OPEN DAY in presenza GENNAIO 2021

28 Dicembre 2020

Dopo avervi presentato la scuola attraverso uno schermo, vogliamo ora invitarvi a vedere l’Istituto Sociale dal vivo.

Abbiamo organizzato due open day pomeridiani (p.m. open day) con accesso esclusivamente su prenotazione per raccontarvi i numerosi progetti che stiamo preparando per il prossimo anno.

Vi aspettiamo!

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: CLICCA QUI

 

p.m. OPEN DAY– lunedì 11 gennaio 2021

DALLE ORE 14:30 ALLE ORE 17:30 (4 turni da 1h ciascuno)

INFANZIA – PRIMARIA – SECONDARIA DI I GRADO – LICEI CLASSICO, SCIENTIFICO, SPORTIVO.

IN PRESENZA: incontro con il Coordinatore Didattico e i docenti e visita guidata dell’Istituto.

Sarà possibile accogliere tre famiglie per ogni turno (vale l’ordine di precedenza nella prenotazione).

Sono previsti 4 turni, con inizio ai seguenti orari: ore 14:30 – ore 15:30 – ore 16:30 – ore 17:30.

Possono partecipare all’open day max. 3 persone per ciascun nucleo famigliare (compreso lo studente).

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: CLICCA QUI

 

p.m. OPEN DAY –  venerdì 15 gennaio 2021

DALLE ORE 14:30 ALLE ORE 17:30 (4 turni da 1h ciascuno)

INFANZIA – PRIMARIA – SECONDARIA DI I GRADO – LICEI CLASSICO, SCIENTIFICO, SPORTIVO.

IN PRESENZA: incontro con il Coordinatore Didattico e i docenti e visita guidata dell’Istituto.

Sarà possibile accogliere tre famiglie per ogni turno (vale l’ordine di precedenza nella prenotazione).

Sono previsti 4 turni, con inizio ai seguenti orari: ore 14:30 – ore 15:30 – ore 16:30 – ore 17:30.

Possono partecipare all’open day max. 3 persone per ciascun nucleo famigliare (compreso lo studente).

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: CLICCA QUI

Rispetto di Noi e degli Altri nell’era digitale

22 Dicembre 2020

Il giorno 21 dicembre 2020 le classi 3^ e 4^ del Liceo Scientifico dell’Istituto Sociale si sono collegate via “Meet” con il Capitano dell’Arma dei Carabinieri – Distretto Sud, Dott. Pedullà per un incontro sulla media education. Hanno anche la Preside Prof.ssa Chiara Alpestre, la Prof.ssa Garneri, la Prof.ssa Badami, la Prof.ssa Romeo ed il Prof. Tagliaferri.

Il Dott. Pedullà, nella sua premessa, non ha demonizzato i social, ma ha evidenziato come la pandemia abbia fatto emergere il loro aspetto più vantaggioso, essendo ora più che mai estremamente utili per una efficace comunicazione. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di rendere noi studenti consapevoli dei rischi e potenziali violazioni dei diritti quando si fa un cattivo uso dei social.

Il relatore si è soffermato sul fenomeno del cyberbullismo definendolo come la manifestazione in rete di un fenomeno più ampio conosciuto come bullismo. Quest’ultimo è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un “bullo”, o un gruppo di “bulli”, su una vittima. L’azione si caratterizza in varie forme: molestie verbali, aggressioni fisiche, persecuzioni ed il più delle volte si verifica tra i ragazzi della scuola. Purtroppo la tecnologia consente ai bulli di infiltrarsi anche nelle case di alcune persone, sulle quali esercitano paura ed angoscia con messaggi, immagini o video inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web. Il bullismo diventa quindi cyberbullismo, cioè un insieme di azioni aggressive e intenzionali, realizzate mediante strumenti elettronici, il cui obiettivo è quello di provocare danni a persone incapaci di difendersi.

L’interesse per l’argomento è stato sottolineato dalle numerose domande poste al relatore. E’ intervenuta anche la Preside che ha raccontato di un suo ex allievo che non aveva superato il colloquio di lavoro proprio perché sui social erano state pubblicate alcune immagini di momenti in cui, da molto giovane, era stato particolarmente festaiolo. Evidentemente, oggi, oltre al curriculum il nostro “essere” si esplicita anche attraverso i social: è quella che viene normalmente definita “digital footprint”.

