LICEI – Visita alla Sinagoga classi 2^ liceo scientifico e 2^ liceo classico

30 Marzo 2019

Gentilissimi genitori

Torino è sede della più importante Comunità ebraica del Piemonte e la terza in Italia. Per questo e per approfondire un percorso di conoscenza e delle nostre radici religiose e culturali anche quest’anno viene  proposta la visita alla Sinagoga di Torino.

Giovedì 11 aprile la fine delle lezioni sarà anticipata alle 12.55, gli alunni potranno restare in Istituto per consumare il pranzo e insieme con i docenti accompagnatori  si uscirà alle 13.30 per recarsi in Piazzetta Primo Levi, 12 dove è situata la Sinagoga. La vista  durerà tra  un’ora e mezza e due. I ragazzi potranno far ritorno a casa autonomamente compilando in modo completo il tagliando.

La quota di ingresso comprensiva di visita guidata  al museo è di tre euro e i ragazzi devono avere un copricapo.

Consegnare tagliando e quota alla Prof.ssa Lussiatti entro il venerdì 5 aprile, grazie!

 

Cordiali saluti

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

14° Kairos MiTo 2019

26 Marzo 2019

Siamo giunti all’edizione Kairòs 14 MiTo (Milano/Torino), che si è concluso sabato 23 marzo a Susa, Villa San Pietro e ha visto la partecipazione delle classi Quarta Liceo scientifico del Sociale di Torino e quarta classico e scientifico sportivo del Leone XIII di Milano

I “Kairos leader” del Sociale, che si sono adoperati per la preparazione e accompagnamento dei quattro giorni, sono Anna Poli, Aurora Birro, Andrea Scacciatella e Alessandro Capone, coadiuvati dai professori Federico Manganaro e Leonardo Angius e dalla direzione del prof. Famà

Quattro giorni, sotto l’imponente Rocciamelone, nei quali si è dubitato, si è pianto, si è fatto un serio discernimento del proprio cammino, si è provata grande gioia nel incontrare l’altro/Altro. L’impegno alla fine è quello di vivere con intensità il “quarto giorno”. Di più non si può dire, perchè il bello del Kairos è anche nella sua “scoperta”.

Mercoledì 3 aprile parte il Kairos MiTo #15. 

Ritiro di Quaresima

26 Marzo 2019

Come ormai da tradizione, tutte le classi della scuola secondaria di primo grado si sono riunite per il ritiro di Quaresima. Il luogo scelto quest’anno è stato quello dell’Abbazia della Novalesa in Val di Susa. Durante la giornata i ragazzi hanno potuto incontrare un monaco cistercense che ha raccontato loro la vita del monastero e alcuni volontari che hanno guidato gli studenti alla scoperta degli spazi e dei tempi dell’Abbazia. Terminata la visita, i ragazzi hanno condiviso il pranzo nei locali delle Suore Francescane di Susa e seguito la Messa celebrata dal padre Mauro Pasquale s.j., uno degli accompagnatori spirituali dei nostri alunni.

Di seguito alcune immagini della giornata:

Il Sociale va in finale nel trofeo AGESC

24 Marzo 2019

Giovedì 21 marzo 2019, presso il centro Sportivo OASI Laura Vicuna di Rivalta , si è svolta la giornata di qualificazione del 17° TROFEO AGESC, manifestazione sportiva per le scuole secondarie di secondo grado organizzata dall’Associazione Genitori delle Scuole Cattoliche .

L’Istituto Sociale, alla sua quindicesima partecipazione, era presente con una rappresentativa composta da 75 alunni selezionati tra tutte le classi dei tre indirizzi liceali che si sono confrontati, in tutte le discipline in programma, con alunni di altre tre scuole cattoliche torinesi: Valsalice, Sant’Anna e Lombriasco.

Al termine di una bellissima giornata di sport e amicizia la nostra compagine ha ottenuto il primo posto nella somma dei punteggi attribuiti ad ogni disciplina sportiva.

