Campagna “Homo Sapiens?”

27 Novembre 2019

In occasione della giornata contro la violenza sulle donne le classi seconde e la classe prima scientifico dei Licei dell’lstituto Sociale hanno partecipato ad un incontro di presentazione della campagna “Homo Sapiens?”

L’incontro fa parte delle attività previste dalla campagna sociale promossa dalla Piccola Casa della Divina Provvidenza (Cottolengo), in collaborazione con altri partners, e finanziata da un bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Pari Opportunità  che è partita il 15 luglio 2019 per prevenire e contrastare la violenza sulle donne.

Il titolo, «Homo Sapiens?», è provocatorio e si rivolge agli uomini per arrivare alle realtà nascoste dentro le mura domestiche. La domanda provocatoria, aperta e diretta, invita a guardarsi dentro, perché solo partendo dalla coscienza di ognuno è possibile un vero cambiamento. La risposta parte dal concetto di base che «ogni violenza sulle donne è un passo indietro nell’evoluzione».

Il progetto, nel suo complesso, ha una durata di 18 mesi e una diffusione su scale diverse (locale, regionale, e nazionale) e prevede l’attuazione di tre tipologie di azioni: una campagna sociale, uno spettacolo teatrale, e una proposta di attività di sensibilizzazione nelle scuole (all’interno della quale si colloca l’intervento avvenuto presso il teatro del Sociale). I risultati attesi dell’iniziativa intendono aumentare il livello di conoscenza del fenomeno, incrementare lo spirito critico rispetto all’osservanza dei diritti umani, proporre una lettura delle differenze di genere intese nella dimensione della relazione fra uomini e donne e, infine, incentivare la responsabilizzazione verso atteggiamenti e comportamenti interpersonali basati sul rispetto dell’identità.

Licei – Stage di vulcanologia e biologia marina alle Isole Eolie – classi terze liceo classico e scientifico

26 Novembre 2019

Gentili Famiglie,

come da tradizione all’Istituto Sociale, anche quest’anno il Collegio Docenti ha deciso di proporre agli alunni delle classi terze uno stage di vulcanologia e di biologia marina alle Isole Eolie.

 

Come negli anni precedenti, l’uscita didattica si terrà nel mese di maggio, nel periodo compreso fra il 10 e il 15 maggio 2020; a causa della recente attività di Stromboli e dell’impossibilità di effettuare l’ascesa al cratere, si è deciso di sostituire il soggiorno su questa isola con l’escursione all’Etna insieme alle isole di Lipari e Vulcano, con escursione in barca all’isola di Stromboli per osservazione dal mare, secondo il programma allegato alla presente.

Le attività didattiche saranno condotte dal prof. Daniele Gimigliano che è disponibile per rispondere ad eventuali domande relative ai dettagli del percorso, agli alberghi, ai trasferimenti e ai costi del soggiorno (telefonando in Istituto o tramite e-mail all’indirizzo gimiglianod@istitutosociale.it).

 

Alleghiamo alla presente il tagliando di partecipazione; i tagliandi di risposta dovranno essere compilati e riconsegnati entro e non oltre il 28 novembre 2019. Si ricorda che l’adesione al progetto comporta un grande sforzo organizzativo e, in caso di successiva disdetta, l’agenzia di viaggio si riserva di richiedere i costi di prenotazione.

 

Vi preghiamo gentilmente di rispettare i tempi richiesti a beneficio dell’efficacia dell’organizzazione.

 

Ringraziandovi per l’attenzione, vi porgiamo i più cordiali saluti.

 

 

Il Vicepreside

Prof. Daniele Gimigliano

 

Licei – Quarto anno all’estero

21 Novembre 2019

Gentili famiglie,

anche quest’anno la nostra scuola propone un incontro informativo riguardo la possibilità che il Ministero offre ai nostri studenti del quarto anno di frequentare il quarto anno all’estero.

