formazione

Una nuova formazione per cittadini responsabili

10 Settembre 2020

Ogni anno, prima dell’inizio delle lezioni, tutti i Docenti del Sociale, dall’Infanzia ai Licei, si dedicano a una intensa attività di formazione, aggiornamento e programmazione.

In questo anno scolastico, che si presenta ricco di cambiamenti, sfide e nuove attenzioni, questa fase di formazione e programmazione è stata particolarmente intensa.

Il 1 settembre è stato dedicato alla formazione tecnica specifica delle nuove normative, dei rischi legati alla pandemia e alla nuova organizzazione per prevenire e contrastare la diffusione del COVID-19. Tutti i docenti e il personale sono stati formati sul tema, sui suoi rischi, sulle procedure da adottare, sui dispositivi installati in Istituto, sulla riorganizzazione degli spazi e dei percorsi, sulle iniziative di prevenzione e di gestione di eventuali situazioni di pericolo. 

La mattina del giorno successivo, 2 settembre, invece, la formazione ha riguardato il tema: “Una nuova formazione per cittadini responsabili”. Come sede della formazione è stata scelta la sede di Libera (Gruppo Abele) in corso Trapani, che ci ha accolto con disponibilità mettendo i suoi spazi a nostra disposizione. Tre interventi di altissimo livello si sono susseguiti. Ha aperto i lavori il nuovo Direttore Generale del Sociale, il prof. Vincenzo Sibillo, dando il suo benvenuto e introducendo la “chiave di lettura” della giornata.

Nel primo intervento, il P. Francesco Occhetta SJ, gesuita, ha proposto una riflessione su: “Ripartire da un sogno culturale. Dalla formazione alla formazione politica”. Ha scritto P. Occhetta nel suo ultimo libro: “Nella fede cristiana la politica è vocazione e visione, è una forma di carità e di servizio – come ricordava Paolo VI –, è servizio al popolo che diventa il fine dell’azione politica, non lo strumento o il mezzo per compierla”.

Nel secondo intervento, l’on. Piero Fassino, ex-alunno del Sociale, che è stato ministro del commercio con l’estero dal 1998 al 2000, e dal 2017 è Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune dell’Unione Europea, ha proposto le sue considerazioni e il suo punto di vista sul tema: “L’Europa e la formazione di cittadini europei”. L’Europa, infatti, è il contesto sociale, culturale, istituzionale ed economico nel quale i nostri ragazzi sono chiamati a vivere da protagonisti e da cittadini attivi e consapevoli.

Infine, ha chiuso la mattinata l’intervento del prof. Salvatore Passari, sul tema “Dalle conoscenze ai comportamenti: il compito della scuola”, che ha consentito di collegare gli interventi precedenti, ricchi di contenuti, alle attività pomeridiane di programmazione didattica.

Durante il pomeriggio, infatti, i Docenti, divisi in quattro gruppi, hanno lavorato per progettare percorsi didattici sui 4 temi indicati dalle Linee Guida per l’Educazione Civica: Costituzione, Sviluppo Sostenibile, Conoscenza e Tutela del Patrimonio e del Territorio, Cittadinanza Digitale.

Ha concluso la giornata intensa, ricca di stimoli, spunti e anche di lavoro di progettazione e programmazione, la celebrazione della S. Messa, a cui si è unito don Luigi Ciotti, proponendo anche una sua riflessione sulla responsabilità e il ruolo dell’educatore nella società di oggi.

La qualità degli interventi, il profilo dei relatori, il coinvolgimento dei docenti, il loro lavoro di programmazione di nuovi percorsi e attività per i nostri ragazzi hanno reso questa giornata unica e preziosa. 

Riteniamo che per assicurare una scuola di qualità sia essenziale offrire ai Docenti momenti e percorsi di formazione, riflessione e aggiornamento, soprattutto in un momento e un contesto come quello attuale in forte evoluzione e cambiamento.

Guardare lontano, progettare il futuro, delineare le linee educative e didattiche da perseguire sono al centro dei lavori della nostra scuola in questi giorni prima dell’apertura del cancelli per accogliere i nostri ragazzi!

Possiamo solo dire che SIAMO PRONTI!

(photo gallery: cliccare sulla foto per ingrandire)

Incontro formativo AID

3 Aprile 2014

AID Torino - Locandina Incontro con Luca Grandi (2014-04-07)

Incontro DIREZIONI

29 Novembre 2013

Da mercoledì  27 Novembre a sabato 30 Novembre, a Roma le Direzioni dei Collegi dei Gesuiti d’Italia della rete GesuitiEducazione sono riunite per delineare e concordare le linee guida della conduzione dei Collegi, confrontarsi sul procedere dell’anno scolastico, concordare strategie comuni e anche per un percorso di formazione.

I Maturandi incontrano don Ciotti

7 Maggio 2013

“Non basta COMMUOVERSI, bisogna MUOVERSI” e ancora “Non è sufficiente essere CREDENTI, bisogna essere CREDIBILI”. Con frasi graffianti ed incisive di questo tipo don Luigi Ciotti, fondatore e animatore del Gruppo Abele, presidente dell’Associazione Libera, persona conosciuta e impegnata da anni sul fronte dell’emarginazione giovanile e della lotta alla mafia, ha accolto i maturandi in una mattinata di formazione presso la sede del Gruppo Abele di Torino lo scorso 2 maggio.

Riportiamo qui di seguito la testimonianza della nostra alunna Caroline riguardo a questa giornata di “ritiro”.

“Qui all’Istituto Sociale negli anni ci è sovente stato ricordato il fine ultimo del nostro percorso educativo: “Diventare uomini e donne per gli altri.”  Una semplice frase, quasi un mantra, che negli anni ha rischiato di fissarsi nella mente degli studenti più come un modello di Utopia piuttosto che come un traguardo realmente raggiungibile.
Fortunatamente la vita ci offre grandi opportunità, l’incontro con Don Ciotti è stato una di queste.
Tramite i Sabati del Sociale e le conferenze organizzate dal Gruppo Abele conoscevamo già in parte le sue opere, eppure nessuno avrebbe potuto prevedere il carattere, la determinazione e la passione dell’artefice di tali imprese.
Iniziò col presentarsi, col raccontare qualche aneddoto della propria giovinezza e dell’inizio della sua missione, con l’avanzare del discorso aumentava il suo pathos e il nostro conseguente coinvolgimento.
Ci parlava apertamente, con lo sguardo fisso su ognuno di noi e con ardente entusiasmo: “Di vita ne abbiamo una sola” ripeteva “ è questa la vita in cui amare, in cui donarci completamente”.
Il suo più grande augurio? Quello di riuscire un giorno a “saldare la terra con il cielo”, un traguardo che ogni giorno si impegna a raggiungere tramite il proprio lavoro.
Ed è con questi pensieri, che ognuno di noi è tornato a casa con il cuore traboccante di speranza, consapevole del nostro potenziale, consapevole della grandiosità dei traguardi raggiunti dal Gruppo Abele e consapevole della possibilità di raggiungere quel fine tanto agognato: trovare la nostra strada e donarci completamente, diventando uomini e donne per gli altri”.

licei6-donciotti    P1030545      P1030557      P1030559
(Cliccare sulle foto per ingrandirle)

Bacheca Download