Abbiamo ottenuto la qualificazione alla FINALE, che si svolgerà il giorno giovedì 11 Aprile 2019, con tutte le squadre degli sport collettivi (Pallavolo, Calcio a 5 e Basket) e con ben 23 atleti degli sport individuali: nuoto, campestre, atletica leggera, tennis, tennis tavolo.

I nostri alunni hanno dimostrato impegno e senso di appartenenza, distinguendosi sia dal punto di vista tecnico/sportivo sia sotto il profilo del comportamento.

Il buon risultato ottenuto, sui campi e non solo, conferma la bontà della scelta di dare risalto allo sport come veicolo per la formazione integrale dei nostri giovani.

Ai nostri ragazzi e ragazze “in bocca al lupo” per la FINALE del Trofeo e per la conclusione dell’anno scolastico.

Progetto Finestre per aprire nuovi orizzonti

23 Marzo 2019

Il 6 e il 7 marzo abbiamo avuto il momento più atteso per il Progetto Finestre. Con le classi seconde del liceo abbiamo incontrato Daniele, gesuita e operatore presso il Centro Astalli, e Soumaila, un ragazzo del Mali che ha condiviso la sua esperienza di rifugiato. Il racconto di una vita cambiata dalla fuga dal proprio Paese, amato, ma ormai divenuto rischioso, la traversata in gommone dopo un primo naufragio e la minaccia di morte da parte degli scafisti, il processo di integrazione in Italia, il servizio presso il Centro Astalli… temi che hanno suscitato interesse e partecipazione… grazie Soumaila, grazie Daniele!

“Qualche settimana fa – raccontano Raffaella e Alice, due ragazze che hanno partecipato all’incontro – abbiamo avuto l’opportunità di incontrare Soumaila, un ragazzo del Mali. In questo incontro ci ha raccontato tutta la sua e tutte le difficoltà che ha dovuto superare per arrivare qui in Italia; in questo percorso lui ha incontrato sia persone che lo hanno aiutato sia altre che gli hanno voltato le spalle, ma riuscendo sempre a superare tutti gli ostacoli.
Lui come molti altri rifugiati ha avuto la fortuna di superare il viaggio e di essere accolto al centro Astalli, partecipando successivamente al “progetto finestre”.
Grazie a questo progetto, abbiamo avuto l’occasione di avere una vera e propria testimonianza di ciò che sta succedendo in quest’ultimo periodo. 
Le emozioni che abbiamo provato sono state tante; soprattutto dolore e disprezzo verso la società di oggi contro l’emigrazione”.

Di seguito, il racconto di Alessio, un altro studente che ha partecipato al Progetto:

“Sapete qual è il segreto per narrare un fatto? Il segreto per raccontare una storia che attiri l’attenzione è partire dal fondo. Partire dal fondo e raccontare tutto il resto tornandoci a intermittenza; e aggiungendoci particolari.

Ma alcune storie non ne hanno bisogno; non hanno bisogno di un buon conversatore o di un esperto dialogatore. Questo è il caso della storia di Soumaila, la storia di un migrante maliano perseguitato da uno stato ormai allo sbando, corrotto e che elimina tutte le possibili minacce opposizionistiche. Storia che ebbe molti momenti difficili e cupi, da cui solo alcuni avrebbero potuto rialzarsi, a cui pochi avrebbero potuto reagire; momenti in cui anche l’animo vorrebbe fermarsi. Ma è proprio dopo il momento più buio che si inizia a scorgere la luce e così Soumaila, che dopo innumerevoli fughe e svariate minacce è riuscito a vedere la luce in fondo al tunnel; e a trovare pace: per il corpo come per l’animo. Ma la pace dopo certi avvenimenti è difficile da trovare, ma, fortunatamente, la persona di cui vi parlo ha potuto beneficiare dell’aiuto di qualcuno; della disponibilità di qualcuno di accoglierlo: del centro Astalli. Centro che, nato proprio per questo tipo di esigenze, agisce per accogliere e instradare profughi e rifugiati ad una vita più serena e sostenibile.

