLOCAL. Alcuni prodotti potrebbero essere realizzati nelle diverse lingue ufficiali dell’Unione Europea.

TEMATICHE DELLA SECONDA EDIZIONE

L’UNIONE EUROPEA VERSO LE ELEZIONI DEL MAGGIO 2019

DALL’IDEA DI EUROPA ALL’IDEA DI UNIONE

POSSIBILI MODELLI DI UNIONE. MERCATO COMUNE, FEDERAZIONE, CONFEDERAZIONE, “EUROPA DELLE PATRIE”, EGEMONIA.

STORIA POSTBELLICA DELLE ISTITUZIONI EUROPEE.

IL FUNZIONAMENTO DELLE ISTITUZIONI EUROPEE OGGI. I PROBLEMI APERTI

L’UNIONE EUROPEA E I SUOI NEMICI. PERCHE’ LA UE FA COSI’ PAURA AL MONDO.

TRA EUROPEISMO E SOVRANISMO. I POSSIBILI SBOCCHI DELLA CRISI DELLA UE.

IL MECCANISMO ELETTORALE DEL PARLAMENTO EUROPEO, LE ELEZIONI 2019 E I POSSIBILI ESITI.

——————————————————————————————————————–

Presumibili date delle attività

Mercoledì 24-10-2018 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 07-11-2018 h.14:30 – 16:30

Martedì 13-11-2018 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 21-11-2018 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 28-11-2018 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 05-12-2018 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 12-12-2018 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 19-12-2018 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 09-01-2019 h.14:30 – 16:30

Mercoledì 16-01-2019 h.14:30 – 16:30

————————————————————————————————————–

DIPARTIMENTO ARTISTICO LETTERARIO

Progetto a cura di Anna Giulia Garneri e Alessandra Mascia

Pietre Vive e Scrivere i Luoghi

D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda.

(Italo Calvino, Le città invisibili)

La città non è uno spazio muto, ma anche un luogo in cui si intrecciano le nostre storie individuali con altre storie, collettive. Le strade, le piazze, i palazzi, le chiese sono luoghi della memoria e insieme spazi vivi e presenti. L’obiettivo di questi incontri a carattere laboratoriale è offrire ai ragazzi alcuni strumenti per riappropriarsi dello spazio in cui abitano, interrogando la memoria storica e artistica della città e rielaborando quelle testimonianze in modo personale e creativo.

Imparare a conoscere la storia architettonica e artistica del centro storico, ma anche conoscere l’evoluzione complessiva di quell’organismo vivente che è la città, fatta di un centro e di molte periferie, sono la premessa per ricollocare diacronicamente le storie della città e i suoi protagonisti e soprattutto per collocare se stessi in quell’itinerario.

L’attività sarà strutturata in due parti distinte.

La prima parte del lavoro si svilupperà “nella città”. Una serie di incontri didattici saranno organizzati in classe e sul terreno per avviare i ragazzi a una conoscenza dei luoghi. Oltre ad alcuni incontri in classe, per raccogliere il materiale e iniziare a conoscere da un punto di vista storico e artistico i luoghi più significativi del centro storico, i ragazzi, con il sussidio di alcuni operatori di Turismo Torino, l’agenzia di promozione turistica della città, saranno coinvolti in alcune visite del centro storico.

Questa prima fase terminerà con un’attività pratica, ovvero incentrata sulla possibilità di raccontare la città e al contempo noi stessi: partendo proprio dall’osservazione diretta della città, dall’esperienza che ne abbiamo fatto, si cercherà di imbastire una narrazione che tenga conto degli spunti precedentemente individuati. L’attività conoscitiva si concluderà, quindi, con un lavoro rielaborativo: saranno i ragazzi stessi a guidare in una visita-evento il loro pubblico e in questo caso saranno sempre i ragazzi a scegliere gli obiettivi e le modalità con cui gestire l’itinerario. Durante tutta questa fase, il lavoro sarà documentato da un diario di bordo, accessibile in forma di blog; un diario del back stage dell’attività, dove sarà possibile postare foto, commenti, proposte e annotare i progressi fatti durante l’organizzazione dell’attività.

