Grazie, p. Guerello!

31 Marzo 2020

Grazie, p. Guerello!

31 Marzo 2020

Noi non ci fermiamo, e forse non siamo mai stati così attivi!

25 Marzo 2020

La didattica della nostra Scuola, nonostante il coronavirus abbia bloccato alunni e docenti nelle loro case, non si è fermata mai.

Forti della consapevolezza del mandato istituzionale e sociale che il ruolo implica, gli insegnanti della Scuola Primaria (come la maggior parte di quelli dell’Istituto) stanno lavorando da casa a testa bassa, fin dai primi momenti, da quando il virus ci ha bloccati e i Coordinatori Didattici dei plessi hanno invitato tutti fortemente a mettersi in gioco sul fronte della didattica a distanza.

Risposta immediata, non un cedimento, da subito abbiamo iniziato ad organizzarci intensamente, in termini di produzione di materiali, con un dispendio di ore incommensurabile, rispetto a ciò che normalmente accade con le lezioni in classe.

Scombussolati inizialmente, perché in un attimo le modalità d’insegnamento hanno dovuto cambiare radicalmente, ciò che normalmente avviene tra le mura scolastiche nei modi colloquiali e discorsivi, su un piano relazionale diretto, ha dovuto trovare nuove forme. E noi stiamo lavorando. stiamo lavorando e crescendo ogni giorno, ogni ora, anche noi docenti, che ci formiamo e autoformiamo in percorsi nuovi, in nuove prospettive.

Ora che tutti guardiamo ad altri aspetti della vita, ora che tutti siamo consapevoli di aver subìto uno stravolgimento improvviso di priorità, sappiamo che anche la scuola italiana non sarà mai più come prima.

Tutti dobbiamo prendere coscienza del fatto che “didattica a distanza” non significa solo didattica digitale, perché questa viene espressa con tutti quei mezzi che consentono di creare attività peculiari, dai video alle schede ai metodi “maieutici”, che consentono di lavorare con gli alunni “tirando fuori” spesso ciò che già conoscono, con loro, insieme a loro. È una prospettiva di operative learning, con metodi nuovi, magari anche con l’utilizzo della Flipped classroom, insomma con risorse per smart-learning (o e-learning) che consentono a docenti e alunni di affrontare percorsi formativi differenti.

 

Il focus è: “da oggi iniziamo la trasformazione” e in questa trasformazione dobbiamo considerarci tutti, docenti, studenti e genitori.
Tutti in un’ottica collaborativa, ma anche accettando il cambio di metodologie d’insegnamento che può attuarsi con l’aiuto della tecnologia, in cui ognuno impara come può, che non significa non strutturare più le lezioni, ma consentirne una nuova forma e in cui il ruolo dei docenti e delle famiglie è fondamentale per attuare realmente il: “Noi Educativo”.

È una didattica che non avviene in un contesto di scuola e di lezione frontale e nozionistico, siamo consapevoli che ci rivolgiamo agli studenti definiti i “Centennials”, quelli che sono nati nell’epoca di internet e nessuno ormai può sottovalutare la valenza di tutto questo.

Si tratta di passare ad una didattica non tanto di lezioni frontali, non sempre in presenza, per forza di cose, ma di attività che incoraggino il pensiero critico, rendendo lo studente protagonista del suo apprendere, stimolando ogni argomento con attività particolari, di problem solving. Non significa che i libri spariranno dalla realtà quotidiana, ma che si deve superare la realtà scolastica tipica del ‘900, ricercando un giusto equilibrio tra attività didattiche a distanza e momenti di pausa, in modo da evitare i rischi derivanti da un’eccessiva permanenza davanti agli schermi, come consiglia il Ministero. La scuola è in cammino e oggi più che mai va avanti con passi da gigante. Chi resta ancorato a idee differenti rischia di restare indietro, come chi sa solo muovere critiche anziché vedere l’orizzonte.

Maestra Anna

                    

Un arcobaleno di colori #andratuttobene

24 Marzo 2020

I bimbi della nostra Scuola dell’Infanzia “Il Giardino dei Colibrì”, fin dai primi giorni, ha aderito con entusiasmo alla campagna nazionale #andratuttobene, disegnando arcobaleni con messaggi positivi, per combattere con i colori e con le loro “creazioni artistiche” la fatica e la paura di questo momento difficile. 

Ecco una carrellata dei disegni e delle foto che ci hanno mandato i nostri giovani artisti, ai quali non mancano mai l’entusiasmo e la creatività! Un messaggio positivo per tutti noi!

 

 

Videomessaggio di P. Bartolo

21 Marzo 2020

P. Jimmy Bartolo SJ, Presidente della Fondazione Gesuiti Educazione, la rete delle scuole dei Gesuiti di Italia, Malta e Albania di cui il Sociale fa parte, ha inviato un videomessaggio a tutte le scuole della rete.

