licei

Il Sociale presenta la riforma dei suoi Licei

4 Luglio 2021

L’Istituto Sociale si innesta con profonde radici nella città di Torino. Questo radicamento non coincide però con una visione ancorata al passato e a quanto fatto nei 140 dalla fondazione, bensì in un continuo proiettarsi al futuro, con l’obiettivo di essere anche negli anni a venire un punto di riferimento per il territorio.

È proprio con questa finalità che l’Istituto ha intrapreso una riforma della sua proposta liceale, che prenderà il via dall’anno scolastico 2021/22. L’obiettivo primario che ha orientato la riforma è di fornire un servizio più completo e adeguato alle finalità che il Sociale si propone, rendendo più efficace la sua azione formativa e didattica.

In un periodo di sempre più diffusa globalizzazione, in cui persone e idee si spostano non più solo su scala nazionale, il Sociale vuole anzitutto rendere ancora più possibile e apprezzabile da tutti l’ampliamento internazionale dei suoi tre Licei.

Nello specifico, questo si realizzerà:

  • nel biennio tramite la proposta di due ore opzionali pomeridiane di conversazione in inglese o spagnolo e tramite un’ora di geostoria in inglese;
  • nel triennio con due ore pomeridiane, interamente a carico della scuola, per l’acquisizione delle certificazioni linguistiche in inglese e spagnolo; con due ore (1 per lo Sportivo) di Scienze in inglese, 1 ora di storia in inglese e, per il Liceo Sportivo, con 1 ora in inglese di Diritto ed Economia dello Sport.

Ma non solo.

Per favorire una formazione integrale, accanto agli studi umanistici, essenziali per la comprensione della persona umana, viene incluso anche uno studio attento e critico della multimedialità, delle scienze sociali e di quelle della natura.

Nel Liceo Classico sarà introdotta, nel biennio, un’ora di giornalismo e comunicazione, per fornire ai ragazzi i giusti strumenti per orientarsi nel complesso labirinto comunicativo della contemporaneità.

Sempre nel biennio, tutti e tre gli indirizzi potranno scegliere un’ora pomeridiana opzionale di Economia politica, per capire e approfondire come si sta evolvendo il mondo intorno a noi.

Al triennio, ragazze e ragazzi del Liceo Classico usufruiranno di un’ora in più di matematica, mentre al Liceo Scientifico si potrà approfondire lo studio della Fisica grazie ad un’ora aggiuntiva e, soprattutto, ci sarà a disposizione un’ora di scienze finalizzata alla tematica fondamentale dello studio dell’ambiente.

L’obiettivo dell’Istituto Sociale è quindi chiaro: promuovere, attraverso le discipline, lo sviluppo dell’immaginazione, dell’affettività e della creatività di ogni studente, essenziali per la formazione integrale della persona e costituenti una via alla scoperta di Dio e al divenire uomini e donne per gli altri.

In altre parole, proiettarsi nel futuro per essere sempre più un punto di riferimento della comunità.

Progetto EDUCARCERE

13 Novembre 2019

Come di consueto ormai da alcuni anni, le classi quarte dei Licei del Sociale aderiscono al progetto EDUCARCERE, promosso dall’Associazione EssereUmani Onlus.  Nelle mattine del 30/10, 12/11 e 13/11/2019  le tre quarte degli indirizzi liceali sono entrate in contatto con una realtà difficile.

L’attività fuori aula prevede una mattinata in cui è possibile visitare il Museo delle Carceri Nuove di Torino accompagnati da guide molto preparate, volontari che non solo illustrano luoghi e raccontano vicende, ma sanno coinvolgere gli studenti con la loro passione e motivazione.

Oggi più che mai il ripercorrere la storia che ha portato giovani della stessa età dei visitatori a dare la vita per valori come la libertà, l’accoglienza, la giustizia sembra essere una necessità. Sono volti e sono nomi, ma sono vite interrotte dalla violenza e dalla guerra.

Gli alunni possono sostare un momento nel corridoio delle celle dei condannati a morte durante l’occupazione nazifascista. Ma c’ è anche una riflessione sull’attualità condotta dagli operatori dell’IPM “F. Aporti” con l’obiettivo di approfondire il tema della legalità e del reato, focalizzando l’attenzione sul concetto di libera scelta.

Un’opportunità di approfondimento e confronto verrà ancora offerta la prossima settimana incontrando i medesimi operatori a scuola nelle classi.