Ma queste persone non sono alieni, sono come noi, e noi, come loro, abbiamo il dovere di aiutarle nella loro causa come riusciamo; anche in piccolo, perché tanti di quei gesti minori, si trasformeranno in grandi aiuti”.

Licei – Calendario consigli di classe

22 Marzo 2019
APRILE  2019
Lu 1 consiglio di classe 1 scientifico sportivo B

Rappresentanti genitori + studenti 1B Sportivo

consiglio di classe 1 scientifico sportivo A

Rappresentanti genitori + studenti 1A Sportivo

consiglio di classe 1 scientifico

Rappresentanti genitori + studenti 1sc

consiglio di classe 1 classico

Rappresentanti genitori + studenti 1cl

 

 

14,00 – 15.00

15.00 – 15.30

15,30 – 16,30

16,30 – 17,00

17.00 – 18.00

18.00 – 18.30

18.30 – 19.30

19.30 – 20.00

 

 

Ma 2 consiglio di classe 5 classico

Rappresentanti genitori + studenti 5cl

consiglio di classe 4 scientifico

Rappresentanti genitori + studenti 4sc

consiglio di classe 4 scientifico sportivo

Rappresentanti genitori + studenti 4A Sportivo

 

 

14,30 – 16.00

16.00 – 16.30

16.30 – 17.30

17.30 – 18.00

18.00 – 19.00

19.00 – 19.30

 

 

Me 3 consiglio di classe 2 classico

Rappresentanti genitori + studenti 2cl

consiglio di classe 2 scientifico

Rappresentanti genitori + studenti 2sc

consiglio di classe 2 scientifico sportivo

Rappresentanti genitori + studenti 2A Sportivo

 

 

14,30 – 15.30

15.30 – 16.00

16,00 – 17,00

17.00 – 17.30

17.30 – 18.30

18.30 – 19.00

 

 

Gi 4 consiglio di classe 3 scientifico

Rappresentanti genitori + studenti 3 sc

consiglio di classe 3 scientifico sportivo

Rappresentanti genitori + studenti 3A Sportivo

 

 

14.30 – 15.30

15.30 – 16.00

16.00 – 17.00

17.00 – 17.30

 

 

Ve 5 consiglio di classe 3 classico

Rappresentanti genitori + studenti 3cl

consiglio di classe 4 classico

Rappresentanti genitori + studenti 4cl

 

 

14.30 – 15.30

15.30 – 16.00

16.00 – 17.00

17.00 – 17.30

 

 

Ma 9 consiglio di classe 5 scientifico

Rappresentanti genitori + studenti5 sc

consiglio di classe 5 scientifico sportivo

Rappresentanti genitori + studenti 5A Sportivo

14.30-16.00

16.00 – 16.30

16.30-18.00

18,00-18.30

A scuola di inclusione sociale

16 Marzo 2019

Riportiamo di seguito un articolo de “La Fabbrica del Chinino” che racconta una bella esperienza delle classi dei Licei del Sociale nell’ambito del percorso di alternanza scuola lavoro (ASL).

L’articolo è stato tratto da: http://www.fabbricadelchinino.it/2019/02/27/a-scuola-di-inclusione-sociale/

Sono venute a trovarci alcune classi dell’Istituto Sociale di Torino…

La Fabbrica del Chinino è tante cose, ma prima di tutto vuol essere il luogo dell’incontro, di un’esperienza a contatto con la disabilità basata su un modello rovesciato, dove non è più solo la persona disabile a muovere qualche passo “là fuori”, ma sei TU ad entrare in un Centro diurno. Un’esperienza vera, piacevole e leggera, che restituisce qualcosa ai protoganisti di entrambi i lati e genera legami.

istituto-sociale2

È l’esperienza che hanno vissuto in queste settimane studenti e insegnanti dell’Istituto Sociale di Corso Siracusa 10 a Torino, una Scuola Cattolica paritaria della rete Gesuiti Educazione, che offre un percorso formativo completo dai 3 ai 18 anni. Insieme ai responsabili dell’Istituto, abbiamo pensato che per passare un messaggio di integrazione e inclusione non ci fosse modo migliore che condividere gli spazi della nostra Fabbrica, per vocazione sempre aperta a nuove esperienze.