 

Il Sociale in tempo di Coronavirus

20 Marzo 2020

Al termine della quarta settimana di sospensione delle attività didattiche, mentre tutta Italia è pressochè ferma e tutti siamo chiusi nelle nostre case per cercare di fermare il diffondersi del Coronavirus, possiamo guardare indietro e provare a evidenziare qualche riflessione su questo tempo.

Questa situazione inattesa, eccezionale, drammatica, ha sconvolto le vite di tutti e ha cambiato radicalmente le nostre abitudini e le nostre vite.

Come ha scritto il Preside dei Licei in una lettera alle Famiglie, di fronte a questa emergenza “il Sociale si è mosso per tempo prevedendo la costruzione ragionata e guidata di percorsi di apprendimento attraverso una interazione tra docenti, alunni e famiglie”. 

Nella consapevolezza che nulla può sostituire appieno ciò che avviene in presenza, in una classe e, nel caso del Sociale, in una  scuola che prevede la possibilità di organizzare gruppi di allievi per attività opzionali e iniziative formative e culturali specifiche o interdisciplinari, di mattina o di pomeriggio, nell’idea di scuola campus, il nostro Istituto si è preoccupato di dare vita ad “ambienti di apprendimento” secondo formule, tempi, modalità operative e organizzative differenti da quelli consueti nel periodo di lezioni regolari, cercando di mantenere, nei limiti del possibile, una certa continuità nelle relazioni e nello stile educativo e didattico.

Lo sforzo compiuto dai docenti dell’Istituto Sociale, dalla scuola dell’Infanzia ai Licei, è stato quello di garantire agli allievi la possibilità di mantenere viva la relazione tra di loro e con i docenti, il rapporto con la scuola, in modo da dare continuità ai percorsi formativi e di apprendimento avviati nei mesi scorsi.

In forme e modalità evidentemente differenti per le varie scuole e l’età dei bambini e ragazzi, sono state organizzate e proposte attività e “iniziative. I vari Collegi dei Docenti hanno deliberato criteri, modalità e linee di azione didattica.

Nei Licei, ai ragazzi delle varie classi vengono garantiti incontri di carattere didattico tramite videoconferenze, video lezioni, audio lezioni e proiezioni di video preparati dai docenti stessi o selezionati tra i molti materiali didattici presenti su varie piattaforme, secondo un calendario che riflette in linea generale il calendario “normale” settimanale.

Gli strumenti più utilizzati dai docenti del Sociale sono risultati Google Classroom, Meet, We-school, YouTube ed Edmodo.

I docenti comunicano con i ragazzi e con le famiglie tramite il Registro elettronico dell’Istituto, in particolare con la funzione “Agenda”, in cui vengono riportate le date, l’orario, le attività che si intendono realizzare, i compiti proposti e  gli elaborati richiesti o le altre modalità con cui verificare e valutare  gli esiti e i processi di apprendimento, ponendo attenzione alla partecipazione attiva e responsabile degli allievi, al loro interesse verso gli argomenti che vengono trattati, alle esercitazioni svolte durante i collegamenti o a livello autonomo da parte degli allievi, all’interazione con il docente su argomenti o questioni poste, spiegate ed eventualmente riprese nei momenti di confronto o di interrogazioni comuni o verifiche a livello di gruppo nei momenti di videoconferenza.

Anche alla scuola dell’Infanzia, le Maestre, in contatto costante con le Famiglie, propongono iniziative, attività, suggerimenti per questo periodo di “isolamento forzato”. Sulla nostra pagina Facebook ogni giorno pubblichiamo due arcobaleni della campagna #Andratuttobene, con i numerosissimi disegni inviatici dai nostri piccoli Colibrì, talvolta accompagnati da qualche loro “simpatica” frase di commento.

Tutte queste attività ci consentono chiaramente di affermare che, nonostante l’edificio scolastico dell’Istituto sia vuoto e chiuso da ormai un mese, in realtà la scuola NON è un EDIFICIO, ma è una COMUNITA’ di PERSONE, di RELAZIONI, che, anche grazie alle tecnologie, riescono a mantenersi, a crescere, a “camminare insieme” e a sostenersi anche in questi momenti difficili e di “smarrimento” di fronte a eventi grandi e inattesi.

 

S. Messa in streaming dal Sociale

14 Marzo 2020

Cari tutti,

In questo momento difficile nel quale è impossibile incontrarsi, come tutti desidereremmo, abbiamo già iniziato a realizzare modalità diverse  “vedendosi virtualmente” collegate al normale funzionamento della scuola ed alla didattica in cui molti di voi si sono coinvolti.