Durante tale incontro verrà proposto in modo particolare il College di Stonyhurst (UK) con il quale il nostro Istituto ha una convenzione. Verrà anche presentato il progetto Ministeriale nella sua interezza anche per coloro che intendono frequentare l’anno presso altri istituti differenti da Stonyhurst.

All’incontro saranno presenti le prof.sse Vallini e Castagna responsabili del Progetto per il Sociale.

L’incontro si terrà il 4 dicembre alle ore 18.

 

Cordiali saluti

 

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

Variazione date udienze con i docenti

19 Novembre 2019

Si informa che, a causa di una serie di impegni concomitanti, i colloqui genitori – docenti sono rinviati alle giornate di mercoledì 11 dicembre e giovedì 12 dicembre 2019.

Come indicato nell’apposita circolare (n. 39/2019-20) tali colloqui sono previsti per i genitori degli allievi che presentino insufficienze nelle materie oggetto dei colloqui.

E’ necessaria la prenotazione  tramite il diario.

Licei – udienze con i docenti

19 Novembre 2019

Cari Genitori,

a causa dei molti impegni che in questo momento gli insegnanti liceali stanno affrontando, le udienze con i genitori sono rinviate nelle giornate di mercoledì 11 dicembre e di giovedì 12 dicembre 2019. In queste giornate è prevista la possibilità di un colloquio tra docenti e genitori; gli insegnanti saranno presenti contemporaneamente a scuola nel pomeriggio, per dare l’opportunità a quei genitori che hanno difficoltà ad incontrare in orari diversi i singoli docenti.

E’ evidente tuttavia che i colloqui prenotati individualmente in orari differenziati consentono un’analisi della situazione più approfondita e personalizzata.

 

Per evitare attese prolungate da parte dei genitori, i docenti riceveranno i soli genitori degli allievi che presentano un’insufficienza nella materia oggetto del colloquio.

 

I docenti saranno a disposizione dalle ore 16.00 alle ore 18.00 e riceveranno i genitori su appuntamento, esclusivamente previa prenotazione del colloquio a mezzo diario. I genitori sono pregati di indicare il giorno e l’ora disponibili per il colloquio e i docenti daranno conferma alla richiesta sempre a mezzo diario.

 

Per evitare un eccessivo affollamento suggerisco ai genitori che hanno la possibilità di presentarsi ai normali colloqui del mattino di lasciare l’opportunità del colloquio ai genitori impossibilitati a incontrarsi con i docenti in altri momenti.

 

Grato per l’attenzione, porgo cordiali saluti

 

 

  

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

LICEI – uscita per ritiro spirituale classi 2 A scientifico e 2 classico

18 Novembre 2019

Comunico che, tra le attività formative spirituali previste dalla nostra scuola, il giorno giovedì 5 dicembre 2019 è programmata, per le classi 2^ Liceo scientifico A e 2^ Liceo classico, una giornata di ritiro presso la Casa della Pace del SERMIG di Torino, piazza Borgo Dora 61.

Il ritiro sarà animato dai membri della Comunità.

 

Programma:

  • ore 8.15 partenza dal Sociale con bus cittadini (provvedere alla carta di viaggio)
  • ore 10.00 assemblea iniziale (con presenza di altre scuole) e attività guidate
  • ore 12.00 celebrazione dell’Eucarestia
  • Pranzo al sacco
  • Esperienza di servizio al pomeriggio fino alle ore 15.30
  • Ore 15.30-16.00 conclusione
  • Ritorno previsto per le ore 16.30

 

Le classi saranno accompagnate da P. Granzino, dalla prof.ssa Luciana Lussiatti e da Ivan Agresta.

 

N.B.: ad ogni alunno è richiesto il contributo di euro 5.

 

Il Preside

Prof. Piero Cattaneo

La Grecia!

17 Novembre 2019

Dal 10 al 15 novembre i nostri maturandi, insieme con i loro compagni delle altre scuole della rete Gesuiti Educazione, sono stati in viaggio di istruzione in Grecia.