Ad accompagnare i ragazzi di due classi terze liceo, c’erano Leonardo Angius, insegnante di religione, e Laura Moretto, responsabile dell’Ora Formativa; un percorso, quest’ultimo, che segue una modalità didattica innovativa ed esperienziale, avente come finalità la preparazione dei ragazzi all’Alternanza scuola-lavoro.

istituto-sociale7

L’obiettivo di questi due giorni in Fabbrica nelle parole di Laura:

Fare sperimentare ai ragazzi la relazione con la diversità. Il desiderio è quello di mettersi in discussione nella relazione con l’Altro, ascoltarlo e ascoltarsi, capendo come reagiamo. Vogliamo che i ragazzi percepiscano le proprie difese ma anche le aperture, la voglia di stare insieme e le chiusure, in un vero confronto fra stereotipo ed esperienza”

I ragazzi sono della terza superiore, quindi hanno tutti fra i 16 e i 17 anni. Un’età in cui spesso si accoglie tutto ciò che attiene al mondo-scuola senza troppo entusiasmo. “Ma è obbligatorio?”, chiesero alcuni di fronte alla proposta dei loro insegnanti. L’esperienza si svolgeva in parte fuori dall’orario scolastico, il che richiedeva un piccolo sacrificio: qualcuno ha dovuto saltare l’allenamento, qualcuno la partita di calcetto o l’appuntamento in palestra…

La grande fortuna di tutti: la Fabbrica sa sorprenderti, sempre. Al termine della prima giornata l’entusiasmo aveva contagiato i presenti: il giorno dopo non si contava nemmeno una defezione!

istituto-sociale3

L’esperienza si è suddivisa in un pomeriggio e nella mattinata seguente, attraversando la teoria per giungere consapevoli, e pronti a mettersi in discussione, di fronte all’esperienza pratica.
Il primo giorno, dopo la rituale visita della struttura, si è ragionato insieme al Presidente di Cooperativa Paradigma Gabriele Tosso sul tema dell’inclusione sociale, partendo dal lavoro che Paradigma svolge quotidianamente e dalle modalità che con cui si muove all’interno del quartiere che orbita attorno alla Fabbrica del Chinino. Insieme a lui Rosalba, operatrice del Centro diurno Raccordi Familiari e restauratrice professionale, la responsabile del Laboratorio di restauro.

Due testimonanze da cui è fiorito il successivo lavoro dei ragazzi, suddivisi in gruppi: riuscite a declinare la VOSTRA idea di “inclusione”? Un compito per nulla scontato.

istituto-sociale5

La mattina seguente i ragazzi hanno toccato con mano quanto finora idealizzato solo sulla carta. Un’esperienza di integrazione a contatto con le persone disabili del Centro diurno, con le quali si sono mischiati all’interno di vari laboratori: chi ha fatto gli gnocchi nel Laboratorio di cucina (sì, quelli che trovate a Chinino Food!), chi ha fatto restauro e chi ha pitturato… esperienze che continueranno poi in classe con gli insegnanti, che guideranno i ragazzi nella rielaborazione di quanto vissuto.

Ma molti di loro hanno già le idee chiarissime. Come Carlo, che all’Istituto Sociale frequenta il Liceo scientifico:

La prima impressione è stata straniante. Vedevo persone diverse dalle mie abitudini fare cose diverse da quelle che faccio io… Dopo poco tempo a contatto con loro però tutto è diventato chiaro: ho imparato che sono davvero simili a me e che ho molte cose da imparare da loro. Sono LORO ad avermi insegnato come si fanno gli gnocchi…”

Gli fa eco Vittoria, che frequenta invece il Liceo classico:

Mettersi a disposizione degli altri è sempre bello, perché parti con l’idea di essere tu ad aiutare gli altri ma alla fine sono proprio gli altri a dare e a insegnare qualcosa a te. E così torni a casa col sorriso…”