Ci fa piacere ora condividere anche un momento di preghiera, in occasione della celebrazione liturgica di domenica. La santa Messa verrà celebrata dalla comunità dei padri Gesuiti nella cappella del Sociale la domenica alle ore 11.  Ovviamente sarà a porte chiuse, ma noi le apriremo virtualmente a tutti coloro che vorranno condividere questo momento.

La Messa sarà infatti trasmessa in diretta streaming accessibile tramite questo link:
https://www.youtube.com/channel/UCMzLJyv0t0D-mN-Jk_RJTWA?view_as=subscriber

L’invito è rivolto a tutti gli alunni, alle loro famiglie, al personale, e allargato agli tutti gli altri nostri amici, in particolare ai gruppi che partecipano alla tavola Gesuiti e Laici per Torino. 

Il nostro padre Ignazio ci sollecita a cercare e trovare Dio in tutte le cose: una bella sfida per noi in questo tempo, che raccogliamo e condividiamo anche in questa occasione.

 

La Direzione dell’Istituto Sociale  

La Comunità dei Padri Gesuiti

 

Una poesia in questi momenti difficili

13 Marzo 2020

Una poesia scritta dalla nostra Maestra Gabriella Mancini, accompagnata da una foto del Maestro Marco Cullari della nostra scuola Primaria, per condividere questo particolare momento storico ed emotivo.
#iostoacasa #lascuolanonsiferma

NAUFRAGANDO

Da chi sia stata posata su quel davanzale e quando, 

neppure lo sai.

La vedi ora, per la prima volta. 

In una mattina pallida come il tuo sguardo, 

che ha disegnato sopra la fronte un punto interrogativo. 

Per la scienza che lotta contro un male dai contorni indefiniti, 

per il tuo futuro e per quello degli altri.

Che oggi non ci sono, 

e chissà per quanto ancora non ci saranno. 

Per i passi che alle 10.20 di questo vuoto lunedì non senti, 

per le voci che non ti arrivano, se non nei tuoi ricordi, 

per il presente surreale che hai davanti e che è giunto così,

come nei film distopici che hanno sempre messo strane ali alla tua quotidianità. 

E, ora, nello spazio stravolto di un orologio che pare fermo,  prendi  tempo. 

Senza suoni, senza parole, senza maschere, senza fretta.

Osservi il lento sfiorire, ancora pieno di bellezza di una pianta. 

Semplice, banale e, solo qualche giorno fa, del tutto indifferente al tuo andare. 

E ti ‘sovvien l’eterno’ e le frasi che hai studiato, che hai amato, odiato.

E, forse, non ti è così dolce il ‘naufragar’ in questo mare, ma cancella l’effimero che è in te.

E ti fa guardare, foglia per foglia, petalo per petalo, terra per terra il ciclo continuo della vita. 

Che, forse, ha bisogno di questo tempo per dare un senso. 

Un vero senso. 

A tutto. A tutti. 

 

Coronavirus – aggiornamento 6/3

6 Marzo 2020

Prot. N. 378/2020
Cari Genitori,
in seguito al nuovo Decreto del Consiglio dei Ministri del 4 marzo vi presento gli aspetti relativi alla scuola,
di cui avete sicuramente avuto già notizia tramite i canali di informazione.
– E’ stata prolungata fino al 15 marzo la sospensione delle attività didattiche, estendendola a tutte le
scuole del territorio italiano, mentre la scuola resterà aperta per quanto riguarda la portineria e gli uffici.
Per questa ragione sono anche annullati gli Esercizi Spirituali serali guidati da P. Lino Tieppo s.j. previsti dal
9 al 12 marzo – ore 21.
– E’ stata prolungata fino al 3 aprile la sospensione dei viaggi di istruzione e delle uscite didattiche.
– L’obbligo del certificato medico per assenze superiori ai 5 giorni sia per gli alunni sia per il personale
permane, ma solo per assenze dovute a malattie infettive (soggette a notifica obbligatoria in base al
Decreto del Ministero della Sanità del 15/11/90).
– E’ stato ribadito che le assenze maturate dagli studenti in questo periodo di sospensione delle attività
didattiche non sono computabili ai fini della validità dell’anno scolastico.
Oltre a queste indicazioni si sottolinea che “i dirigenti scolastici attivano per tutte la durata della sospensione
delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza con particolare attenzione alle
specifiche esigenze di studenti con disabilità”.
Su questo aspetto, come avete visto, già nella scorsa settimana, al rientro dalle vacanze di carnevale e dei due
giorni che sarebbero stati dedicati allo sport, i docenti si sono attivati in tutte le classi attraverso la proposta
di attività didattiche a distanza. Nuove attività saranno organizzate per la prossima settimana. Per ogni
classe è stata predisposta una tabella contenente tutte le attività proposte dai docenti nelle classi nei diversi
giorni della settimana che sarà inviata tramite il registro elettronico o gli altri sistemi informatici di cui la
scuola dispone.
In considerazione delle diverse età degli studenti ovviamente le modalità saranno differenti e fanno emergere
il grande impegno, unito a creatività e concretezza, di tutti i docenti.
Per questo riceverete da parte dei Coordinatori Didattici dei singoli plessi una comunicazione che presenta le
peculiarità di ciascun plesso.
Desidero sottolineare in ogni caso che queste attività, per le classi che rientrano nell’obbligo scolastico, sono
da ritenersi obbligatorie e non semplici proposte.
Ci auguriamo in questo modo di continuare a seguire i vostri ragazzi e a vivere con impegno da parte di tutti
questo periodo di “sospensione” sotto tanti punti di vista.
Intanto la scuola ha effettuato la sanificazione e la igienizzazione e si è dotata di dispenser di prodotti
igienizzanti da inserire in tutti i bagni. Affiggerà anche, come indicato dal Decreto del Consiglio dei Ministri,
nei luoghi di maggior affollamento e transito le informazioni sulle misure di prevenzione igienica, contenute
nel Decreto stesso.
In attesa dei nuovi aggiornamenti e scusandoci ulteriormente per il disagio, vi ringraziamo per la
collaborazione.
Con viva cordialità
A nome della Direzione
Prof.ssa Maria Cristina Bianco