Nella seconda parte del lavoro si affronterà il tema della scrittura come strumento di esplorazione identitaria prima ancora che di rappresentazione. In seguito – dando risalto alla lettura collettiva come possibilità di condivisione e di riflessione – si esploreranno i testi e gli autori che, proprio attraverso la scrittura e la letteratura, hanno indagato nel modo più efficace e interessante il rapporto tra scrittura e città. In questa fase, l’attività sarà supportata dalla casa editrice torinese Add Editore che affiancherà i docenti e coordinerà gli incontri con scrittori che si sono occupati di scrivere di città. A conclusione del laboratorio, si prevede la raccolta di racconti scritti dai partecipanti durante il corso, i contributi dei ragazzi, dopo averli sottoposti a un lavoro di editing, saranno pubblicati un volume collettaneo in formato e-Book, edito da Add Editore.

In breve, struttura del progetto

Pietre e Vive-Scrivere i luoghi

Il lavoro si articolerà in due parti

Dalla fine di Ottobre fino a Dicembre, incluso.

Conoscere i luoghi

Incontro iniziale 1 h

3 incontri in classe di 2 h ciascuno per conoscere la città.

3 incontri sul territorio di 2h ciascuno per conoscere la città.

rielaborazione del lavoro fatto 6 h

conclusione con visita guidata 2h

Tot 21 h

Da Gennaio in avanti

Narrazione dei luoghi.

Incontro iniziale 1 h

5 incontri di 2 h ciascuno con 1/2 autori della casa editrice

Rielaborazione 6 h

Incontro conclusivo in cui si curerà editing ebook  4 h

Tot 21 h

DIPARTIEMNTO DI LINGUE

ACCADEMIA DEL CINEMA IN INGLESE

Prof.ssa   Ethne  Jane  Miller.

Coversatrice  di lingua  Inglese.

FILM  PROJECT  FOR  “ACCADEMIA”.

Topic.  AWARENESS.

Objectives:

To make the students (and adults) aware of:

 

1.What is just and unjust regarding their :

(a )present surrounding environment

(b) their country and within their country of residence

(c) different countries around the world.

  1. Those people within our society and in the world who have taken away barriers,

no matter what the consequences have been to add that “drop in the ocean”

to make  this world a better placet to be in and to defend those

people(children) who are   helpless.

  1. Defending our planet, the only one we have. To appreciate and respect the

wonders of creation. Not to fear when we have to defend or preserve  it.

  1. The spoken word. An instrument with an outstanding force, when used with a

meaningful aim.   Somestimes in a speech, a poem, a literary passage or

document.

  1. The openness to what and to those who are different, whether skin, race, creed,

culture and even toward a malformation ( brain, physical,psychological etc.), to

offer hope, to reach out. By giving,listenining and opening we receive.

FILM  LIST.

1.THE INJUSTICE OF APARHEID: SOUTH AFRICA:

COUNTRY OF MY SKULL. RECONCILLIATION

THE  COLOUR OF LIBERTY.

(INVICTUS) TIME PERMITTING.

  1. THE ABUSE OF POWER AND PEOPLE.

SLUMDOG.  THE  MILLIONAIRE. .

DRIVING  MISS  DAISY.

COOKING  AND CURRY (TIME PERMITTING)

3.SHOA. REMEMBRANCE  DAY.

THE BOY IN THE STRIPED PYJAMAS.

THE  PIANIST.

  1. GREAT PEOPLE AND THEIR DETERMINATION TO SUCCEED.

GANDHI

SAVING MR. BANKS (WALT  DISNEY).

BILLY  ELLIOT

  1. OVERCOMING MENTAL OR PHYSICAL OBSTACLES.

THE  KING’S  SPEECH

RAINMAN

  1. OUR PLANET EARTH.

AVATAR.

AN  INCONVENIENT  TRUTH. (Al  GORE)

 

Bacheca Download