Scuola Primaria: parte il nuovo doposcuola fra Arte, Musica e MEG!

20 Settembre 2021

Ogni oggetto ha la sua voce

Inizia oggi, lunedì 20 settembre, il nuovo doposcuola della Primaria presentato in questi giorni dalla Coordinatrice Didattica, Raffaella Polledro. Un tempo e uno spazio pomeridiani per gli alunni, ripensato nei contenuti, da vivere con i compagni, i docenti e gli educatori. Quest’anno ai momenti di studio assistito nei locali della scuola e alle attività all’aperto, si aggiungono le proposte di laboratori musicali, artistici e la condivisione del MEG (Movimento Eucaristico giovanile).

Ogni oggetto ha la sua voce: i laboratori di Musica

Per fare musica non sono necessari pianoforti, chitarre o violini. Infatti nel laboratorio per le nostre classi prime, tenuto dal maestro Campagnoli, i bimbi suonano usando alcuni oggetti della vita quotidiana (pentole, bicchieri, tubi, pietre, barattoli) e costruiscono strumenti musicali con materiali di riciclo. Esplorano poi con creatività anche i suoni del corpo grazie alla Body Percussion.

Gli obiettivi: potenziare l’orecchio musicale e la coordinazione motoria, imparare una notazione musicale semplificata e la cultura del riciclo dando una seconda vita a oggetti di uso comune.

In sintesi Musica come materia ma soprattutto “dalla” materia. 

Creazione, immaginazione, costruzione e determinazione: queste sono le parole alla base dei laboratori musicali per le Seconde e le Terze seguite dal maestro Nuñez. Percorsi pensati per capire che la musica non è solo nei teatri, nei dischi, nei film, nelle colonne sonore, ma risuona ovunque. Dobbiamo solo imparare ad ascoltarla. 

Tramite il corpo, gli oggetti, i suoni, i giochi e gli strumenti musicali (fabbricati dagli alunni in laboratorio) si lavora e si scopre insieme come in un’orchestra professionale, anche all’aperto! Per capire che ogni elemento, per quanto piccolo, è importantissimo per raggiungere un obiettivo, non solo nella musica, ma anche in classe, in una gara, nei compiti, nelle lezioni e in famiglia.

L’Arte come esplorazione

L’obiettivo non sarà solo di diventare più bravi nella Musica, ma migliorare a tutto tondo come persone, alla scoperta dei talenti di ognuno.

Osservazione e condivisione in libertà: i laboratori di Arte

Per le classi prime e seconde il doposcuola diventa anche occasione di un lavoro educativo ad ampio raggio sull’Arte, basato tanto sulla libertà individuale quanto sull’osservazione e sulla condivisione collettiva dell’agire espressivo.

I gruppi  di alunni esplorano colori, tecniche, materiali, storie ed emozioni grazie al maestro Manca. Ogni attività parte dalla storia dell’immagine e dagli spunti proposti, oppure liberamente dal dialogo fra bambini e il maestro.

Il tempo pomeridiano è in continuità contenutistica con quanto fatto al mattino durante le lezioni, ma con un approccio più informale, con l’obiettivo che questi laboratori diventino una nuova opportunità di scoperta, sperimentazione, racconto e divertimento. 

Il logo del MEG

Crescere in amicizia: la proposta del MEG

Ogni venerdì le classi Quarte e Quinte potranno prendere parte alle attività proposte dai responsabili del MEG, il Movimento Eucaristico Giovanile: un momento per “vivere nello stile di Gesù, in una relazione di amicizia, da cuore a cuore, basata su una spiritualità eucaristica aperta alla missione”. 

Una bella opportunità per imparare a vivere la comunità attraverso la condivisione e il gioco e così scoprire se stessi negli occhi degli altri. 

Il gruppo del MEG dell’età della Primaria, coordinato dalla responsabile Angius, si chiama “Emmaus”, dall’episodio biblico dell’incontro del Cristo Risorto con i discepoli. Tanti i contenuti oggetto di riflessione, legati al tema nazionale “Eucarestia e Fraternità”.

I maestri Sergio Manca (Arte), Nelson David Nuñez Medina (Musica), Mauro Luis Devin Campagnoli (Musica) ed Elisabetta Angius (MEG)

Bacheca Download