La ragnatela dell’amicizia

15 Ottobre 2019

Come tutti gli anni, in questo periodo, i bambini nelle classi sono impegnati ad accogliere i loro nuovi compagni.

Da un lato la paura e le incertezze dei nuovi Colibrì con i loro pianti e i loro visi tristi alla ricerca di nuovi affetti.

Dall’altro, i nostri “veterani”, desiderosi di accogliere nella loro classe i loro nuovi futuri amichetti.

Tutto questo groviglio di emozioni pervade le classi e avvolge i nostri piccoli Colibrì con un filo che li unisce tutti come un gomitolo impazzito.

Il “gioco del gomitolo di lana” è un ottimo stratagemma per sviluppare le relazioni tra i compagni, far confluire tutti i bimbi nella “stessa rete” sfruttando il loro bisogno innato di giocare e fare amicizia, e creare una rete di legami dove tutti sono pronti ad aiutarsi e sostenersi.

Nella classe degli Arancioni il gioco ha inizio con le maestre Anna e Giusy che, insieme alla psicomotricista Simona, consegnano il gomitolo ad un bambino chiedendogli di presentarsi al resto della classe, disposta in cerchio. Terminata la sua presentazione il bimbo deve passare il gomitolo, srotolandolo, ad un altro compagno a sua scelta, tra quelli che ancora non si sono presentati.

Quando il giro è terminato e ognuno ha avuto il suo momento, a terra si è creata una… ragnatela.

Il passo successivo è quello di far trasportare da tutti i bambini, armati di tempera e pennelli, l’immagine della ragnatela su un cartellone, da appendere in classe, per fissare nei ricordi il momento importante in cui sono entrati nella rete dell’amicizia… il giorno in cui è nato il loro legame.

Bacheca Download