Disegni ragazzi
Nel disegno ho rappresentato uno sfondo nero e al centro un cuore rosso. Dal cuore partono diverse diramazioni : dei fulmini. Il nero era, secondo me, lo stato d'animo degli apostoli durante l'ultima cena: tutti soffrivano molto perché avevano intuito che stavano per perdere qualcuno di molto importante: Gesù . Anche Gesù stesso doveva avere molta paura perché sapeva di stare per morire. Il cuore rappresenta l'amore di Dio che, nel momento della condivisione del pane e del vino, si fa strada tra il buio della paura e dell'angoscia,facendo ritornare rosso, vivo il cuore di tutti. I fulmini rappresentano la diffusione dell'amore di Dio che si fa strada tra le tenebre e squarcia il buio, il nero dei pensieri delle persone.


Nel disegno ho rappresentato uno sfondo nero e al centro un cuore rosso. Dal cuore partono diverse diramazioni : dei fulmini. Il nero era, secondo me, lo stato d’animo degli apostoli durante l’ultima cena: tutti soffrivano molto perché avevano intuito che stavano per perdere qualcuno di molto importante: Gesù . Anche Gesù stesso doveva avere molta paura perché sapeva di stare per morire.
Il cuore rappresenta l’amore di Dio che, nel momento della condivisione del pane e del vino, si fa strada tra il buio della paura e dell’angoscia,facendo ritornare rosso, vivo il cuore di tutti. I fulmini rappresentano la diffusione dell’amore di Dio che si fa strada tra le tenebre e squarcia il buio, il nero dei pensieri delle persone.

 

Il mio disegno è stato eseguito a carboncino. Il bianco rappresenta la salvezza di Dio che si fa pane per noi, mentre il nero rappresenta la tristezza per la sua morte. Cristo è rappresentato dal pane sulla destra in mezzo al bianco. Dal pane cola una goccia che rappresenta il sangue di Cristo e anche una lacrima. Gesù infatti soffre perché sa cosa l'aspetta ma si sacrifica ugualmente. Gli apostoli sono rappresentati a sinistra. La figura più a sinistra, piegata, è Giuda. Gli apostoli sono tristi per il loro maestro ma sono chiari perché la salvezza di Dio arriva anche a loro.


Il mio disegno è stato eseguito a carboncino. Il bianco rappresenta la salvezza di Dio che si fa pane per noi, mentre il nero rappresenta la tristezza per la sua morte. Cristo è rappresentato dal pane sulla destra in mezzo al bianco. Dal pane cola una goccia che rappresenta il sangue di Cristo e anche una lacrima. Gesù infatti soffre perché sa cosa l’aspetta ma si sacrifica ugualmente. Gli apostoli sono rappresentati a sinistra. La figura più a sinistra, piegata, è Giuda. Gli apostoli sono tristi per il loro maestro ma sono chiari perché la salvezza di Dio arriva anche a loro.

Il mio disegno rappresenta in modo confuso la mente di Gesù durante l'ultima cena. Il disegno è realizzato a carboncino perché, a mio parere, i colori non sono adatti per rappresentare un momento simile. Osserviamo Gesù contemporaneamente in due punti differenti, a destra e a sinistra. A sinistra Gesù è triste e piange di dolore nel sapere che il giorno dopo verrà ucciso mentre a destra piange commosso tutto sommato contento della vita che ha passato e grato a tutte le persone che lo hanno amato, anche adesso, prima della fine.


Il mio disegno rappresenta in modo confuso la mente di Gesù durante l’ultima cena. Il disegno è realizzato a carboncino perché, a mio parere, i colori non sono adatti per rappresentare un momento simile.
Osserviamo Gesù contemporaneamente in due punti differenti, a destra e a sinistra. A sinistra Gesù è triste e piange di dolore nel sapere che il giorno dopo verrà ucciso mentre a destra piange commosso tutto sommato contento della vita che ha passato e grato a tutte le persone che lo hanno amato, anche adesso, prima della fine.

