diritto allo studio

Voucher regionali per il diritto allo studio

18 Dicembre 2017

Dalle ore 10.00 del 14 dicembre 2017 fino alle 23.59 del 15 gennaio 2018 è possibile far domanda per il voucher scuola della Regione Piemonte (ex “buono scuola”) relativo all’anno scolastico 2017/2018. Si tratta della nuova modalità con cui viene erogato in Piemonte l’assegno di studio: una sorta di ticket virtuale, che i cittadini residenti in Piemonte possono impiegare per gli acquisti legati al diritto allo studio. 

Possono essere richiesti, alternativamente, due diversi tipi di voucher:

Voucher per iscrizione e frequenza
Voucher per libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporto scolastico
Con la richiesta di assegnazione del voucher, è possibile presentare anche la domanda del contributo per l’acquisto di libri di testo obbligatori (l. 448/1998) per l’anno scolastico in corso.
Questo contributo può essere richiesto anche quando non venga richiesto contestualmente il voucher.
Per ciascuno studente, è possibile presentare un’unica domanda di assegnazione del voucher (voucher iscrizione e frequenza oppure, alternativamente, voucher per libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporto scolastico).

Le relative domande possono essere presentate esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio

Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda. L’indicatore ISEE da riportare nella domanda di contributo è esclusivamente quello riferito all’anno 2017.

N.B tutte le domande per il voucher o per il contributo statale per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2017/2018 sono utili anche come richiesta per le Borse di studio erogate direttamente dal Ministero dell’Istruzione (ai sensi dell’art. 9 d.lgs. 13.4.2017, n. 63) nei limiti delle risorse disponibili, a favore degli studenti iscritti alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali e paritarie, per l’acquisto di libri di testo, per la mobilità e il trasporto, e per l’accesso a beni e servizi di natura culturale. L’importo è pari a 200 euro ed è riservato alle famiglie con indicatore Isee non superiore a 10 mila euro.

Leggi il Bando

Per ulteriori informazioni, contattare il numero verde gratuito della Regione Piemonte 800-333-444(da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.00).

> http://www.regione.piemonte.it/istruzione/voucher_17_18.htm

 

 

Bando regionale per contributi allo studio (ex “buono scuola”)

20 Febbraio 2016

assegni-di-studio[1]Il 15 febbraio 2016 sul sito della Regione Piemonte è stato pubblicato il bando per accedere ai contributi per il diritto allo studio relativamente allo scorso anno scolastico 2014/15 e al corrente anno scolastico 2015/16.

La presentazione delle domande fa effettuata interamente in modalità online entro il 5 maggio 2016 . Il tetto ISEE per accedervi è fissato a 26.000 euro ed occorre essere in possesso di modello ISEE rilasciato successivamente al 15 gennaio 2016.

freccia_rossa

Scarica il Bando

Di seguito si riportano maggiori dettagli, tratti dal sito ufficiale della Regione Piemonte.

———————————–

Dalle ore 10:00 del 15 febbraio 2016 fino alle ore 23:59 del 5 maggio 2016 è possibile presentare la domanda di contributo regionale per gli assegni di studio per gli a.s. 2014/2015 e 2015/2016 e di contributo statale per l’acquisto dei libri di testo per l’a.s. 2015/2016.
Il contributo regionale (l.r. 28/2007, art. 12) riguarda:

  • assegno di studio per iscrizione e frequenza per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016;
  • assegno di studio per spese di libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016.

Il contributo statale (l. 448/1998) riguarda invece l’acquisto di libri di testo obbligatori per l’anno scolastico 2015/2016.

La domanda al contributo regionale ed a quello statale può essere presentata esclusivamente accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla paginawww.sistemapiemonte.it/assegnidistudioNon è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.

* * * * *

Contributo regionale “Assegno di studio per iscrizione e frequenza”: chi ne ha diritto

È destinato a studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte nell’anno scolastico per cui viene richiesto l’assegno
  • che abbiano frequentato nell’anno scolastico 2014/2015 la scuola primaria o secondaria di I o II grado nelle Istituzioni scolastiche statali e paritarie facenti parte del sistema nazionale di istruzione e/o che stiano frequentando tali scuole nell’anno scolastico 2015/2016;
  • il cui indicatore I.S.E.E. 2016 non sia superiore a €. 26.000,00. L’indicatore ISEE deve essere stato rilasciato nell’anno 2016
  • per i quali il richiedente abbia sostenuto, nell’anno scolastico per cui è richiesto il contributo, spese di iscrizione e frequenza (per il dettaglio delle spese ammissibili a contributo bando “iscrizione e frequenza”). Per aver accesso al contributo è indispensabile aver conservato i giustificativi delle spese sostenute e dichiarate.

È possibile richiedere l’assegno per ciascun figlio/studente:

  • per il solo anno scolastico 2014/2015. indicando le spese sostenute per l’anno scolastico 2014/2015;
  • per il solo anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute entro la chiusura dell’anno scolastico 2015/2016;
  • sia per l’anno scolastico 2014/2015 sia per l’anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute nelle rispettive annualità.