Messa di fine anno

9 Giugno 2016

“Voi siete il sale della terra! Voi siete la luce del mondo!”
Con le parole del Vangelo di Matteo, Padre Vitangelo ha voluto salutare i ragazzi che concludono oggi il loro percorso nel liceo, in attesa degli esami di maturità. L’augurio del Padre rettore si è esteso a tutti i ragazzi durante la messa di fine anno con le parole di Papa Francesco: “Voi siete i protagonisti della vita, non guardatela dal balcone!!”
In un clima, finalmente, di silezio i ragazzi hanno vissuto la Celebrazione con interesse, partecipazione e coinvolgimento, cercando di partecipare attivamente guidando i canti, leggendo le letture e servendo l’altare insieme ai Padri Gesuiti.

20160609_103625 20160609_104635 20160609_111319_3_bestshot 20160609_11143813419184_611069472392971_8468750410381391200_n

Ritiri prime liceo

31 Maggio 2016

Quest’anno con le prime classi del Liceo abbiamo esperimentato il cammino insieme per raggiungere la Sacra di S. Michele. Un luogo famoso, ma non così conosciuto dai nostri alunni. La storia e l’arte ci hanno aiutato a trovare anche un momento di preghiera con l’aiuto del P. Granzino che ha celebrato la Messa lungo la mulattiera che da S. Ambrogio conduce all’abbazia. Il 16 maggio con la 1° scientifico e classico e il 30 maggio con la 1° sportivo, superando tutte le titubanze dovute alle previsione meteo più variabili che mai, abbiamo percorso i circa 500 m. di dislivello che separano il fondo valle dalla cima del M. Pirchiriano. I due gruppi hanno avuto l’opportunità di conoscere meglio le vicende storiche e leggendarie di un luogo molto suggestivo, ma anche di toccare con mano come l’ambiente può favorire l’apertura del nostro animo a pensieri e atteggiamenti più disponibili verso l’ascolto di Dio e degli altri. E’ stato un momento di amicizia e di condivisione che ha permesso una relazione più semplice e vera. La via dei Pellegrini verso Gerusalemme lungo le tappe dei santuari dedicati all’arcangelo Michele, la leggenda della Bell’Alda, il santo eremita che costruì la terza chiesa con l’aiuto degli angeli, Ugo di Montboissier…lo scalone dei morti, il portale dello zodiaco…tante immagini e racconti che per una giornata hanno preso significato attraverso le parole delle guide. La discesa sulle pietre scivolose dell’antica mulattiera, costruita in questo modo per consentire alle  “lese” cariche di materiale di scorrere meglio lungo il pendio, ma un po’ insidiosa per le suole delle nostre calzature, ci ha portato al paese per concludere la nostra giornata insieme con un buon gelato!

DSCN6241

 

DSCN6242  DSCN6246  DSCN6249
DSCN6251
DSCN6252
DSCN6254
DSCN6255
DSCN6256
DSCN6259
DSCN6260
DSCN6261
DSCN6262
DSCN6263
DSCN6266
DSCN6268
DSCN6219
DSCN6220
DSCN6222
DSCN6223
DSCN6225
DSCN6227
DSCN6228
DSCN6229
DSCN6230
DSCN6235
DSCN6236
DSCN6239

E’ uscito “L’ACQUARIO” n.2

13 Aprile 2016

redazione giornalinoE’ in edicola il secondo numero de “L’ACQUARIO“, il giornale “autonomo” degli studenti dei Licei dell’Istituto Sociale.

Oltre a complimentarci con la redazione e con tutti coloro che hanno collaborato e contribuito alla realizzazione di questo numero, riportiamo di seguito copertina, indice e redazionale di questo nuovo numero.

Per chi se lo fosse perso, inoltre, a fondo pagina, è possibile anche scaricare il PDF del primo numero del giornale.

Venerdì 8 Aprile 2016, inoltre, una delegazione della redazione si è recata a Tortona per partecipare al 23° Convegno Interregionale della Stampa Studentesca. L’evento è stato, come l’anno scorso, un’opportunità per incontrare le redazioni provenienti da molte città italiane, condividere la linea editoriale di ognuna e affrontare temi di attualità nelle varie commissioni di lavoro: occasioni del genere hanno soprattutto lo scopo di ribadire l’importanza della stampa studentesca nella formazione dei ragazzi, che nel lavoro di redazione esercitano la propria capacità critica e di collaborazione. Speriamo che la redazione sia sempre più proficua e continui la sua attività con costanza e determinazione!