Una domanda molto interessante è stata sul reato del “furto dell’identità” che ha permesso di spiegare come il furto d’identità digitale sia un reato punito dal Codice Penale con pene severe fino alla reclusione. Ci sono due situazioni: la “sostituzione di persona”, in cui un individuo finge di essere qualcun altro per compiere atti illeciti. Un secondo caso è relativo alla “frode informatica”, attraverso la quale si entra in possesso illegalmente dei dati di una persona, e così facendo si può accedere all’interno del suo smartphone o tablet.

In conclusione, il Dott. Pedullà ha menzionato la Legge n.71 del 2017 contenente disposizioni per la prevenzione e contrasto del cyberbullismo. E’ stato anche chiarito come la trans-omofobia consista nella propaganda ed istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa, ma anche discriminazione legata all’orientamento sessuale e all’identità di genere.

L’incontro ci ha quindi dato modo di fare delle riflessioni sulla necessità di sfruttare le potenzialità comunicative del web, delle community e dei social networks, senza correre i rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri. Come tutti gli strumenti tecnologici che il progresso ci mette a disposizione, anche i social network se saputi usare possono facilitare e migliorare le relazioni umane ma, se usati in modo inappropriato, possono essere fonte di violenza e violazione di diritti.

Vittorio Drogo De Iacovo

Buon Natale 2020

22 Dicembre 2020

Care Famiglie, Ragazzi, Bambini, Docenti e non Docenti, amici del Sociale

forse quest’anno un po’ di più tutti ci interroghiamo sul senso da dare al Natale. Ho poco da suggerire e provo anch’io a farmi strada tra tanti pensieri… credo allora che ci voglia un esperto, qualcuno che nella sua vita abbia trovato e seguito fino in fondo la Luce che dona Speranza.

Ho pensato a Madre Teresa di Calcutta, che ci può aiutare a capire cos’è il Natale e quando lo si festeggia:

È Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.

È Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.

È Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.

È Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.

È Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.

È Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.

Con queste parole illuminanti, a nome di padre Alberto Remondini SJ, mio e del Consiglio di Direzione del Sociale, auguro a Voi tutti di vivere con gioia il Natale del Signore.

 

CELEBRAZIONE S. MESSA DI NATALE

La comunità dei Padri Gesuiti del Sociale celebrerà la S. Messa di Natale in diretta streaming dalla cappella della scuola giovedì 24 dicembre alle ore 23:30.

Link per collegarsi:

https://www.youtube.com/channel/UCMzLJyv0t0D-mN-Jk_RJTWA?view_as=subscriber

Siamo tutti invitati a partecipare.

 

ORARI UFFICI DURANTE LA SOSPENSIONE DELLE LEZIONI (23/12 – 5/01)

 23/12               gli uffici di Segreteria ed Economato saranno aperti al pubblico con il consueto orario

24/12              chiusi entrambi

28-30/12          aperta al pubblico solo la Segreteria, con orario 8-13

31/12 e 2/1      chiusi entrambi

4 e 5/1              aperti entrambi al pubblico con il consueto orario.

 

La portineria sarà chiusa il 24/12, il 31/12 e il 2/1. Nei giorni 28-29-30/12 seguirà l’orario 7-13.

Vi saluto tutti e auguro a ciascuno di voi e alle rispettive Famiglie un Natale di pace e serenità!

Arrivederci al 2021!

 

Il Direttore Generale

Prof. Vincenzo Sibillo

MAGIS JUNIOR

18 Dicembre 2020

Il 18 dicembre è uscito il primo numero della rivista degli studenti della Scuola Secondaria di primo grado del Sociale: Magis junior.

Quest’anno, pur nelle ristrettezze della situazione sanitaria, non abbiamo voluto perdere l’esperienza dello scrivere e dello scrivere insieme, per cui è nata, con le classi seconde e terze, l’idea di dare alla luce un nuovo giornale che per il momento è consultabile online sia sul nostro sito sia sul sito di issuu che permette di sfogliare le pagine della rivista come fosse un vero giornale (trovate gli indirizzi al fondo del seguente articolo).

L’avventura è iniziata… aspettiamo dal prossimo numero anche il contributo e la partecipazione dei nostri lettori che potranno scrivere alla redazione per proporre i propri articoli o commenti a quanto scritto.

Buona lettura!