La Grecia! Studiata per tutti questi anni sui nostri libri, ascoltata nelle lezioni dei professori, ecco che ci è stata svelata. È novembre, ma il sole ci sorride e ci riporta all’estate. È con il tepore del sole, sulle rovine del sito archeologico di Delfi, che è iniziato il nostro viaggio: la nostra ultima gita assieme. Tra il cielo blu e il bianco del marmo si respira ancora il sentimento di amore e dedizione che i Greci nutrivano per il dio Apollo. Una carezza ad un gatto randagio e siamo pronti a ripartire per un lungo viaggio. Gambe anchilosate, soste in autogrill e tanti succhi di melograno, hanno intervallato il tragitto da Delfi alle Meteore. 

Le Meteore: stupore e curiosità sono i sentimenti che ci hanno guidato costantemente per tutta la visita. La meraviglia dei luoghi, il coraggio che sta dietro ad ogni pietra posta su quelle rocce, scoscese e singolari, e l’incredulità di fronte a queste costruzioni così ardite e suggestive, ci ha lasciati senza fiato. Non troviamo però le parole per descrivere le emozioni che ci ha lasciato questo paesaggio unico al mondo. 

Ma non basta elevare lo spirito per sopportare con leggerezza altre sei ore di pullman: le vertebre di ogni schiena hanno abbandonato il loro ordine per trovarne uno nuovo e doloroso. 

Arrivati ad Atene, la sera, la città ci ha mostrato il suo volto più cupo e inaspettato; la prima uscita serale ci ha fatto sperimentare le ombre di una città che ha attraversato la crisi economica e che cerca faticosamente di risollevarsi. 

E le ombre delle nuvole ci hanno accompagnato anche nella visita all’Acropoli del mattino dopo: la pioggia battente e incessante ha trasformato la nostra giornata. Da “evvai andiamo!” a “ma quand’è che ce ne andiamo?”. Indubbiamente, nonostante il clima, salire verso l’Acropoli, anche solo guardando le pietre che calpestavamo, ci ha fatto pensare a come potesse essere la vita durante il V sec a.C., ai sandali che passo dopo passo risalivano le gradinate irregolari, per raggiungere il centro nevralgico di quello che è stato uno degli ombelichi del mondo. Torniamo a casa, con lo scricchiolio delle scarpe inzuppate e gli ombrelli divelti dal vento. 

La sveglia suona fastidiosamente troppo presto, ma il sole è tornato e con lui il buon umore,  e le porte di Corinto ci sono state aperte per accoglierci in un momento spirituale di grande impatto: la Messa. Celebratasi all’aperto, nel verde, nella natura, con lo sfondo delle rovine è stata un’assemblea reale, unica. Chi celebrava la messa non era dietro l’altare, ma la mensa era l’epicentro di una comunità viva e partecipe. 

Dopo il miglior pranzo di questo soggiorno, ci siamo spostati nel Museo Nazionale di Archeologia dove finalmente, dopo averla vista e rivista e rivista e rivista sui libri di storia, ci siamo trovati davanti alla famosissima maschera di Agamennone. 

Siamo giunti all’ultima sera che è stata densa di emozioni e caratterizzata dalla trasparenza. La rilettura del viaggio svolta in Rete ha fatto emergere la nostra capacità critica e il coraggio di dirsi le cose in faccia, sia da parte degli studenti che dei docenti presenti.

Dopo questo momento di presa di coscienza abbiamo avuto il nostro meritato tempo di svago, in cui ci è stata data la possibilità di mescolarci tra collegi e di fare diverse conoscenze. 

Torniamo a casa arricchiti culturalmente, spiritualmente e con un bel ricordo da custodire.

Sayada Leslie Daniele.

Progetto EDUCARCERE

13 Novembre 2019

Come di consueto ormai da alcuni anni, le classi quarte dei Licei del Sociale aderiscono al progetto EDUCARCERE, promosso dall’Associazione EssereUmani Onlus.  Nelle mattine del 30/10, 12/11 e 13/11/2019  le tre quarte degli indirizzi liceali sono entrate in contatto con una realtà difficile.