Io ho realizzato questo disegno perché rappresenta il rifiuto di Giuda nei confronti dell'amore datogli da Gesù. Ho raffigurato un albero con al posto dei frutti dei cuori che rappresentano, non in numero esatto, le persone che amano e che sono amate da Gesù. Poi ho rappresentato un cuore appassito caduto al suolo che rappresenta Giuda, il suo cuore è nero, appassito, perché ha rifiutalo l'amore di Gesù tradendolo. Al centro dell'albero c'è un grande cuore rosso che rappresenta l'amore di Gesù. Io ho usato dei colori semplici e vivaci perché l'amare ed essere amati è una cosa bella è Gesù ci ha donato il suo amore salvandoci; ma non tutti lo hanno accettato.


Io ho realizzato questo disegno perché rappresenta il rifiuto di Giuda nei confronti dell’amore datogli da Gesù. Ho raffigurato un albero con al posto dei frutti dei cuori che rappresentano, non in numero esatto, le persone che amano e che sono amate da Gesù. Poi ho rappresentato un cuore appassito caduto al suolo che rappresenta Giuda, il suo cuore è nero, appassito, perché ha rifiutalo l’amore di Gesù tradendolo. Al centro dell’albero c’è un grande cuore rosso che rappresenta l’amore di Gesù. Io ho usato dei colori semplici e vivaci perché l’amare ed essere amati è una cosa bella è Gesù ci ha donato il suo amore salvandoci; ma non tutti lo hanno accettato.

 

Ho diviso il foglio in due parti, raffigurando un prima e un dopo . Nel primo riquadro c'è una bambina che piange sconsolata mentre Gesù le offre un pezzo di pane. Nel secondo riquadro ho disegnato un momento importante della messa cioè quando si celebra l'ultima cena. Non ho voluto riprodurre il solito disegno con i dodici apostoli perché secondo me è riduttivo rappresentare una scena così importante in questo modo. Ho usato un colore azzurro per lo sfondo perché mi ricorda un colore celestiale calmo e tenue. Nel secondo riquadro invece ho utilizzato color più caldi per far sentire l'atmosfera calma e intima della Chiesa. si possono anche notare due donne intente a tenere un calice : per me simboleggia la fratellanza.


Ho diviso il foglio in due parti, raffigurando un prima e un dopo .
Nel primo riquadro c’è una bambina che piange sconsolata mentre Gesù le offre un pezzo di pane. Nel secondo riquadro ho disegnato un momento importante della messa cioè quando si celebra l’ultima cena. Non ho voluto riprodurre il solito disegno con i dodici apostoli perché secondo me è riduttivo rappresentare una scena così importante in questo modo. Ho usato un colore azzurro per lo sfondo perché mi ricorda un colore celestiale calmo e tenue. Nel secondo riquadro invece ho utilizzato color più caldi per far sentire l’atmosfera calma e intima della Chiesa. si possono anche notare due donne intente a tenere un calice : per me simboleggia la fratellanza.

Il disegno rappresenta il momento in cui Giuda riceve il pezzo di pane da Gesù. Le sue mani tremano perché è spaventato dopo che Gesù ha detto " In verità vi dico uno di voi mi tradirà " . Nasconde il sacchetto dei trenta denari nella manica sinistra.


Il disegno rappresenta il momento in cui Giuda riceve il pezzo di pane da Gesù. Le sue mani tremano perché è spaventato dopo che Gesù ha detto ” In verità vi dico uno di voi mi tradirà ” . Nasconde il sacchetto dei trenta denari nella manica sinistra.