Se ti sei perso il N. 1, puoi scaricarlo in PDF da qui: 

  • fileicon L'Acquario N.1
  •  

    acquarioN2 acquarioN2_index

    (cliccare sulle immagini per ingrandire)

     

    EDITORIALE al N.2

    Tra il primo e il secondo numero siamo indubbiamente cresciuti. Non parlo del numero dei redattori, delle rubriche, degli articoli o delle pagine del giornale. 

    Parlo poi, soprattutto, dell’attività seminariale nelle nostre riunioni riguardo l’impaginazione del giornale: è questo, possiamo orgogliosamente dirlo, il primo numero de L’ACQUARIO in cui ciascun autore e/o responsabile di rubrica ha personalmente impaginato i propri pezzi e/o i pezzi della propria rubrica. E’ da queste attività che ci si addentra nei meandri delle reali dinamiche redazionali. Parlo, invece, dell’intensità delle nostre riunioni, in cui si è discusso sull’opportunità o meno di pubblicare un articolo (nel caso specifico, l’intervista a Piero Fassino, problematica per via delle imminenti elezioni comunali) giungendo a una conclusione comune (quale, lo scoprirete solo sfogliando). E’ da queste discussioni, anche accese e disordinate, che passa la crescita, la formazione e la compattezza di una redazione.

    Parlo, infine, delle richieste di pubblicazione pervenuteci da alcuni di voi, richieste accettate dalla redazione (anche qui, sfogliate e scoprirete quali). E’ per noi un riconoscimento importante, oltre che essere un piacere per la qualità dei pezzi proposti e per l’appello alla partecipazione che avete raccolto, affinché il giornale sia davvero, come da nostre intenzioni originarie, il vostro giornale.

    Un giornale, in questo senso, sempre più vostro, dal momento che anche il lavoro della direzione è di fatto svolto dalla segreteria di redazione e dalla segreteria di direzione, a cui va, in chiusura, non solo un particolare “grazie”, ma anche i miei più sinceri complimenti.

    Cresceremo ancora, scommetteteci, come ci scommetto io. Perché a scommettere su un gruppo così, credetemi, non si perde mai.

    Alessandro Maurini

  • fileicon L'Acquario N.1
  • Processo a Socrate

    4 Marzo 2016

    Il 29 febbraio 2016, presso il teatro dell’Istituto Sociale, i ragazzi delle  classi terze dei Licei hanno celebrato una “revisione” del processo a Socrate. Accompagnati e coadiuvati dai proff. di filosofia Matteo Nascè, Alessandro Maurini e Chiara Giordano, le classi si sono divise in accusa, difesa e giuria e hanno lavorato acquisendo prove, costruendo nuove accuse, portando testimonianze di altri grandi filosofi, ragionando insieme su colpe e meriti del famoso filosofo.

    Il risultato è stato un vivace dibattimento, che ha coinvolto e divertito i ragazzi, come si può vedere dalle foto e dai video seguenti.

     

     

    AvB0XBJ-08fUuXrDTZZTJJbZCyKJovJnlzwNZ7ECVaBP Atialru9kynZFIcrS2nVuDcR5pKNoCdYYI2hwFpo50Ms At6QX6tP8lTRd2Svzn1GP3xxxqmDrChuN_tzs_ftkfrp As3EPr7sneI7lpuTlPB3MeZx0WkYJA3u7IQGbtKgPnsF Aqwc66hwIQcaHBhEkddvZ4pl4GAqTSyKfRtg8N78y0Ab AjgcOSc0LnI0HNzaHZ1_LprwkJhehPejnAUVG5quExG0 Ajc7eMeUPH4H4zZHJ9Td_eyT8_Odxnr9FBZTPuChjTIs AikkvJH_amORx2p_g6q7Mr80IIE0csiqqu8izAsYKuVI Ai9RhE6YtVxLxFcc_4EC3DY_kArwozsPOeKjgZUeFO-b Ai9_FVEmFKas6OtKV9iWcfDELA4qzzzw_ih2wxzNp9fl

    Mostra Monet alla GAM

    16 Gennaio 2016
    Venerdì 15 Gennaio la classe Quinta del Liceo Classico si è recata alla GAM con la Prof.ssa Sponza e il Prof. Manganaro per ammirare la mostra “Monet. Dalle collezioni del Musée d’Orsay e dell’Orangerie”.
    Dopo una breve e utile introduzione sull’impressionismo e la figura dell’artista la guida ha accompagnato i ragazzi alla scoperta delle opere di Monet presenti in mostra.
    Al termine della visita la classe ha potuto sperimentare, attraverso l’uso di pastelli ad olio, la tecnica pittorica utilizzata dagli impressionisti: divisi in due gruppi hanno rappresentato l’acqua e l’erba, nelle foto gli “artisti” al lavoro e l’opera conclusa.
    IMG_8375IMG_8376IMG_8377IMG_8380IMG_8382IMG_8383