L’attività fuori aula prevede una mattinata in cui è possibile visitare il Museo delle Carceri Nuove di Torino accompagnati da guide molto preparate, volontari che non solo illustrano luoghi e raccontano vicende, ma sanno coinvolgere gli studenti con la loro passione e motivazione.

Oggi più che mai il ripercorrere la storia che ha portato giovani della stessa età dei visitatori a dare la vita per valori come la libertà, l’accoglienza, la giustizia sembra essere una necessità. Sono volti e sono nomi, ma sono vite interrotte dalla violenza e dalla guerra.

Gli alunni possono sostare un momento nel corridoio delle celle dei condannati a morte durante l’occupazione nazifascista. Ma c’ è anche una riflessione sull’attualità condotta dagli operatori dell’IPM “F. Aporti” con l’obiettivo di approfondire il tema della legalità e del reato, focalizzando l’attenzione sul concetto di libera scelta.

Un’opportunità di approfondimento e confronto verrà ancora offerta la prossima settimana incontrando i medesimi operatori a scuola nelle classi.

Presentazione Ecocomitato

8 Novembre 2019

Cari Genitori,

come penso tutti sappiate da alcuni anni il Sociale ha fatto propri i principi espressi dall’Enciclica Laudato si’ di Papa Francesco e in particolare il suo concetto di ecologia integrale, volta a proporre modalità e strategie per integrare giustizia, fede e attenzione per l’ambiente. Come suggerisce Papa Francesco è importante promuovere “una nuova sensibilità che recuperi i diversi livelli dell’equilibrio ecologico: quello interiore con sé, quello solidale con gli altri, quello naturale con gli esseri viventi, quello spirituale con Dio”.

L’educazione alla cura della nostra casa comune è diventata parte della missione della nostra scuola coerentemente a quanto espresso nelle Preferenze Apostoliche della Compagnia di Gesù e nel Piano Apostolico della Provincia EuroMediterranea.

A questo si aggiunge il coinvolgimento globale su queste tematiche. Basti pensare ai venerdì per il futuro, la giornata del clima ecc.

Con tutti gli altri collegi della Compagnia di Gesù della Provincia EuroMediterranea, si intende fare quest’anno un ulteriore passo in avanti per arrivare a una vera e propria politica ambientale delle scuole, a una Green Policy. Si intendono perciò introdurre, oltre alle azioni sostenibili in linea con il percorso di apprendimento degli studenti, che già si attuano da tempo, buone pratiche che rispondano ad alcuni principi fondamentali quali la responsabilità condivisa, la sussidiarietà e l’integrazione.

Il primo passo è stato quello di istituire un comitato ecologico (l’Ecocomitato) a cui partecipano tutte le realtà che costituiscono la comunità del Sociale: la Direzione, i docenti e i non docenti, gli alunni, le famiglie, insieme alle ditte che vi lavorano: mensa, pulizie.

L’Ecocomitato si è incontrato per la prima volta il 28 ottobre e si è deciso di muoverci in alcuni settori.

In particolare:

La raccolta differenziata. Da lunedì 4 novembre sono stati collocati i bidoncini per la raccolta differenziata.

La diminuzione dell’uso della plastica.  Per questo ci stiamo attivando per l’introduzione progressiva di dispenser di acqua filtrata. Si stanno anche prendendo contatti con ditte fornitrici di borracce per un’eventuale distribuzione agli alunni.

Si è anche iniziato a introdurre nelle macchinette merendine bio, come per es. frutta liofilizzata.

L’attenzione allo spreco dell’energia elettrica.

L’attenzione allo spreco del cibo. All’infanzia è tenuto in grande considerazione e dovrebbe diventare un progetto di continuità anche per gli altri plessi che mangiano a scuola e anche per gli adulti.