Aggiornamento Coronavirus – agg. 3/3

2 Marzo 2020

Sito Regione Piemonte: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/sanita/coronavirus-piemonte-ordinanze-circolari-disposizioni-attuative

 

Carissimi,

dopo l’anticipazione di ieri mattina, in serata è arrivata la comunicazione che il Presidente della Regione, Cirio, sentito il Ministero della Salute, ha firmato l’ordinanza che prevede l’estensione, fino al giorno 8 marzo incluso, della sospensione, già prevista per il 2 e 3 marzo, delle attività didattiche.

“Nei giorni scorsi – si legge nel comunicato della Regione – il Presidente aveva sperato di poter tornare da mercoledì a una situazione di normalità totale, dando la possibilità a tutti gli studenti di riprendere regolarmente le lezioni. Oggi, però, ha acquisito il parere dei sanitari dell’Unità di crisi, che hanno comunicato alla Regione l’opportunità di sospendere l’attività scolastica per l’intera settimana. A questa posizione si sono aggiunte le considerazioni delle associazioni più rappresentative di medici e pediatri, che hanno rimarcato la necessità di non abbassare la guardia contro il virus e di proseguire con lo stop delle lezioni scolastiche. Per questa ragione – spiega il Presidente – si è voluto continuare a essere prudenti, consapevoli che in gioco c’è la salute dei nostri figli.

La data di ripresa delle attività didattiche ed educative è demandata ad un successivo provvedimento”.

E’ quindi necessario continuare da parte dei docenti la proposta di attività didattiche a distanza per i ragazzi in modo che possano essere impegnati e continuare a tenersi aggiornati tramite il registro elettronico o gli altri sistemi informatici di cui la scuola dispone. I Coordinatori didattici di ogni plesso contatteranno i docenti per fornire ulteriori precisazioni. Non sono in ogni caso previsti incontri collegiali se non erano stati programmati nel calendario delle attività dell’anno.

Alla luce di questa chiusura sono sospesi anche tutti gli appuntamenti che erano previsti in settimana.

Per alcuni la nuova data è già stata definita.

La conferenza del prof. Quaglieni e di P. Mauro Pasquale S.I su Mario Soldati è stata spostata a lunedì 16 marzo alle ore 18,30.

Per altri vi arriveranno ulteriori comunicazioni.

Viene confermato, fino al 15 marzo l’obbligo del certificato medico sia per il personale sia per gli alunni, dopo un’assenza superiore ai 5 giorni. A questo proposito l’Ufficio Scolastico Regionale ha precisato che “nei giorni di chiusura delle scuole le assenze degli studenti e del personale non necessitano di documenti giustificativi”. L’obbligo del certificato inizia dal momento della ripresa delle attività didattiche.

La Elior, che gestisce la mensa, ci ha comunicato che in questo periodo, per contenere gli sprechi, ha bloccato i rifornimenti, in particolare dei prodotti freschi. Alla ripresa quindi ci potrebbero essere difficoltà di reperimento di alcune merci a causa dei fornitori che si troveranno a dove garantire in un brevissimo lasso di tempo centinaia di consegne. Potrebbe quindi essere costretta a modificare i menu previsti, nel rispetto delle diete speciali che verranno comunque garantite.

In attesa di quanto la Regione comunicherà nei prossimi giorni, vi ringraziamo per la collaborazione e vi salutiamo cordialmente

A nome della Direzione
Maria Cristina Bianco

 
SITO REGIONE PIEMONTE: circolari-disposizioni-attuative

Bacheca Download