    Licei – Teatro in classe

    11 Novembre 2015
    A partire dal mese di ottobre e fino al mese di febbraio in alcune date prestabilite il triennio dei Licei dell’Istituto Sociale parteciperà al progetto “Teatro in classe”: si tratta di lezioni-spettacolo tenute da due attrici in cui, dopo una presentazione degli autori, reciteranno e faranno recitare in classe gli allievi.
    Gli argomenti saranno Plauto per le terze, Shakespeare, Goldoni, Molière per le quarte, Pirandello e Il teatro e la scienza per le quinte.
    Questo progetto si inserisce in tutte le iniziative di avvicinamento al mondo teatrale proposte ai nostri ragazzi, iniziative che prevedono anche la visione di alcuni spettacoli teatrali proposti dal calendario della Città di Torino, come la visione dello spettacolo sulla storia della letteratura italiana “Parlo italiano” visto dai ragazzi delle classi terze al teatro Alfieri martedì 27 ottobre.

    Licei – Vincitori concorso letterario “Scrivi per noi”

    10 Novembre 2015

    Oggi 10 novembre sono stati premiati tre ragazzi delle terze Liceo Scientifico e Liceo Scientifico Sportivo, Andrea Casetta, Samuele Gibin, Egidio Smocovich che hanno vinto il concorso letterario “Scrivi per noi”, organizzato dalla società Dante Alighieri.
    La premiazione si è tenuta presso il Municipio di Torino nella sala della colonne.
    All’incontro hanno partecipato anche i docenti dall’Università degli studi di Torino, professori Donato Pirovano e Nicolò Massucco che sono intervenuti sul tema biografico “Il Ghibellin fuggiasco: Dante profugo e rifugiato”. I ragazzi che dovevano scrivere un testo di prosa o poesia a tema libero sono stati premiati con la tessera dell’associazione e con il libro “I ragazzi scrivono” nel quale sono stati raccolti i testi inviati per il concorso.
    E’ stata una bella manifestazione che ha coinvolto allievi e docenti provenienti da scuole di ogni ordine e grado.

    Complimenti ai nostri ragazzi!

    Torino Capitale Europea dello Sport: i Licei incontrano la Primaria

    4 Giugno 2015

    logo_torino2015_o_it

    Nell’ambito delle iniziative promosse dall’Istituto Sociale dedicate alle tematiche sportive, giovedì 28 maggio i ragazzi dei licei hanno animato un pomeriggio di giochi nel parco dell’Istituto per le Classi quarte e quinte della Scuola Primaria.

    Presentazione bambini

    Argomento del pomeriggio e tema su cui si sono basate le attività sono stati i GIOCHI COOPERATIVI. “I giochi cooperativi, nei quali non esistono né vincitori né vinti ma dove ognuno esprime il meglio di sé per il solo piacere di giocare, concedendo libero sfogo alla propria fantasia e creatività.” E ancora “Il paradigma [di competizione e sopraffazione] deve essere rivisitato in un’ottica di avvicinamento, di accettazione, di condivisione con l’altro, anche se ciò non significa rifiutare la competizione con se stessi, lo spirito di emulazione, la spinta ad acquisire nuove competenze per arricchirsi e condividere.” Da Lezioni per stare bene insieme. Per la Scuola elementare, di Daniela Bello, Bo M. Elena, Maria Ferrando

    Click sull'immagine per visualizzare tutta la presentazione

    Click sull’immagine per scaricare tutta la presentazione

    I ragazzi del triennio dei Licei Classico e Scientifico, dopo una giornata di formazione con le Dott.sse del Centro Libenter che hanno guidato le attività dell’ultimo Sabato del Sociale e che hanno collaborato all’organizzazione e alla realizzazione dell’evento, hanno preparato i giochi e i momenti di riflessione e condivisione proposti questo pomeriggio ai bambini della Primaria. In particolare sono stati trattati i seguenti temi, che riteniamo valori fondamentali che l’attività sportiva può veicolare: acquisire conoscenza di sé e dell’altro, instaurare rapporti di fiducia nel gruppo, favorire il superamento del pregiudizio, favorire la scoperta e la valorizzazione delle reciproche differenze.

    Pagina successiva »

    Bacheca Download