Ho deciso di rappresentare soltanto i momenti essenziali di questo episodio con i due OGGETTI principali: il pane ed il vino. Si vedono le mani di Gesù intente a mostrare e spezzare il pane e il calice del vino. Ho anche evidenziato la frase detta da Gesù FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME . Essa è infatti, secondo me, il motivo per cui noi abbiamo deciso di diventare cristiani : perché Gesù ci ha chiesto di portare avanti ciò che ha fatto lui è, in modo particolare per gli apostoli, ad accettare quel pane e quel vino, corpo e sangue di Cristo, come ricordo di Lui sapendo che avrebbe dovuto lasciarli e lasciarci per liberarci una volta per tutte dalla morte. Il disegno è molto semplice per rappresentare l'umiltà con cui Gesù attende la morte.anche lo sfondo è molto semplice : ho usato colori caldi perchè volevo riprodurre la scena lieta , oltre che tragica, il clima abbastanza sereno e famigliare con persone che Gesù si è scelto appositamente e i colori in generale cercano di far dimenticare la brutta notizia che Gesù dà agli apostoli.


Ho deciso di rappresentare soltanto i momenti essenziali di questo episodio con i due OGGETTI principali: il pane ed il vino. Si vedono le mani di Gesù intente a mostrare e spezzare il pane e il calice del vino. Ho anche evidenziato la frase detta da Gesù FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME . Essa è infatti, secondo me, il motivo per cui noi abbiamo deciso di diventare cristiani : perché Gesù ci ha chiesto di portare avanti ciò che ha fatto lui è, in modo particolare per gli apostoli, ad accettare quel pane e quel vino, corpo e sangue di Cristo, come ricordo di Lui sapendo che avrebbe dovuto lasciarli e lasciarci per liberarci una volta per tutte dalla morte. Il disegno è molto semplice per rappresentare l’umiltà con cui Gesù attende la morte.anche lo sfondo è molto semplice : ho usato colori caldi perchè volevo riprodurre la scena lieta , oltre che tragica, il clima abbastanza sereno e famigliare con persone che Gesù si è scelto appositamente e i colori in generale cercano di far dimenticare la brutta notizia che Gesù dà agli apostoli.

A sinistra troviamo quelle persone che volevano prendere e mettere in croce e uccidere Gesù; al centro troviamo Gesù che si trasforma in pane e in vino non solo per coloro che lo invocavano ma anche per chi lo voleva morto. A destra troviamo delle persone con in mano i doni di Gesù che lo supplicano di restare. La donna dai capelli neri è la Maddalena, ci sono persone con diversi colori della pelle per sottolineare il fatto che questa scena è condivisa da tutti i cristiani . Gesù è circondato da una zona gialla che sottolinea la sua dolcezza e la sua bontà . Nella parte destra lo sfondo è azzurro : un bel colore che mi trasmette allegria ma anche magone. Le persone sono rappresentate con colori felici e splendenti. A sinistra ho utilizzato espressamente il grigio e altri colori scuri per sottolineare la crudeltà . Gesù si offre interamente a tutti non solo a quelli che lo volevano.


A sinistra troviamo quelle persone che volevano prendere e mettere in croce e uccidere Gesù; al centro troviamo Gesù che si trasforma in pane e in vino non solo per coloro che lo invocavano ma anche per chi lo voleva morto. A destra troviamo delle persone con in mano i doni di Gesù che lo supplicano di restare. La donna dai capelli neri è la Maddalena, ci sono persone con diversi colori della pelle per sottolineare il fatto che questa scena è condivisa da tutti i cristiani . Gesù è circondato da una zona gialla che sottolinea la sua dolcezza e la sua bontà . Nella parte destra lo sfondo è azzurro : un bel colore che mi trasmette allegria ma anche magone. Le persone sono rappresentate con colori felici e splendenti. A sinistra ho utilizzato espressamente il grigio e altri colori scuri per sottolineare la crudeltà . Gesù si offre interamente a tutti non solo a quelli che lo volevano.

IMG_2871 IMG_2870 IMG_2872 IMG_2874 IMG_2867 IMG_2863 IMG_2859 IMG_2860