Non può essere richiesto il contributo per spese diverse da quelle sostenute per iscrizione e frequenza, anche se connesse all’istruzione.
Per l’erogazione del contributo, è necessario che il richiedente indichi nel modulo di domanda un codice IBAN a sé intestato su cui autorizzarne l’accredito.

* * * * *

Contributo regionale “Assegno di studio per libri di testo, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti”: chi ne ha diritto

È destinato a studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte nell’anno scolastico per cui viene richiesto l’assegno
  • che abbiano frequentato nell’anno scolastico 2014/2015 la scuola primaria o secondaria di I o II grado nelle Istituzioni scolastiche statali e paritarie facenti parte del sistema nazionale di istruzione e nei corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo e/o che stiano frequentando tali scuole/corsi di formazione nell’anno scolastico 2015/2016;
  • il cui indicatore I.S.E.E. 2016 non sia superiore a €. 26.000,00. L’indicatore ISEE deve essere stato rilasciato nell’anno 2016;
  • per i quali il richiedente abbia sostenuto, nell’anno scolastico per cui è richiesto il contributo, spese per l’acquisto di libri di testo obbligatori, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti (per il dettaglio delle spese ammissibili a contributo bando libri, POF, trasporti). Per aver accesso al contributo è indispensabile aver conservato i giustificativi delle spese sostenute e dichiarate (fatture, scontrini, ricevute fiscali).

È possibile richiedere l’assegno per ciascun figlio/studente:

  • per il solo anno scolastico 2014/2015. indicando le spese sostenute per l’anno scolastico 2014/2015;
  • per il solo anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute entro la chiusura dell’anno scolastico 2015/2016;
  • sia per l’anno scolastico 2014/2015 sia per l’anno scolastico 2015/2016, indicando le spese sostenute nelle rispettive annualità.

Non può essere richiesto il contributo per spese diverse da quelle sostenute per libri di testo obbligatori, attività integrative previste dai piani dell’offerta formativa, trasporti, anche se connesse all’istruzione (es. spese sostenute per contributi volontari, mensa, riscaldamento, cancelleria, convitto o semiconvitto, assicurazione, sussidi e materiali didattici diversi, libri opzionali/non curriculari/non obbligatori – dizionari, atlanti, libri integrativi ecc.).
Per l’erogazione del contributo, è necessario che il richiedente indichi nel modulo di domanda un codice IBAN a sé intestato su cui autorizzarne l’accredito.

N.B. Sono ammesse a contributo le spese per i viaggi di istruzione compresi nei piani dell’offerta formativa. Il paragrafo 6.6 del bando riporta un refuso che sarà oggetto di rettifica.

* * * * * *

Contributo statale “Libri di testo” anno scolastico 2015/2016: chi ne ha diritto

È destinato a studenti:

  • residenti nella Regione Piemonte nell’anno scolastico 2015/2016
  • che stiano frequentando nell’anno scolastico 2015/2016 la scuola secondaria di I e II grado nelle Istituzioni scolastiche statali, paritarie e non statali  facenti parte del sistema nazionale di istruzione e nei corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all’assolvimento dell’obbligo formativo
  • il cui indicatore I.S.E.E. 2016 non sia superiore a €. 10.632,94. L’indicatore ISEE deve essere stato rilasciato nell’anno 2016;
  • per i quali il richiedente abbia sostenuto la spesa per l’acquisto dei libri di testo obbligatori.

Per aver accesso al contributo è indispensabile aver conservato i giustificativi delle spese sostenute e dichiarate (fatture, scontrini, ricevute fiscali). L’erogazione del contributo avviene a seguito di istruttoria dei Comuni (testo dell’avviso).

* * * * * *

CHI può presentare la domanda di contributo?

Il richiedente deve essere:

  • uno dei genitori dello studente;
  • il legale rappresentante dello studente minorenne;
  • lo studente, se maggiorenne

La domanda di contributo è redatta sotto la responsabilità, anche penale, del richiedente (art. 76 D.P.R. 445/2000). Si raccomanda pertanto particolare attenzione nella sua compilazione, principalmente  nell’indicazione degli elementi utili ai fini del calcolo del contributo (ordine scuola, spese sostenute, diritti a maggiorazioni, ecc.).

* * * * * * *

COME si presenta la domanda di contributo?

Le richieste di contributo sono presentate alla Regione Piemonte esclusivamente ONLINE accedendo con le opportune credenziali all’applicazione “Accedi alla compilazione” disponibile alla paginawww.sistemapiemonte.it/assegnidistudio. Attraverso l’applicazione, sarà possibile scaricare il modulo di domanda che dovrà essere compilato e quindi inviato tramite la medesima applicazione.
Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.

* * * * * * * *

Informazioni
Per informazioni rivolgersi al Numero Verde gratuito della Regione Piemonte 800-333-444 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00).
Per approfondimenti consultare le Istruzioni operative e le FAQ sul sito della Regione Piemonte (sezione Istruzione).
Per individuare gli sportelli abilitati al rilascio delle credenziali per l’accesso all’applicativo che consente la compilazione della domanda, consultare l’Elenco Sportelli.

Bacheca Download