”Inclusione sociale”, un concetto tanto inflazionato quanto ancora di difficile traduzione per i più. Dopo questo breve viaggio in Fabbrica, Vittoria e Carlo credono di essere finalmente giunti alla loro personale definizione: “Inclusione significa integrazione di ciò che è diverso, ma non diverso in quanto lontano da noi… ma nuovo e generativo di ricchezza per tutti”. Non avremmo trovato una definizione migliore.

istituto-sociale4
 
http://www.fabbricadelchinino.it/2019/02/27/a-scuola-di-inclusione-sociale/

Licei – uscita per ritiro spirituale in preparazione alla Pasqua – classi 1^ liceo classico e 1^ liceo scientifico

11 Marzo 2019

Comunico che tra le attività formative spirituali previste dalla nostra scuola in questo tempo del periodo liturgico quaresimale, il giorno lunedì 1 aprile 2019 è programmata, per le classi 1^ classico e 1^ scientifico, una giornata di ritiro spirituale a Bussoleno-Foresto.

 

Programma:

  • la partenza sarà dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova alle ore 8.20. Si prega di trovarsi direttamente in stazione alle ore 8.00 all’ingresso di via Sacchi.
  • Pranzo al sacco – Celebrazione della Messa.
  • Ritorno previsto alle ore 17.45 a Porta Nuova (partenza da Bussoleno alle ore 17.01).

 

La quota individuale per la giornata (andata e ritorno in treno e contributo alla casa che ci ospita) è di 10 euro.

Portare la Bibbia e l’occorrente per scrivere.

Le classi saranno accompagnate da P. Granzino, dalla Prof.ssa Lussiatti e dal Prof. Angius.

 

 

Il Preside

  Prof. Piero Cattaneo

Licei – uscita per ritiro spirituale in preparazione alla Pasqua – classi 1^ scientifico sportivo, sezioni A e B

11 Marzo 2019

Comunico che tra le attività formative spirituali previste dalla nostra scuola in questo tempo del periodo liturgico quaresimale, il giorno lunedì 25 marzo 2019 è programmata per la classe 1^ sc sportivo una giornata di ritiro spirituale presso Villa S. Tommaso di Avigliana (la comunità religiosa di Suor Luciana Lussiatti), Via Villa S. Tommaso, 7 – Buttigliera Alta).

 

Programma:

  • la partenza sarà dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova alle ore 8.45. Si prega di trovarsi direttamente in stazione alle ore 8.20 all’ingresso di via Sacchi.
  • Dalla stazione di Avigliana alla Villa S. Tommaso si farà una camminata a piedi di circa mezz’ora.
  • Pranzo al sacco – Celebrazione della Messa.
  • Ritorno previsto alle ore 17.15 a Porta Nuova (partenza da Avigliana alle ore 16.45).

 

La quota individuale per la giornata (andata e ritorno in treno e contributo alla casa che ci ospita) è di 10 euro.

Portare la Bibbia e l’occorrente per scrivere.

Le classi saranno accompagnate da P. Granzino, dalla prof.ssa Luciana Lussiatti e dal prof. Leonardo Angius.

 

 

Il Preside

  Prof. Piero Cattaneo

Licei – Progetto Italia Educante – classi 1B – 2 e 3 Liceo Sportivo

7 Marzo 2019

Cari Genitori,

come già anticipato nell’ultimo Consiglio di Classe ai genitori rappresentanti, il Collegio dei Docenti dei Licei ha deliberato di offrire ai vostri figli l’opportunità di acquisire conoscenze e competenze per prevenire in modo efficace il rischio del disagio giovanile.

Pertanto siamo lieti di invitarvi mercoledì 13 marzo 2019 alle ore 18.00 presso il teatro dell’Istituto per presentarvi il Progetto Italia Educante e le sue finalità formative.

 

Un cordiale saluto

 

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Pagina successiva »

Bacheca Download