L’attenzione allo spreco dell’acqua.

L’attenzione allo spreco della carta.

 

Su questi aspetti nell’Ecocomitato sono state coinvolte anche la mensa e la ditta delle pulizie in modo da avere tutti un comportamento coerente.

Nell’Ecocomitato i genitori rappresentanti ci hanno sostenuto in queste scelte e ci aiuteranno nel vostro coinvolgimento perché a casa con un comportamento coerente si rinforzino queste indicazioni.

Sono stati anche sollecitati gli studenti dei licei, tramite i loro rappresentanti al Consiglio d’Istituto, a realizzare quanto deciso. Per questo si è già organizzato un Comitato degli Studenti (COS).

Nell’Ecocomitato infine è stato sottolineato che questi provvedimenti sono importanti per far nascere una consapevolezza nelle persone ma hanno un basso impatto. Il passo successivo dovrà essere quello di considerare sempre di più l’impronta ecologica (l’indicatore che valuta il consumo umano di risorse naturali rispetto alla capacità della Terra di rigenerarle). Ogni anno viene indicato il giorno in cui gli abitanti della Terra hanno utilizzato tutte le risorse disponibili per l’anno. Questa data ogni anno si anticipa. Quest’anno sarà il 29 luglio 2020.

Il Sociale ha già fatto alcuni passi in questo senso soprattutto per quanto riguarda il risparmio energetico. Dal 2012 è stato installato un impianto fotovoltaico sul tetto da 100KW che permette di fornire il 25% dell’energia necessaria per tutto il complesso del Sociale. Nel 2015 si sono sostituiti circa 1200 neon con lampade a Led per una copertura totale di lampade a basso consumo e risparmio energetico pari al 95%. Nel 2014 sono state installate nuove caldaie a basso contenuto di emissioni con una potenza di 1040 Kw che permettono un risparmio del 25%-30% rispetto a quelle utilizzate in precedenza. Altri passi dovranno essere fatti nei prossimi anni.

Avremo modo, anche negli incontri comuni, di ritornare su queste tematiche, facendo emergere anche i risultati raggiunti e aggiornandovi sui passi successivi.

Intanto iniziamo a ringraziarvi per la collaborazione e per l’aiuto che potrete darci per far nascere motivazioni forti che portino a una trasformazione personale e che diano vita a nuove abitudini e a uno stile di vita più responsabile e consapevole della dignità di ogni individuo.

A nome di tutta la Direzione vi saluto cordialmente

 

Prof.ssa Maria Cristina Bianco

 

La giornata mondiale dell’alimentazione

6 Novembre 2019

Il giorno 16 Ottobre 2019 in tutto il mondo si è celebrata la “Giornata Mondiale dell’Alimentazione”; anche al “Il giardino dei Colibrì”, la nostra scuola dell’Infanzia, è stato affrontato con i piccoli alunni questo tema importante perché riteniamo che fin da piccoli i nostri alunni vadano informati e istruiti su come possiamo agire responsabilmente nei confronti del nostro pianeta Terra.

In occasione di questa giornata speciale, nelle classi abbiamo affrontato il discorso dell’alimentazione, sia attraverso un’attività in Lingua inglese di approccio all’educazione alimentare, nella quale i bambini dovevano distinguere i cibi sani da quelli che è meglio consumare poco,

sia mediante giochi di ruolo in Lingua italiana, nei quali alcuni bambini vestivano i panni di venditori in un negozio di alimentari e altri erano i clienti, con l’obiettivo di acquisire il concetto di compravendita con particolare attenzione al NON SPRECO.

 

L’argomento sarà ritrattato naturalmente ogni giorno con l’impegno per gli adulti e per i  bambini di non sprecare il cibo e l’acqua durante il pranzo  che consuma alla refezione scolastica e con l’obiettivo che ci sia, anche in questa buona pratica, una vera collaborazione delle famiglie che sono state coinvolte.

 

 

Bacheca Download