Per leggerlo su issuu: https://issuu.com/magisjunior/docs/magis_junior_1

Clicca qui per leggerlo in formato Pdf: Magis Junior 1

 

 

 

 

Avvicinamento Sociale #7

14 Dicembre 2020

English/history in 4th grade: creative sarcophagi

14 Dicembre 2020
Inspired by a British Council video about ancient Egypt and introducing the reading of “Mummies in the Morning”, the pupils of 4°A and 4°B were asked to use their creativity to make sarcophagi and mummies.
In order to activate their ability to reuse objects made of different materials, the instructions were to recycle old boxes or objects they could find in the house to make a sarcophagus with a mummy inside, but plastic was forbidden!
Their creativity went wild and produced wonderful artifacts that were worth sharing. To all this, they will relate while reading in class a story from the “Magic Tree House” series, and they are likely to remember this activity when learning all about the Egyptian history in Italian, as children are more likely to remember skills and concepts they have learned by doing things that are meaningful to them.

L’Europa di oggi e le sfide di domani

13 Dicembre 2020

Progetti e laboratori per giovani cittadini consapevoli

Educazione Civica: è questo il nome di una delle sfide che le scuole italiane sono chiamate ad affrontare nel corso di quest’anno scolastico.

I Licei dell’Istituto Sociale hanno deciso di leggere nella nuova disciplina l’occasione per approfondire e ripensare attività e tematiche a cui da tempo sono sensibili, anche all’interno delle priorità identificate come rete di scuole Gesuiti Educazione.

In tale cornice, giovedì 17 dicembre gli studenti di quarta liceo classico e di quarta liceo scientifico parteciperanno all’incontro inaugurale del progetto organizzato dal CESPI, il Centro Studi di Politica Internazionale, dal titolo L’Europa di oggi e le sfide di domani. L’incontro si svolgerà in diretta streaming sul canale YouTube del CESPI, e in quest’occasione gli studenti avranno occasione di dialogare con ospiti prestigiosi quali Antonio Parenti, Capo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia, Vincenzo Amendola (in attesa di conferma), Ministro per gli Affari Europei, Piero Fassino, Presidente della Commissione affari esteri della Camera dei deputati, e Lucia Annunziata, scrittrice e giornalista, nel ruolo di moderatore. Il progetto proseguirà nella seconda parte dell’anno con appuntamenti mensili dedicati, per una classe, al progetto «I diritti umani», mentre per l’altra a «Comunicare l’Europa».

Gli incontri rientrano nel percorso complessivo che i docenti dell’Istituto hanno strutturato sui cinque anni dei licei, dedicando il primo biennio alle tematiche dell’area ambiente e sviluppo, il terzo anno al tema della partecipazione politica, il quarto allo studio della Costituzione e il quinto alla cittadinanza vera e propria, inserendo così lo studio della Costituzione in un contesto più ampio che ha come fine la formazione di giovani cittadini responsabili.

All’interno di tale spazio ha luogo la Scuola di Politica, rivolta agli studenti del terzo anno e realizzata in collaborazione con Piccole Officine Politiche (Ufficio Pastorale sociale e del lavoro, Arcidiocesi di Torino); essa, in modalità laboratoriale, intende sensibilizzare gli studenti alla partecipazione politica, proponendo attività interattive, anche a distanza, che vanno dalla cura per le parole della politica alla cittadinanza digitale. Ricordiamo, tra i moduli organizzati: Le parole della politica; Curare le parole – Vivere da cittadini informati; Curare le parole – La cittadinanza digitale; Laudato si’: Tracce del pensiero sociale della Chiesa; Costruire valori e azioni; Democratici per scelta e non per nascita; Libertà e partecipazione. La terza liceo scientifico terminerà il percorso entro la pausa natalizia, mentre tra gennaio e febbraio si svolgeranno gli incontri per la terza liceo classico e le due sezioni della terza liceo scientifico sportivo.

Infine, in collaborazione con il Centro Einaudi di Torino, è stato possibile organizzare un laboratorio di cittadinanza, grazie al quale gli studenti del quinto anno potranno incontrare docenti universitari dell’Università degli Studi di Milano con i quali approfondire tematiche di attualità fondamentali per la formazione di un giovane cittadino consapevole e responsabile. Gli incontri si terranno con cadenza mensile nella seconda parte dell’anno secondo il seguente calendario: 25/01/2021, Il superamento dello stato nazionale e i processi di globalizzazione (Andrea Carati, professore associato di Scienza Politica); 18/02/2021, La partecipazione politica e i nuovi media (Andrea Ceron, professore associato in Scienza Politica); 29/03/2021, Nuovi partiti e nuove formazioni politiche (prof. Luciano Fasano, professore associato di Scienza Politica); 12/04/2021, Le politiche neoliberiste e le trasformazioni del Welfare State (Nicola Riva, professore associato di filosofia del diritto); 10/05/2021, Postumanesimo e gender studies (Beatrice Magni, professoressa associata di filosofia politica).

Questo “strano”anno

12 Dicembre 2020

I ragazzi della Secondaria di primo grado stanno preparando i loro lavori per partecipare all’interessantissimo concorso: “Il mio anno stranissimo” , concorso organizzato da Rai Ragazzi, con la collaborazione del Conservatorio Statale di Musica Giuseppe Verdi di Torino e della Film Commission Torino.  Il bando prevede la realizzazione di video e disegni che parteciperanno alla realizzazione di un documentario del regista torinese Marco Ponti.

Ecco alcuni momenti dei ragazzi al lavoro nell’ora di arte e le prime realizzazioni…

 

 

 

 

 

Per vedere le altre iniziative di quest’anno in questo settore:

iniziative musicali 

cinema 

 

P. Del Riccio nuovo Provinciale dei Gesuiti

12 Dicembre 2020

Il Padre Generale dei Gesuiti, P. Arturo Sosa SJ, ha nominato padre Roberto Del Riccio SJ come prossimo Provinciale della Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù.

“Siamo felici di ricevere la bella notizia che il P. Generale ha nominato P. Roberto Del Riccio come nuovo Provinciale della nostra Provincia EUM – ha dichiarato P. Jimmy Bartolo SJ, Presidente della Fondazione Gesuiti Educazione – La nostra rete sarà molto felice di collaborare strettamente con lui per realizzare la missione della Compagnia attraverso le nostre istituzioni educative, il CeFAEGI e i centri sportivi. Essere in contatto con circa 6000 studenti e le loro famiglie è un’opportunità unica per l’evangelizzazione. Continueremo a concentrarci sulle preferenze apostoliche indicate dalla Compagnia e sul piano apostolico della Provincia, accompagnati dalla guida del nuovo Provinciale. Al P. Gianfranco Matarazzo, che ha guidato la nostra Provincia e sostenuto la nostra rete in questi anni, va la nostra riconoscenza e il nostro ringraziamento. Preghiamo che lo Spirito Santo dia tutte le grazie di cui P Del Riccio ha bisogno per compiere la sua impegnativa missione.

Auguroni P. Roberto!”

Padre Del Riccio nasce il 17 giugno 1960 a Bologna. Dopo aver conseguito la laurea in Filosofia presso l’Università degli studi di Bologna e aver lavorato tre anni alla casa editrice Cappelli della stessa città, entra nella Compagnia di Gesù il 5 novembre 1989, compiendo il lungo iter formativo proprio dei gesuiti. Dal 2002 ad oggi è stato a Napoli-Posillipo, dove, tra i vari incarichi di responsabilità e di governo, insegna anche Teologia dogmatica alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (PFTIM), di cui è stato recentemente nominato Preside.

Dopo l’annuncio della nomina, il P. Del Riccio ha diffuso il suo primo videomessaggio:

Un “emozionometro” in inglese entra nelle classi prime

7 Dicembre 2020
L’inizio del loro percorso alla scuola “dei grandi” è stato sicuramente diverso da quello che i bambini di prima e le loro famiglie sognavano. Un inizio in salita, per certi versi amaro, ma che grazie alla sensibilità delle maestre può trovare una rilettura continua. Sicuramente sono aggrovigliate e spesso anche inconsce le emozioni che ogni mattina accompagnano i bambini ogni mattina quando con i loro grandi zaini e la mascherina sui piccoli volti salgono le scale della scuola. Anche se solo metaforicamente, trovano ogni giorno le loro maestre a prenderli per mano.
Un supporto nella gestione del proprio lato emotivo è stato offerto anche dal percorso di inglese. Con la maestra Laura i bambini hanno incontrato un simpatico mostro colorato che, pur parlando un’altra lingua, vive le stesse emozioni dei bambini. Per questo li ha accompagnati, in inglese, nel mondo delle emozioni, aiutandoli a riconoscerle.

Con il supporto della maestra i bambini di prima hanno costruito un “emozionometro” sul quale potranno segnare a quale Color Monster assomigliano, cioè come si sentono, per imparare a conoscersi sempre di più.
Piccoli passi in un anno speciale, dove le emozioni contano ancora di più e parlano tante lingue.
Pagina successiva »

Bacheca Download